Pasqualino Coletta's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
PC Pasqualino Coletta Witness being questioned
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero
DR Daniela Rocchi Defense Counsel for Raffaele Sollecito Avvocato
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
INT Intervention

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL’ART. 497 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO.

GENERALITÀ: Coletta Pasqualino, nato a Roma il 5 gennaio 1969.

GCM:
Prego, la difesa.
LM:
Avvocato Maori, difesa Sollecito. Buongiorno, signor Coletta.
PC:
Salve.
LM:
Lei dove abita?
PC:
A Roma.
LM:
Ciampino?
PC:
No, Roma proprio.
LM:
Per la notifica avevamo avuto qualche difficoltà. Per il ponte dei morti del 2007, cioè il periodo festivo, 31 ottobre e 3-4 novembre, lei si trovava a Perugia?
PC:
Sì, ero non proprio a Perugia, a Perugia siamo venuti soltanto un giorno, ero in un agriturismo qui vicino.
LM:
Con chi era? Con quante persone?
PC:
Ero con mia moglie, mia figlia e una coppia di amici con i bambini.
LM:
Quindi eravate due autovetture?
PC:
Sì.
LM:
Lei che autovettura aveva?
PC:
Una Toyota Avensis.
LM:
E i suoi amici?
PC:
Una Citroen.
LM:
C4?
PC:
Sì, mi sembra di sì.
LM:
Parliamo adesso naturalmente della notte del 1° novembre 2007.
PC:
Sì.
LM:
Voi eravate venuti a Perugia quel giorno?
PC:
Sì, siamo venuti la sera, abbiamo cenato qui in un ristorante a Perugia.
LM:
E dove avevate lasciato la vostra autovettura?
PC:
In un parcheggio a pagamento.
LM:
Il parcheggio di Sant'Antonio?
PC:
Mi sembra di sì, però non ci ho fatto caso.
LM:
Quello di fronte alla casa del...
PC:
Sì, era... sì.
LM:
Conosce perfettamente, l’avrà vista mille volte. Poi che cosa accadde? A che ora siete ripartiti?
PC:
Siamo ripartiti dopo cena, abbiamo cenato qui a Perugia e poi siamo ripartiti, penso, non lo so, indicativamente intorno alle dieci e mezza, undici, credo, più o meno.
LM:
Quindi lei è andato nel parcheggio.
PC:
Sono andato nel parcheggio, ho preso la macchina e praticamente, come sono uscito dal parcheggio, la macchina si è bloccata, ha avuto un guasto e ho dovuto chiamare il carro attrezzi perché la macchina non riuscivo proprio a spostarla, a muoverla, ero rimasto a metà incrocio.
LM:
Quindi la sua Toyota è rimasta in panne.
PC:
In panne, sì.
LM:
Dove è rimasta in panne? Dove fisicamente si è fermata?
PC:
Praticamente sull'incrocio proprio, quindi era a metà tra le strade dell’incrocio.
LM:
All'uscita del parcheggio.
PC:
Sono uscito, mi sembra che c’è una salita lì se non ricordo male, stavo per prendere la salita e si è spenta proprio totalmente la macchina. Quindi ero a metà.
LM:
I suoi amici con l’altra macchina, con la Citroen che cosa hanno fatto?
PC:
Loro si sono resi conto del mio problema alla macchina e mi hanno aspettato, si sono tirati su da un lato...
LM:
Loro dove si sono fermati? Cioè, la Citroen dove si è fermata?
PC:
Se non ricordo male, verso il parcheggio.
LM:
Cioè, che significa?
PC:
Dove siamo usciti dal parcheggio, che c’era un po’ più di spazio, per non ingombrare l’incrocio.
LM:
Lei avrà visto mille volte in televisione questa famosa casa di Meredith, quindi avrà visto anche l’entrata della casa, con quella specie di discesina che c’è. L’autovettura dei suoi amici è stata lasciata in quel posto o da un’altra parte?
PC:
No, mi pare che l’ingresso del parcheggio sia dall'altra parte, se non ricordo male, l’uscita del parcheggio proprio.
LM:
Quindi dove...
PC:
Verso il parcheggio, verso l’uscita del parcheggio, perché poi là non so se c’è anche l’ingresso, comunque c’è l’uscita del parcheggio.
LM:
Quindi lontano rispetto alla sua autovettura?
PC:
Sì, insomma dove c’era un po’ di posto per fermarsi.
LM:
Quanto lontano?
PC:
Ven... no, boh, dieci metri, una cosa insomma così.
LM:
Dieci metri è impossibile, dieci metri c’è la strada, non è...
