Maria Ilaria Dramis's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DELLA TESTE - DRAMIS MARIA ILARIA -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
MID Maria Ilaria Dramis Witness being questioned Neighbor who heard running footsteps
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
DR Daniela Rocchi Defense Counsel for Raffaele Sollecito Avvocato
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero

LA TESTE, AMMONITA AI SENSI DELL'ART. 4 97 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO.

GENERALITÀ: Dramis Maria Ilaria, nata il 13 settembre 1979 a Corigliano Calabro, (CS).

GCM:
Prego Pubblico Ministero.


Contents

Pubblico Ministero - Dott, Mignini

GM:
Lei dove abita?
MID:
Io abito in via Del Melo numero 12.
GM:
Da quanto tempo?
MID:
Dal '99, sono ormai dieci anni.
GM:
Lei è studentessa?
MID:
Sì.
GM:
Di che cosa?
MID:
Sono studentessa di CTF chimiche e tecniche farmaceutiche.
GM:
Lei dalla sua casa può vedere la casa di via Della Pergola 7?
MID:
Sì.
GM:
Che cosa può vedere, tutta o parte?
MID:
No, io vedo soltanto il tetto e parte del cortiletto antistante la casa.
GM:
Il cortile quale? Che punto della piazzola?
MID:
La parte verso la porta di casa, cioè non vedo tutto.
GM:
Quindi dove c'è il recinto di legno?
MID:
Sì.
GM:
Lei da casa sua lo vede il parcheggio sottostante?
MID:
Sì, Sant'Antonio sì.
GM:
E vede anche le scale metalliche del parcheggio?
MID:
Dalla finestra no, se mi sporgo.
GM:
Quindi può vederle queste scale?
MID:
Se mi sporgo dalla finestra sì, però dall'interno della casa no.
GM:
Verso quale direzione?
MID:
Se mi sporgo verso destra.
GM:
Si ricorda cosa ha fatto la sera del primo novembre?
MID:
Sono andata al cinema.
GM:
Da sola o in compagnia?
MID:
Sono andata al cinema con mia sorella con cui abito insieme, siamo andati alla ripresa delle otto e mezza, delle otto e venti.
GM:
Dove siete andate?
MID:
Al cinema Pavone.
GM:
Il film è finito a che ora?
MID:
La ripresa delle otto e mezza, quindi verso le dieci e venti, dieci e mezze.
GM:
22.00?
MID:
20.00 - 22.30.
GM:
Siete tornate a casa o vi siete intrattenute?
MID:
Siamo tornate a casa direttamente.
GM:
Che strada avete fatto?
MID:
In genere tacciamo la strada, la sera cerchiamo di fare la strada più breve per tornare a casa e quindi via Ulisse Rocchi probabilmente o via Del Bartolo anche.
GM:
A che ora siete tornate a casa, avete guardato l'orologio?
MID:
Non c'abbiamo fatto tanto caso perché eravamo comunque un po' stanche, abbiamo cercato di prepararci per la sera.
GM:
Si ricorda quando si è messa a letto?
MID:
Presumibilmente... esattamente non glielo so dire.
GM:
Lei nelle dichiarazioni in data 8 novembre 2008 ha detto che: "quando mi sono coricata era dopo le 23.00", lo conferma?
MID:
Sì, lo confermo.
GM:
Dopo quanto però?
MID:
Dopo forse una mezz'ora più o meno.
GM:
Quindi potrebbero essere state le 23.30 anche?
MID:
Sì.
GM:
La vostra camera, la sua camera, la vostra camera... state insieme nella camera?
MID:
Sì.
GM:
Dove guarda?
MID:
Verso via Del Melo, dà su via Del Melo.
GM:
Quindi ci spieghi, via Del Melo si trova dalla parte del parcheggio o dalla parte opposta?
MID:
Esattamente opposta.
GM:
Quindi la vostra camera dà verso via Del Melo?
MID:
Sì.
GM:
Che cosa ha sentito o che cosa ha visto quella notte?
MID:
Non ho visto nulla, stavo nel letto nel dormiveglia, ho avuto la percezione di sentire dei passi di corsa sotto la mia finestra, quindi ho sentito questo.
GM:
Erano passi rapidi, di corsa proprio?
MID:
Rapidi sì perché mi hanno disturbato nel mio riposo, dormiveglia, mi sono sentita disturbata da questi passi di corsa.
GM:
Qui dovrebbe cercare di ricordare. Dopo quanto tempo dalla, lei dice che stava in dormiveglia, quindi lei ha detto che potrebbe essersi coricata verso le 23.00 - 23.30 ha detto prima, no?
MID:
Sì.
GM:
Grossomodo questi passi quando può averli sentiti, a che ora?
MID:
Con certezza non posso dirlo perché non mi sono comunque svegliata dal letto, quindi non mi sono alzata né ho visto l'ora. Non è passato tantissimo tempo, cioè ho la percezione che non li ho sentiti a notte fonda.
GM:
Quindi non era passato molto tempo da quando si era addormentata o coricata?
MID:
Sì.
GM:
Lei si addormenta subito di solito?
MID:
Mah dipende, non tanto.
GM:
Lei ha sentito, le devo chiedere alcune cose di questi passi.
MID:
Sì.
GM:
Passi svelti o di corsa, com'erano?
MID:
Rapidi comunque, adesso non riesco bene a ricordare.
GM:
Lei ha dichiarato in data 8 novembre 2008: "ho sentito dei passi rapidi come di qualcuno che corresse".
MID:
Sì, sì.
GM:
Quindi lo conferma?
MID:
Sì, lo confermo.
GM:
Questi passi da dove venivano e verso dove erano diretti?
MID:
Questo non lo posso ricordare, non lo potrei stabilire.
GM:
Comunque erano passi che si muovevano lungo via Del Melo?
MID:
Sì, io li ho percepiti quindi sotto la mia finestra.
GM:
Sa dire se fosse di una sola persona o di più persone?
MID:
No, anche questo non saprei dirlo.
GM:
Potrebbe essere stata una persona o potrebbero essere state più?
MID:
Non lo so, non saprei dirlo.
GM:
Dopo ha sentito qualche altra cosa?
MID:
No, sono passi questi che comunque si sentono e a cui non ho dato tanto peso perché si sentono abitualmente.
GM:
Lei si è svegliata per questi passi oppure... ha detto prima che l'hanno disturbata.
MID:
Sì perché ero comunque nella fase del dormiveglia, cioè non ero proprio... cosciente, sveglia completamente e quindi questi passi... ho avuto questa percezione.
GM:
Sua sorella ha sentito?
MID:
Una percezione anche lei l'ha avuta.
GM:
Non ho altre domande.
SP:
Nessuna domanda.
CP:
Nessuna domanda.

