Monica Napoleoni's Testimony (Hellmann)

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search

This is a transcript of the original Italian testimony. See Monica Napoleoni's Testimony (Hellmann) (English) for an English language translation.

Italian court transcript: Media:Testimony 06 27 11.pdf

DEPOSIZIONE DEL TESTIMONE - NAPOLEONI MONICA
CPH:
Ha già prestato l'impegno la volta precedente la dottoressa Napoleoni, abbiamo già le generalità, quindi sentiamo le domande. Prego Pubblico Ministero.
GM:
Lei è dirigente della Sezione omicidi della Squadra Mobile?
MN:
Sì della Questura di Perugia.
GM:
Senta, lei ha svolto le indagini sul procedimento per calunnia a carico di Luciano Aviello in danno del fratello?
MN:
Sì.
GM:
Ecco, che cosa avete accertato? Poi vediamo in dettaglio.
MN:
Abbiamo fatto degli accertamenti, Signor Presidente, in merito alla presunta abitazione dell'Aviello qui in Perugia e abbiamo accertato come lui aveva dichiarato di aver abitato in Via della Pergola 11 e invece non esiste il civico 11 in Via della Pergola, neanche nelle vie adiacenti, e lui non è mai, non risulta agli atti del Comune neanche agli atti del nostro ufficio che abbia mai abitato a Perugia né abbia avuto mai qui la residenza.
GM:
Senta, quindi vi risulta, voglio essere iù preciso, se l’Aviello ha abitato a Perugia in concomitanza, nel novembre 2007 in una casa messagli a disposizione dall’ex collaboratore di giustizia Salvatore Menzo?
MN:
Assolutamente no.
GM:
Senta, il fratello di Luciano Aviello, Antonio, l’avete ritrovato? Avete fatto accertamenti sul...
MN:
Sì abbiamo fatto degli accertamenti anche a Na oli dove aveva l’ultima residenza ma allo stato è irreperibile.
GM:
Quindi non è stato rintracciato.
MN:
No mai.
GM:
Vi risulta se Antonio, cioè il fratello di Luciano Aviello, abbia abitato a Perugia?
MN:
No mai.
GM:
Senta, voi avete fatto indagini sulle altre circostanze indicate da Luciano Aviello sulla presenza delle chiavi e la resenza del coltello che sarebbero stati occultati nei ressi...
MN:
Non è mai stata data una collocazione certa, non è stato mai detto nulla di certo in merito a questo.
GM:
Cioè lui non ha indicato un posto preciso.
MN:
No.
GM:
Senta...
MN:
Anche erché lui diceva vicino alla casa doveva aveva abitato in Via della Pergola, e non ha mai abitato.
GM:
Senta, la Via della Pergola numero 7, il numero successivo di Via della... ci sono abitazioni, continuando er... qual è la direzione dei numeri civici?
MN:
Mi sembra che c’è il 10 e un altro civico erò non esiste l'11.
GM:
E questi numeri sono in direzione, in quale direzione? Del Bulagaio, praticamente di Ponte Rio oppure di Sant'Erminio?
MN:
No, mi sembra a salire.
GM:
Cioè verso Sant'Erminio.
MN:
Mi sembra di sì.
GM:
Quindi da Via della Pergola c'è il numero 7, quindi...
MN:
Comunque neanche le vie, diciamo quelle adiacenti, Viale Sant'Antonio e Via Scortici non hanno neanche quelle il civico 11.
GM:
La via che sta, scendendo c'è un incrocio no? A destra si va verso la casa di Via della Pergola...
MN:
Sì.
GM:
... a sinistra si va verso Ponte Rio, quella via come si chiama?
MN:
Non ricordo adesso.
GM:
Non si ricorda.
MN:
No non me lo ricordo qual è.
GM:
Comunque il numero 11 è oltre...
MN:
Comunque non esiste neanche nelle vie adiacenti, no.
GM:
I numeri successivi al 7 sono verso Sant'Erminio e non dall'altra parte.
MN:
Sì.
GM:
Io non ho altre domande.
GC:
Mi scusi dottoressa, lei ha detto che praticamente non è stato dato credito alle dichiarazioni dell'Aviello in ordine alle chiavi e al coltello perché non era credibile. Perché non era credibile ha aggiunto la sua presenza. Vuole gentilmente ricapitolare quali sono stati gli elementi in base ai quali avete concluso che l'Aviello non si trovava a Perugia in quel periodo.
MN:
Guardi, c’erano state delle indagini che enso abbia riferito rima il dottor Chiacchiera in merito, in cui Luciano Aviello aveva finto di collaborare per altri omicidi perciò noi sapevamo che lui comunque in quel periodo non era a Perugia ed altre cose simili. Io personalmente non ho mai reso le sue dichiarazioni anche se lo sa evo, erò so che aveva dichiarato che erano nascoste in un muretto dietro la sua casa in Via della Pergola e questo l’ho accertato io resso il Comune di Perugia, non è vero, non esiste la casa e non esiste la residenza, non è mai stato qui nel periodo né mai insomma.
GC:
Quindi er questo non le avevate nemmeno ricercate. Va bene grazie.
CPH:
Domande?
CDV:
Presidente, solo una precisazione. Senta, Dottoressa Napoleoni, lei è andata a cercare Via della Pergola 11, ma perché l’11?
MN:
Perché c’avevo una delega indagini.
CDV:
Cioè?
MN:
Ho eseguito una delega indagini dei Pubblici Ministeri.
CDV:
E lei sa come mai l’11? Che c’era scritto in questa delega?
MN:
Evidentemente... adesso non lo ricordo.
CDV:
Da dove risulta che Aviello stava a Via della Pergola 11?
MN:
Io ho una delega che mi chiedeva questo, adesso se vuole posso consultare gli atti.
CPH:
Consulti pure se le serve per la memoria.
CDV:
Perché lei ha ap pena detto che ci sono altri numeri civici a Via della Pergola.
MN:
Sì.
CDV:
Fino al 10 ha detto.
MN:
Sì ma sono tutti sfalsati, comunque l’11 non esiste. "Pregasi procedere alle indagini volte ad accertare se esista il numero civico 11 di Via della Pergola e se l'indagato abbia comunque mai abitato in Via della Pergola. La delega è estesa a tutte le attività".
CDV:
Lei...
MN:
Se vuole le leggo anche i civici che ci sono.
CDV:
No, volevo... lei è a conoscenza dell'attività svolta da questa difesa il 31 marzo del 2010? Con un verbale, resso il carcere di Ivrea?
MN:
Sì dopo ne sono venuta a conoscenza.
CDV:
Lei lo sa che in questo verbale c'è scritto "forse è il numero 11" quando Aviello riferisce del civico?
MN:
Do o ne sono venuta a conoscenza sì, do o ne sono venuta a conoscenza.
CDV:
E lei ha fatto altre attività circa il numero 10, il numero civico 10, 8, 7?
MN:
Ho fatto altre attività e non ha mai abitato Luciano Aviello lì.
CDV:
Le case che lei ha visitato presumo, visto che ha fatto attività, hanno un muro e un giardino e dei sassi?
MN:
Be' qualcuna ha dei muri, qualcuna ha dei giardini, qualcuna ha dei sassi, qualcuna ha l'asfalto, cioè come in tutte le vie di Perugia.
CDV:
Se io le faccio vedere una foto aerea di Via della Pergola, dove risultano esserci anche le abitazioni, so rattutto al numero 9 e 10, che otrebbero in qualche maniera essere assimilate alla descrizione di Aviello...
CPH:
Però le ha risposto Avvocato.
CDV:
Volevo sapere, le avete controllate queste case?
MN:
Presidente, è stata fatta... se vuole le leggo i civici, comunque io ho fatto le indagini e lui comunque non abitava lì.
CDV:
Allora le faccio una domanda precisa, è un o' quella che ha fatto il Consigliere, in relazione alla circostanza riferita da Aviello che lui conosce dove si trova l'arma del delitto e le chiavi, che lui dice di aver nascosto dentro un sasso, dentro un appartamento, su Via della Pergola che lui si ricordava essere il numero 11 ma non era sicuro, voi avete fatto delle attività specifiche per cercare questo sasso in questo appartamento?
MN:
Allora...
CDV:
A prescindere dal civico?
MN:
...noi non abbiamo fatto, Presidente, attività specifiche in questo senso perché lui già parte da delle dichiarazioni false che comunque non ha reso a me.
CDV:
Grazie.
GM:
Chiedo a questo unto che venga acquisito l'esito delega indagini del 24 novembre 2010, da cui si evidenzia che Aviello non è mai stato iscritto, che non esiste il numero 11 di Via della Pergola che è indicato da Aviello nel verbale, e che l'Aviello non ha mai abitato in altri civici della suddetta via né risulta essere mai stato iscritto presso l'anagrafe del Comune di Perugia.
CPH:
E' quello che ha già detto, quindi uò tranquillamente depositarlo.
CDV:
Presidente, tra l'altro mi sembra che nei documenti de ositati lunedì scorso ci siano già degli estratti su questo punto. C'è una richiesta quindi...
CPH:
Questo non glielo so dire veramente ma non mi sembrano documenti così rilevanti er cui acquisiamoli e via. Grazie dottoressa, può andare.
GC:
Presidente vogliamo fare un attimo il punto degli impegni che abbiamo preso?
CPH:
Infatti. Allora, noi dovremmo avere il 25 luglio come udienza prossima, per altro sempre che i periti depositino l'elaborato.


Voci in sottofondo.


CPH:
Quindi io direi potremmo fare il 25 luglio, p oi andiamo a sabato 30, noi si era i otizzato anche il rimo agosto erò a questo fine voi lo sa ete che deve esserci una rinuncia espressa.
RS:
Io sono sempre disponibile a qualsiasi, cioè sono sempre disponibile quindi prima si fa... rinunzio ai termini di sospensione.
AK:
Anche io rinuncio ai termini di sospensione.
FM:
Presidente chiedo scusa, si potrebbe già formalizzare il calendario che avevamo fatto o lo formalizziamo il rimo di agosto?
CPH:
Per me sì ma se qualcuno di voi ha necessità di consultare le agende a studio eccetera, possiamo dire indicativamente che nella rima decade di settembre si svolgerà la discussione, come abbiamo già detto, e oi verso il 22, 23 settembre eccetera avremo le repliche, verso l'ultima parte di settembre effettueremo le repliche, i giorni precisi li identificheremo il 25 o il 30 luglio.