PC:
Insomma, io stavo a metà incrocio e la macchina era all'ingresso del parcheggio, adesso fisicamente i metri, dire quanto... sì, erano pochi comunque, effettivamente non erano tanti metri, quello sì, sicuramente.
LM:
Possiamo...
GCM:
Ha qualche foto, avvocato?
LM:
Sì, abbiamo qua...
GCM:
Bene, noi stavamo cercando.
LM:
Scusi, se possiamo accendere...
GCM:
No, anche sul cartaceo non ce l’ha?
LM:
Se ce l’ha l’avvocato Dalla Vedova...
CDV:
(inc. – fuori microfono).
GCM:
Prego. Magari intanto che sistemiamo possiamo sospendere cinque minuti, così predisponiamo.

IL PROCEDIMENTO VIENE SOSPESO. VIENE RIPRESO E SI PROCEDE COME DI SEGUITO.

GCM:
Si riprende l’udienza. Abbiamo l’immagine che viene sottoposta. Prego.
LM:
Signor Coletta, questa è Sant'Antonio, via della Pergola. Questa è la casa di Meredith. Qui c’è una biforcazione, strada che porta a Ponte Rio e questa è la salita che porta verso Piazza Grimana. Qui è l’entrata del parcheggio, l’uscita del parcheggio è fuori dalla foto, sulla destra.
PC:
Sì.
LM:
Ci può spiegare bene dove si è fermata la sua macchina? Lei ha detto in salita, quindi si presupporrebbe...
PC:
Indicativamente a metà dell’incrocio era, era proprio...
LM:
Quindi si presupporrebbe dove ho il puntatore.
PC:
Sì, grossomodo sì. Sì, lì.
GCM:
Dunque, il puntatore, quindi lei...
LM:
Rosso, quello rosso. Diciamo qua.
PC:
Indicativamente sì insomma.
LM:
Quindi si sarebbe fermata dopo lo stop di via della Pergola, sulla sinistra, a circa un quindici, venti metri.
PC:
Grossomodo.
LM:
Perfetto.
GCM:
Salendo verso l’università.
LM:
Sì, salendo... Rimpicciolisci, grazie. Allora, dove si è posizionata la Citroen C4 dei suoi amici?
PC:
Dove sono segnalate le strisce bianche, più o meno credo lì. Non sull'incrocio, dall'altro lato, verso... dove c’è il tetto di questa casa insomma.
LM:
Qui?
PC:
Più o meno, indicativamente sì.
LM:
Quindi diciamo lei era qua...
PC:
Non impegnavano l’incrocio insomma loro.
LM:
Non impegnava l’incrocio e si trovava in questa direzione, giusto?
PC:
Sì.
LM:
Puntata dalla parte... il muso dalla parte dell’entrata del parcheggio?
PC:
Loro?
LM:
Sì.
PC:
Il muso... non mi ricordo se erano tornati indietro e se si erano girati. Questo non lo ricordo.
LM:
Comunque, diciamo, in questa posizione per il verbale...
PC:
Io stavo salendo, quindi ero rimasto con la macchina girata verso...
LM:
Per il verbale, è proprio perpendicolare con la linea di stop di Sant'Antonio, di via della Pergola, giusto?
PC:
Grossomodo sì.
GCM:
Non sulla linea dello stop.
PC:
No, perché stavo salendo, si è proprio fermata e non è più ripartita. Quindi io ho cercato... non potevo nemmeno spostarla, perché purtroppo queste con le centraline elettroniche non si muovono più di tanto.
LM:
Stavo parlando, scusi...
GCM:
Dell’altra macchina.
LM:
...dell’altra macchina, perfetto. Sto parlando della Citroen. La sua abbiamo capito che era di sopra. L’altra?
PC:
L’altra, se non ricordo male era più sotto, qui, sotto la casa, dove c’è l’uscita...
LM:
Lo vede il puntino rosso? Lì?
PC:
No, no, più giù, dove c’è probabilmente...
LM:
Qui?
PC:
Dall'altro... verso il tetto della casa insomma. Se non ricordo male, da quella parte.
LM:
Scusi, il tetto quale?
PC:
Dove c’è il puntatore adesso.
GCM:
Scusi, vicino alle altre macchine?
PC:
Mi sembra, sì, nella parte lì o forse leggermente sotto erano.
LM:
Può dare il puntatore al testimone? Lo deve pigiare, c’è un bottoncino e lo devo indirizzare...
PC:
Indicativamente erano qui.
LM:
Lì è l’entrata nel parcheggio, quindi... ho capito.
GCM:
Quindi nei pressi dell’entrata del parcheggio.