Difesa - AVV. Maori

LM:
Lei ha risposto al Pubblico Ministero dicendo appunto di questi passi che ha percepito quella sera, ma altre volte di notte ha sentito altri passi veloci, qualcun altro?
MID:
Sì, in genere si sentono anche di giorno, è una cosa abituale insomma.
LM:
Quindi non è un fatto insolito che quella sera qualcuno avesse sentito questi passi, li aveva sentiti anche in altre circostanze?
MID:
Sì, sì.
LM:
Lei è a conoscenza di altri fatti particolari che sono accaduti in via Del Melo successivamente all'omicidio, in particolare ad un fatto alla quale sua sorella, cui prima ha fatto riferimento, ha preso visione diretta?
MID:
No.
LM:
Un ragazzo che si sfilava un guanto con un coltello in mano?
MID:
Mm...
LM:
Sua sorella non le ha raccontato niente?
MID:
Sì, mi ha raccontato.
LM:
Che cosa le ha raccontato?
MID:
Di questo che aveva visto, notato qualcuno nel vicolo che aveva... si è sfilato un guanto e poi l'ha gettato via.
LM:
E aveva un coltello in mano?
MID:
Mi sembra di sì, che abbia detto questo.
LM:
Comunque questa circostanza le è stata riferita da sua sorella che ha visto l'episodio?
MID:
Sì, io non l'ho visto.
LM:
È successo alcuni giorni dopo l'omicidio?
MID:
Mi sa un po' più in là nel tempo.
LM:
Sua sorella come si chiama?
MID:
Olga.
LM:
E vive con lei?
MID:
Sì.
LM:
Grazie.