PC:
Sì.
LM:
Adesso è più chiaro il discorso. Ricorda che ore erano quando più o meno è successo il fatto?
PC:
Ripeto, credo indicativamente dopo cena, quindi credo le dieci e mezza, le undici, grossomodo.
LM:
Che cosa avete fatto nell'occasione? Che cosa ha fatto nell'occasione? Si è fermata la macchina e che cosa ha fatto?
PC:
Si è fermata la macchina e, nell'impossibilità di farla ripartire in qualsiasi maniera, ho chiamato l’assistenza per far arrivare un carro attrezzi per prendere la macchina e portarla via.
LM:
E’ arrivato il carro attrezzi?
PC:
Sì.
LM:
Dopo quanto?
PC:
Credo una mezzora.
LM:
Benissimo.
PC:
Forse sì.
LM:
Quindi possiamo dire che indicativamente, dalle ore dieci e mezza, dieci e quaranta, fino alle ore undici e mezzo, 22.30-23.30, lei è rimasto...
PC:
Indicativamente sì, adesso non ci ho fatto troppo caso.
LM:
Chi c’era con lei?
PC:
C’era mia moglie e la bambina.
LM:
Più i suoi amici.
PC:
Sì.
LM:
Quindi eravate in cinque, quattro adulti...
PC:
No, con i miei amici c’erano anche i loro bambini.
LM:
Siete sempre rimasti in loco, sempre rimasti lì davanti?
PC:
Sì.
LM:
Siete andati fra la sua macchina e la macchina...
PC:
Sì, io poi stavo tra la macchina... ogni tanto scendevo, mia moglie e la bambina erano in macchina, anche perché ero proprio a metà dell’incrocio, quindi con qualche preoccupazione...
LM:
Quindi lei naturalmente, stando sempre lì in quei pochi metri, ha potuto notare, vedere quello che stava succedendo nella strada?
PC:
Sì.
LM:
Ha visto delle persone che transitavano?
PC:
Qualcuno, sì, è passato.
LM:
Persone che transitavano o uscivano da delle case?
PC:
No, mi sembra che la maggior parte delle persone scendevano da sopra insomma, ecco.
LM:
Scendevano da dove? Usi sempre il puntatore.
PC:
Dalla salita, da qui.
LM:
E andavano verso?
PC:
Sì, insomma, io le ho viste passare, però...
LM:
Erano dei passanti. Ricorda di aver visto un gruppo di ragazzi che rideva e scherzava e scendeva sempre da...
PC:
Sì, mi sembra di sì.
LM:
Qualcuno di loro le ha chiesto se voleva essere aiutato?
PC:
Non lo ricordo questo. E’ possibile, per carità, però non lo ricordo.
LM:
Forse lo dice allora la sua amica. No, lei l’ha detto invece, l’ha detto lei, sì. Lei ha dichiarato... questa da un punto di vista formale si chiama contestazione. Lei, sentito dalla squadra mobile il 7 aprile 2008 a verbale: “Ricordo di aver notato... ero talmente preso dal mezzo in panne in mezzo alla strada che non ho prestato molta attenzione a ciò che mi circondava. Ricordo soltanto di aver notato la presenza di diversi ragazzi che transitavano in quel luogo ed alcuni di loro ci hanno chiesto se potevano esserci d’aiuto per spostare il mezzo”.
PC:
Sì, ripeto, non lo ricordo, però è possibile. Adesso è passato un po’ di tempo.
LM:
Senta, lei ha sentito delle urla strazianti?
PC:
No.
LM:
Lei che cosa ha sentito di particolare in quell'ora che è rimasto lì?
PC:
Di particolare nulla.
LM:
Lei era molto attento, molto preso al suo problema, avendoci anche la famiglia, capisco la problematica, però qualche cosa di particolare che l’ha attirata in quell'ora...
PC:
No.
LM:
...non c’è stata?
PC:
No.
LM:
Dopo arrivato il carro attrezzi voi siete tornati in albergo?
PC:
Sì.
LM:
Come siete tornati?
PC:
Con la macchina del...
LM:
Quindi siete tutti saliti...
PC:
Sì, con la macchina dei nostri amici.
LM:
Senta, questo che ci ha detto oggi in udienza e poi ha rilasciato naturalmente sommarie informazioni, come le ho detto prima, il 7 aprile del 2008. Prima era stato mai sentito da qualcuno?
PC:
Oltre l’altra volta?
LM:
Allora, lei si è recato chiamato dalla squadra mobile il 7 aprile del 2008 per rendere dichiarazioni che prima le ho letto in parte per la contestazione. Poi è venuto questa mattina qua.
PC:
Sì. No, altre volte...
LM:
Prima del 7 aprile 2008.
PC:
No.
LM:
Né è mai stato contattato da nessuno? Nessuno, poliziotti o altre persone, polizia giudiziaria o Procura o qualcun altro l’ha mai chiamata?
PC:
No, a me personalmente no.
LM:
Hanno chiamato per caso i suoi...
PC:
Non ricordo se precedentemente, visto che mi dice così, se è stata chiamata mia moglie. Però non lo ricordo, cioè io no.
LM:
Sua moglie è la signora Salsiccioli?
PC:
Perfetto.
LM:
Va bene, eventualmente chiederemo a lei. Grazie.
GCM:
Prego, Pubblico Ministero.
CDV:
Abbiamo l’esame, Presidente.
GCM:
E’ anche vostro? Allora prego, per esaurire le parti che l’hanno chiesto.
CDV:
Buongiorno, sono l’avvocato Dalla Vedova per Amanda Knox.
PC:
Buongiorno.
CDV:
Senta, un chiarimento sul carro attrezzi. Lei ha chiamato l’assistenza.
PC:
Sì.
CDV:
Si ricorda chi è intervenuto e come è intervenuto?
PC:
C’era, sì, una persona, però adesso insomma chi era... perché con la Toyota c’è l’assistenza, praticamente la garanzia fornisce l’assistenza. Quindi ho fatto un numero verde che era proprio sulla macchina ed è intervenuto...
CDV:
E’ intervenuta una persona o più persone?
PC:
Una persona.
CDV:
E il carro attrezzi se lo ricorda?
PC:
Vagamente.
CDV:
Era una macchina carro attrezzi o era un carro carro attrezzi?
PC:
No, era un carro, quelli che trainano proprio la macchina, ha trascinato su la macchina e l’ha portata su.
CDV:
Presidente, posso essere autorizzato a far visionare un piccolo filmato dove si vede il signor Lombardi, che è stato anche testimone e si vedono anche i carro attrezzi? Giusto per avere una conferma.
GCM:
Sì.
MC:
Ma filmato fatto da chi?
GCM:
Sì, adesso ce lo specificherà.
MC:
Prima di vederlo magari lo specifica.
CDV:
E’ un filmato che è stato ripreso da una trasmissione televisiva, che è andata sulle reti nazionali. Forse è già stato visionato proprio in relazione alla testimonianza del signor Lombardi, che, ricordo per chi lo avesse dimenticato, è l’autista della Europe Assistance, che si è recato a dare assistenza alla macchina in panne.
GM:
Ma di mezzi la Europe Assistance ce n’ha parecchi.
GCM:
In data 28 marzo? E’ stato sentito il 28 marzo Lombardi, no?
CDV:
La data posso controllarla. Sì, comunque signor Lombardi.
GCM:
Quindi è un filmato già sottoposto in visione al teste Lombardi Giampaolo?
CDV:
Non mi ricordo, Presidente, se l’abbiamo utilizzato. Comunque è ripreso da una trasmissione che abbiamo già utilizzato in questo processo per altri testimoni.
GCM:
Quindi è in atti la ripresa?
CDV:
No, il filmato, no, non è in atti.
GCM:
Non l’abbiamo...
CDV:
No.
FM:
Presidente, mi scusi...
CDV:
Lo possiamo produrre.
FM:
...non vuole essere necessariamente un’opposizione. Non ho capito il senso...
GM:
Che fa vedere il parco macchine della Europe Assistance? Perché, se è così, le vediamo tutte.
FM:
Io vorrei capire perché il difensore di Amanda Knox vuol far vedere il filmato. Poi non è che c’è necessariamente opposizione, volevo capire il motivo, solo il motivo di far vedere questo parco macchine.
CDV:
Dunque, il motivo per cui io chiedo che il teste mi confermi la circostanza è perché appunto l’ha riferita. Quindi abbiamo la possibilità di un documento, che è, ripeto, l’intervista al responsabile che è intervenuto a dare l’assistenza e in questa ripresa si vedono anche i mezzi dell’officina dove lui lavora. Quindi ai fini di identificare...
INT:
(inc. – fuori microfono).
GCM:
Scusate, per favore.
CDV:
A questa difesa preme che il teste presente faccia una conferma di che tipo era il furgone, perché altri testi hanno fatto riferimento a furgoni di vario tipo. Quindi, noi abbiamo un documento e abbiamo un teste, io chiedo la conferma di un fatto.
GCM:
L’intervista non l’ha rilasciata il teste ora in esame.