Difesa - AVV. Rocchi

DR:
Quali sono le ragioni che l'hanno spinta a fare le dichiarazioni?
MID:
Le ragioni... perché dopo tanto tempo ero un po' titubante anche perché non avevo conoscenza, se questo mio ricordo potesse essere utile e poi sono stata, sono venuti a casa dopo tanto tempo, dopo circa un anno dei giornalisti dicendo che comunque si cercavano altri dettagli, anche cose insignificanti, che potessero essere utili anche se per noi non lo erano di fatto, quindi ci hanno invitato, se potevamo andare comunque a rendere la nostra deposizione ai fini...
DR:
Quindi sono stati i giornalisti a darle queste indicazioni?
MID:
Ci hanno detto che queste cose potevano essere... se eravamo disposte anche a dirlo.
DR:
Le è stato detto, quando ha reso le dichiarazioni, che non avrebbe dovuto parlarne con nessuno?
MID:
Sì, sì.
DR:
Ma lei quella stessa notte ha parlato con sua sorella di quello che avevate sentito?
MID:
Cioè la notte... non ho capito.
DR:
La stessa notte che ha sentito questi rumori.
MID:
Dopo avere visto il 2 tutto quello che è successo abbiamo pensato tante volte, ripercorrendo con la memoria, la sera prima, tutti i nostri spostamenti e abbiamo convenuto insieme di avere sentito questi rumori.
DR:
Ma quella stessa notte ne avete parlato?
MID:
No, no, quella notte no perché eravamo tutte e due a letto comunque.
DR:
Quando lei è stata sentita è stata sentita insieme a sua sorella?
MID:
Sì.
DR:
Cioè eravate proprio insieme?
MID:
Prima una e poi l'alla.
DR:
Separatamente quindi?
MID:
Sì, sì.
DR:
Grazie.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Può essere più precisa circa i giornalisti che l'hanno contattata, si ricorda il nome?
MID:
Del giornale dell'Umbria.
CDV:
Un certo signor Castellini?
MID:
Sì. La prima volta è venuto un altro giornalista, Fois si chiama.
CDV:
È venuto a casa sua proprio?
MID:
Sì, sì.
CDV:
E lei l'ha fatto entrare?
MID:
Sì, non ha bussato al citofono comunque, direttamente nella porta di casa e io pensando che fosse un inquilino ho aperto direttamente.
CDV:
Come si è giustificato questo signore? Che cosa le ha detto?
MID:
Mi ha detto che stavano conducendo un'inchiesta loro e se qualcuno del vicinato potesse avere sentito qualcosa o comunque avere avuto qualche percezione che poteva essere per noi personalmente insignificante, ma che alla luce poi potevano risultare importanti.
CDV:
Dopo questo lei ha deciso di andare dal Procuratore?
MID:
Ci hanno detto che queste cose forse potevano essere utili e quindi noi abbiamo accolto questa, siamo andati poi in Procura.
CDV:
Quando dice: "siamo andati", vuol dire che è andata insieme a questo signor Fois?
MID:
Sì, ci ha accompagnato anche lui.
CDV:
Lei conosce la signora Capezzali Nara?
MID:
Di vista sì perché abitiamo, siamo vicine di casa.
CDV:
Ha mai parlato con la Capezzali Nara prima del giornalista di queste vicende di cui stiamo trattando oggi?
MID:
No, no, non abbiamo mai parlato anche perché non abbiamo una grande confidenza, ci vediamo così, però non abbiamo mai parlato di questo.
CDV:
Guardando la vallata la sua casa rispetto alla casa della signora Capezzali è sulla destra o sulla sinistra?
MID:
La nostra casa è più sulla sinistra.
CDV:
Quindi guardando dalla finestra nella vallata l'appartamento della signora Capezzali è sulla destra?
MID:
Sì, però siamo sulla stessa linea, quindi non ci vediamo di fronte, siamo sullo stesso lato.
CDV:
Però se lei si affaccia dalla finestra il balcone della casa della signora Capezzali è sulla destra?
MID:
Sì.
CDV:
La strada via Del Melo ce la può descrivere?
MID:
È un vicolo, un vicolino.
CDV:
Quanto è largo?
MID:
Le dimensioni così numeriche non gliele so dire.
CDV:
Non sono di Perugia quindi le chiedo...
MID:
Neanche io.
CDV:
Ci passa una macchina?
MID:
È molto stretta, ci sono anche delle macchine che passano però è molto, molto stretta. Io lo definisco più vicolo.
CDV:
Lei ha seguito le vicende di questo processo dai giornali, dalle televisioni?
MID:
Poco. I primi tempi, le prime volte, ma cerco di non seguire tutte le vicende.
CDV:
Lei è a conoscenza che c'è stata un'udienza preliminare nel periodo settembre - ottobre del 2008 che è durata più di un'udienza?
MID:
Sì.
CDV:
Che è terminata il 28 ottobre 2008?
MID:
No, le date non ho bene... so che c'è stata certamente, ma non so bene le date.
CDV:
Tornando invece a sua sorella con la quale avete comunque avuto un confronto, sua sorella racconta anche, sempre nella deposizione dell'8 novembre 2008 che aveva visto una macchina parcheggiata.
MID:
Sì.
GM:
Questa è una contestazione a dichiarazioni? Non ho capito.
GCM:
Sì, prendiamo atto di questa, siccome Avvocato non abbiamo ancora acquisito le dichiarazioni della sorella non le abbiamo a disposizione e non le possiamo utilizzare come elemento per porre domande e tanto meno le possiamo utilizzare... magari facciamo le domande.
CDV:
Lei ha parlato con sua sorella del fatto che se c'era una macchina nel parcheggio di via Pergola?
MID:
Ne abbiamo parlato così, ma...
CDV:
Sua sorella le ha detto qualche cosa in merito?
MID:
Non precisione, anche lei ha avuto, le è sembrato, ma non ci siamo soffermate noi a parlare, a discutere su questo.
CDV:
Non ho altre domande.