INT:
(inc. – fuori microfono).
GCM:
Non l’ha rilasciata il teste, non è che possiamo chiedere al teste dell’intervista di altri.
INT:
E’ stato già sentito questo testimone.
GCM:
Va bene, però facciamo delle domande, non è che possa...
MC:
Scusi Presidente se la interrompo.
GCM:
Prego.
MC:
Se lo fa vedere senz’audio, perché verosimilmente questo signore parla anche di orari. Allora, il teste presente non può essere influenzato da un’intervista a Porta a Porta di un altro teste, che poi qui ha già riferito. Allora, se c’è qualche contestazione, bene, altrimenti la voce di questo signore non può essere fatta ascoltare dal teste in aula.
GCM:
Magari possiamo limitarci a se la persona che viene rappresentata è la persona che aveva il carro attrezzi, se i mezzi sono quelli.
CDV:
E’ esattamente ciò che ho chiesto. Io non ho chiesto di far sentire l’audio.
MC:
Benissimo.
CDV:
Non l’ho mai chiesto, quindi l’eccezione del Pubblico Ministero...
GCM:
Magari ci si arriva dopo, ma insomma l’importante è che ci si arrivi. Prego.
CDV:
Le sto facendo vedere un filmato dove si intravede un carro attrezzi e il responsabile. Mi può confermare che questo signore, adesso lo vedremo di nuovo, purtroppo il filmato è fatto così, non sono riuscito... ecco, questi sono i carroattrezzi che sono intervenuti?
PC:
Mi sembra di sì.
CDV:
Lei mi conferma che era questa società? Vedo la scritta Europe Assistance.
PC:
Mi sembra di sì, però...
CDV:
Il colore del furgone lei se lo ricorda, del carro attrezzi?
PC:
No.
CDV:
Ma può escludere che sia uno di questi?
PC:
No.
CDV:
Quindi potrebbe essere uno di questi.
PC:
Sì, può essere uno di quelli.
CDV:
Lei si ricorda questo signor Giacomo Lombardi che le faccio vedere?
PC:
Mi sembra di sì, mi sembra che era lui.
CDV:
E’ lui che è intervenuto.
PC:
Sì, mi sembra di sì.
CDV:
Adesso ci sono altre immagini dove si vedono i carro attrezzi. Volevo che lei mi confermasse, se se lo ricorda...
GCM:
Se può dare descrizione del carro attrezzi e se conferma quello. Possiamo chiederlo, prego.
GM:
Non si vede niente, ce ne sono tanti poi di carro attrezzi. Cioè, non capisco la...
GCM:
Comunque, per quanto può essere aiutato dalle immagini che un po’ si indovinano, se lei può dare descrizione del carroattrezzi che intervenne.
PC:
Sì, era un carro di quelli che trainano le macchina normalmente, con...
CDV:
Tipo quelli che si vedono alle spalle?
PC:
Beh, lì non...
MC:
(inc. – fuori microfono).
PC:
Sì, non è che si veda molto.
CDV:
Presidente, o si fa l’esame e non si fanno i commenti, io non posso tollerare questo sottofondo di commenti che...
MC:
Avvocato, allora non faccio un sottofondo, faccio un’eccezione ancora più violenta. Non si vede niente, il teste non può riconoscere un carro attrezzi da una porzione di muso di un veicolo che potrebbe essere anche un furgoncino porta latte, da quel che si vede dal filmato.
GCM:
Scusate, comunque la domanda viene ammessa. Poi il teste ci dirà se è quello, non è quello, nelle immagini che vengono mostrate allo stesso e se magari le immagini la possono aiutare a meglio ricordare le caratteristiche del carro attrezzi intervenuto. Per cui la persona che intervenne lei ha detto era quella, no? Quell'uomo.
PC:
Sì, mi sembra che era lui.
GCM:
Abbiamo in sovrimpressione visto anche il nominativo, Lombardi Giampaolo, già sentito, e va bene. Chiede anche il difensore, e lo chiede aiutandosi con la proiezione di queste immagini, il Pubblico Ministero nell'opposizione osserva che è poca cosa, queste immagini non consentirebbero di ben vedere, però per quello che possono consentire e comunque aiutare la sua memoria, se lei può dire le caratteristiche...
PC:
Sì, era...
GCM:
Mi pare che questa sia la domanda del difensore.
CDV:
Posso fare la domanda?
GCM:
Certo, prego.
CDV:
Innanzitutto mi dispiace che il Pubblico Ministero sia andato via.
GCM:
No, il Pubblico Ministero è presente.
GM:
Io sono presente.
CDV:
Sì, la dottoressa Comodi, l’altra rappresentante dell’ufficio del Pubblico Ministero vedo che non c’è, mi dispiace.
GCM:
Prego.
CDV:
Perché in questa foto mi sembra di vedere, e lei me lo può confermare, un carro attrezzi.
PC:
Sì, è un carro attrezzi classico.
CDV:
Secondo lei, questo è un furgone porta latte?
PC:
No.
CDV:
Grazie. Che colore ha questo furgone?
PC:
Bianco e giallo, mi sembra.
CDV:
Riesce a intravedere anche la scritta qui dietro?
PC:
No, da qui no.
GCM:
Scusi, lei ricorda se il carro attrezzi che intervenne era bianco e giallo oppure...? Perché altre volte magari hanno colorazioni diverse.
PC:
No, diverse, no, non...
GCM:
Lei ricorda che era quello?
PC:
No, non lo ricordo.
GCM:
O simile a quello?
PC:
Era simile al carro attrezzi classico, i colori non li ricordo insomma.
GCM:
I colori non li ricorda, se era giallo o arancione, per dire.
PC:
No, assolutamente.
CDV:
Comunque lei intravede da questa fotografia dello stesso carrattrezzo di prima, che ha già riconosciuto, giallo e bianco con una scritta Iv eco e sopra c’è scritto Europe Assistance?
PC:
Sì.
CDV:
Grazie. Senta, ci può raccontare cosa è successo dopo che la macchina è stata portata...
PC:
Prima che fosse portata via, ho chiesto qualche informazione per sapere dove potere recuperare poi la macchina e dopodiché siamo andati via, siamo rientrati nell'agriturismo.
CDV:
Senta, faceva freddo quella sera? Si ricorda?
PC:
Mi sembra di sì, però insomma... mi sembra di sì.
CDV:
E c’era traffico in quella strada? Avete ostruito il traffico? C’erano macchine che passavano?
PC:
C’erano macchine che passavano, fortunatamente riuscivano a passare. No, non è che ho bloccato proprio la strada insomma.
CDV:
Se se lo ricorda, ci può dire quanto tempo la sua macchina è stata ferma in quella posizione prima di essere portata via dal carro attrezzi?
PC:
Credo una mezz'oretta, credo, però forse qualcosina in più anche, non lo so.
CDV:
Lei si ricorda come il carro attrezzi ha portato via la macchina? In quale direzione e come l’ha caricata?
PC:
Sì, mi sembra... siccome la macchina era in direzione verso la salita, l’ha tirata da dietro insomma, non dal muso, dalla...
CDV:
(inc. – sovrapposizione di voci).
PC:
Sì, l’ha tirata... la macchina era con il muso rivolto verso la salita e quindi, non potendola spostare diversamente, l’ha agganciata da dietro, se non ricordo male, e l’ha tirata su così.
CDV:
Cioè, ha agganciato la sua autovettura con le ruote posteriori.
PC:
Mi pare di sì. Sì, dalla parte dietro, mi pare di sì.
CDV:
E poi si è diretto verso via della Pergola o verso piazza Grimana, che è questa... la faccio vedere.
PC:
Il carro attrezzi?
CDV:
E’ andato verso questa direzione qui?
PC:
Non mi ricordo.
CDV:
Non si ricorda esattamente.
PC:
No.
GCM:
Verso l’università per stranieri è andato?
PC:
Non lo ricordo che strada ha fatto, no.
CDV:
Senta, il carro attrezzi aveva un faro di quelli per le emergenze, per vedere meglio? Si vedeva bene, era una zona illuminata in quel momento? Si ricorda qualche...
PC:
Il faro non lo ricordo se ce l’aveva.
CDV:
Comunque era una zona in quel momento buia?
PC:
Non particolarmente insomma.
CDV:
C’erano i lampioni della strada?
PC:
Sì, sì, l’illuminazione normale per la sera.
CDV:
Lei ha fatto caso se c’era qualche luce particolare che provenisse dalla casa...
PC:
Qualche?
CDV:
Qualche luce particolare...
PC:
No, io sinceramente no.
CDV:
...dalla casa di via della Pergola. Non ci ha fatto caso?
PC:
No.
CDV:
Grazie, per ora non ho domande.
GCM:
Prego, per il controesame.
GM:
Senta, lei ha detto che eravate andati a cena, no?
PC:
Sì.
GM:
Dove eravate andati?
PC:
Il nome del ristorante non lo ricordo, però era qui in centro a Perugia.
GM:
In centro, ma a che distanza dal parcheggio?