Pubblico Ministero - Dott.SSA Comodi

MC:
Lei ha detto che quel vicolo è molto stretto e che sentire dei rumori era abbastanza usuale.
MID:
Sì.
MC:
Ha detto pure che dopo che è stata contattata dai giornalisti con sua sorella ha fatto mente locale ripercorrendo nella memoria il ricordo di quella sera.
MID:
Certo.
MC:
Può dire alla Corte se quel rumore che lei alla fine ha ricordato, cioè i passi svolti, anzi di una persona che correva, era in qualche modo diverso rispetto ai rumori che sentiva di solito?
MID:
No, non ho avuto... mi sembrava un rumore di passi di corsa che avrei potuto sentire anche qualche altra sera, non erano dei passi particolari.
MC:
Caratterizzanti?
MID:
No, no.
MC:
Quindi come mai ha avuto questo ricordo preciso di quella notte?
MID:
Perché certamente la cosa ci ha molto scioccate, quindi il giorno dopo abbiamo cercato di ripensare tante volte a quello che avevamo fatto o potuto sentire quella notte perché comunque è stata abbastanza... qualcosa che ci ha toccato molto profondamente, quindi con la mente abbiamo cercato di ricordare anche i dettagli che per noi insignificanti se potevano essere...
MC:
Ma nei giorni immediatamente precedenti o immediatamente successivi o comunque anche andando più a ritroso nel tempo nel suo percorso a ritroso oltre che quella sera ha individuato altre sere in cui ha sentito persone correre nella stessa maniera in cui l'ha sentito quella notte?
MID:
Non mi ricordo, non ho...
MC:
Quindi è esatto dire che è riuscita a ricordarsi di quella corsa perché solo quella notte, almeno in un periodo così immediatamente precedente e successivo, solo quella notte ha sentito dei passi di corsa?
MID:
Nel periodo precedente e successivo sì, cioè non mi ricordo che abbia sentito altri passi o il giorno prima o il giorno dopo, no.
MC:
Grazie.
GCM:
Può andare.