PC:
Guardi, se non ricordo male, abbiamo lasciato la macchina al parcheggio, abbiamo fatto una passeggiata per il centro, per la piazza e poi abbiamo trovato un ristorante, così, scelto casualmente.
GM:
Grossomodo quanto avete impiegato dal parcheggio? Dieci minuti, cinque minuti?
PC:
Penso di sì, non tantissimo, anche perché con i bambini piccoli non è che... però, insomma, la passeggiata l’abbiamo fatta.
GM:
Siete saliti su per via Ulisse Rocchi?
PC:
Ah, la viabilità...
GM:
L’arco (inc. – sovrapposizione di voci).
PC:
Mi sembra di sì, mi sembra che c’è un arco, però la viabilità non la conosco proprio.
GM:
Senta, c’era gente nel ristorante?
PC:
Direi di sì, sì.
GM:
A che ora siete andati al ristorante?
PC:
Indicativamente verso le otto e mezza, credo, più o meno.
GM:
Quanto siete stati lì?
PC:
Un paio d’ore forse.
GM:
Quindi voi siete andati poi a riprendere la macchina.
PC:
Sì.
GM:
Si ricorda che ora era quando avete ripreso la macchina?
PC:
Dico indicativamente, saranno state le dieci e mezza, le undici, quello che dicevo prima.
GM:
Lei ha detto, in data 7 aprile 2008, che per riprendere la macchina vi siete recati al parcheggio verso le ore 22.30, 22.40. E’ un orario anticipato rispetto a quello che lei...
PC:
Dicevo dieci e mezza, undici, indicativamente quell'ora.
GM:
22.30, 22.40, non è le undici.
PC:
Sì, però non è che abbiamo fatto caso proprio che ora quando siamo andati a prendere la macchina.
GM:
Lei ha dichiarato così davanti alla squadra mobile, 22.30, 22.40.
PC:
Indicativamente.
GM:
Quanto avete aspettato lì?
PC:
Credo una mezzora, almeno una mezzora credo.
GM:
Quindi ve ne siete andati verso le undici, undici e dieci, grossomodo.
PC:
Può essere anche qualche minuto dopo.
GM:
Undici e un quarto, grossomodo.
PC:
Sì, adesso sì, indicativamente insomma.
GM:
Si ricorda questi ragazzi con cui avete parlato da dove venivano?
PC:
Guardi, la maggior parte delle persone scendevano dalla salita insomma.
GM:
Ho capito. Avete sentito un rumore di vetri infranti?
PC:
No.
GM:
Non ho altre domande.
GCM:
Non ci sono domande. Quindi, per esaurire l’esame, prego.
DR:
Avvocato Rocchi, difesa Sollecito. Scusi, per precisare sempre l’orario, lei ha detto che è arrivato verso le 22.30, 22.40.
PC:
Sì.
DR:
E’ arrivato, ma subito ha chiamato il carro attrezzi o prima è andato al parcheggio?
PC:
No, preso la macchina, perché la macchina mi si è fermata dopo che sono uscito dal parcheggio.
DR:
Quindi ha preso la macchina, poi è uscito dal parcheggio, poi ha fatto un tratto di strada.
PC:
Sì.
DR:
Mi corregga se sbaglio. Dopodiché si è accorto che la macchina...
PC:
Si è fermata proprio completamente, non si muoveva più.
DR:
Quindi saranno passati altri dieci minuti da quando ha preso la macchina? Orientativamente.
PC:
Forse, ma forse anche qualcosina in meno.
DR:
Benissimo. Da questo momento poi ha chiamato il carro attrezzi, lei ha detto che ha atteso quanto?
PC:
Credo una mezzora.
DR:
Nel verbale del 7 aprile lei dice: “Richiesi al numero verde l’assistenza di un carro attrezzi, che mi pare giunse sul posto dopo circa quaranta minuti”. Quindi 22.40, 22.50, più...
PC:
Sì, l’orologio non l’ho visto, quindi indicativamente più o meno potevano essere quegli orari. Però, ripeto, non è che ci ho fatto caso troppo con l’orologio, anche perché più di tanto non ho motivo.
DR:
Però, se consideriamo appunto che si prende l’auto, si blocca, si chiama il carro attrezzi, dopo quaranta minuti...
PC:
Sì, probabilmente...
DR:
...diciamo, orientativamente verso le 23.30. Va bene, grazie.
LM:
Quindi, ecco, avvocato Maori, proprio per completare quello che la collega ha detto. Quindi 22.30, 22.40, paga il biglietto, deve pagare il biglietto naturalmente alla cassa automatica. Prende la macchina, fa salire i suoi familiari, esce dal parcheggio, si ferma e...
PC:
Attendo il carro attrezzi.
LM:
Quest’operazione all'incirca quindici, venti minuti, circa, non lo so, dica lei.
PC:
Venti minuti per uscire dal parcheggio mi sembrano tanti sinceramente, voglio dire. Forse dieci minuti, non lo so. Però, ripeto...
INT:
(inc. – fuori microfono).
PC:
Sì, il tempo di salire in macchina, pagare il biglietto, uscire dal parcheggio.
GCM:
Per favore, facciamo le domande e stiamo alle risposte soltanto. Prego, avvocato.
LM:
Il percorso che lei ha fatto lo ricapitoliamo. Entra, paga il biglietto...
PC:
Sì.
INT:
Ha già risposto.
GCM:
Per favore. Prego, avvocato.
LM:
...la sua famiglia.
PC:
Sì.
LM:
Esce, si ferma la macchina.
PC:
Sì.
LM:
Cerca di capire qual è il motivo per cui questa macchina...
PC:
Provo a farla ripartire.
LM:
Prova a farla ripartire, non riesce.
PC:
No.
LM:
Cerca il numero di verde, perché dovrà cercarlo in mezzo al libretto o da altra parte.
PC:
La Toyota ha un tagli andino messo proprio sul vetro.
LM:
Chiama il numero verde.
PC:
E attendo il carro attrezzi.
LM:
Quindi più o meno indicativamente il tempo nel momento in cui arriva al parcheggio al momento in cui chiama il carro attrezzi quanto lo può considerare lei?
PC:
Da quando... forse dieci minuti, nel senso che a uscire dal parcheggio ci ho messo poco, però poi non è che l’ho chiamato forse immediatamente, nel senso ho provato a vedere se la macchina ripartiva. Però indicativamente una decina di minuti.
LM:
Poi, dopo quaranta minuti, arriva il carro attrezzi.
PC:
Grossomodo sì.
LM:
Lei così dice nel verbale di sommarie informazioni, 7 aprile 2008: “Richiesi a mezzo numero verde l’assistenza di un carro attrezzi che giunse sul posto dopo circa quaranta minuti”.
PC:
Indicativamente penso di sì.
LM:
Arrivato il carro attrezzi sul posto, che tipo di attività ha svolto l’operatore, quello che abbiamo visto prima?
PC:
Forse siamo stati, se non ricordo male, un cinque minuti intorno alla macchina e poi l’ha presa, l’ha caricata e l’ha portata via.
LM:
Quindi il tempo indicativo dal momento in cui è arrivato il carro attrezzi al momento in cui ha caricato l’auto e ve ne siete andati?
PC:
Forse dieci minuti, un quarto d’ora, però non è che ho tenuto il tempo. Credo non ci sia voluto tantissimo.
LM:
Quindi quello che lei ha detto prima, 22.30-23.30, è il tempo indicativo che è rimasto sul posto dal momento in cui si è fermata la macchina al momento in cui se n’è andato. Lei prima alla mia domanda ha detto: “Sono arrivato intorno alle 22.30 circa e me ne sono andato intorno alle 23.30 circa, minuto più, minuto meno”.
PC:
Credo, indicativamente sì.
LM:
E in quel periodo di tempo, le ripeto la domanda che già le ho fatto, ha sentito qualche cosa di particolarmente...
PC:
No.
LM:
...(inc. – sovrapposizione di voci) né urla e rumori particolari?
PC:
No.
LM:
Grazie.
GCM:
Non ci sono altre domande? Prego, avvocato.
CDV:
Avvocato Dalla Vedova di nuovo. Signor Coletta, ma lei la sera del 1° novembre, dalle 22.30 in poi, quando stava con il problema della macchina, ha mai visto Amanda Knox, che è qui seduta vicino a me?
PC:
Non mi sembra.
CDV:
Grazie, non ho altre domande.
GCM:
Solo una cosa. Ma lei, quando la macchina si ferma, è rimasto sempre in macchina o è uscito, ha girato un po’ intorno alla macchina?
PC:
No, ho... ah, sì, probabilmente sono sceso due-tre volte dalla macchina, però ero lì più che altro preoccupato che venivano le altre macchine, insomma per farmi vedere un pochettino.
GCM:
Quindi ogni tanto usciva e poi rientrava in macchina.
PC:
Sì.
GCM:
In macchina i finestrini erano chiusi?
PC:
Chiusi, era novembre, sì, chiusi.
GCM:
Non ci sono altre domande, possiamo congedare il teste. Può andare, grazie.

Non ci sono altre domande; il teste viene licenziato