Luca Lalli's Additional Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
June 5, 2009 ESAME DEL CONSULENTE — DOTT. LUCA LALLI
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero
LL Luca Lalli Witness being questioned Consultant in forensic medicine
GB Giulia Bongiorno Sollecito defense lawyer Avvocato
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
CIV Civil party's lawyer Unnamed lawyer Avvocato
DD Donatella Donati Sollecito Defence lawyer Avvocato
GCM:
Viene introdotto il Dottor Luca Lalli, proseguendo l'esame al quale era stato sottoposto, sulla base di quelle due foto, qualche foto mi pare...
MC:
e La lesione è una, forse le foto sono due sì. Quindi è considerato sempre sotto giuramento, posso iniziare?
GCM:
Sì, certo.
MC:
Grazie Presidente. Se vuole già aprire... innanzi tutto però, Dottor Lalli, vorrei che lei chiarisse come è avvenuto l'esame autoptico, ovvero chi era presente...
CIV:
Presidente, chiedo scusa al Pubblico Ministero se interrompe, non so se è il caso di rinnovare l'invito alle porte chiuse nella proiezione di queste due foto, se ritiene.
GCM:
Trattasi di quelle due foto che riguardano le braccia?
MC:
Ce n'è una, probabilmente sarà necessario far vedere l'intero corpo supino di Meredith.
GCM:
D‘accordo, si può procedere a porte chiuse allora.
CIV:
La ringrazio Presidente.
GCM:
Quindi sulla base della evidenziazione della Parte Civile le parti si riportano alle considerazioni già svolte, la Corte di Assise, visti gli articoli 472 e 473, dispone procedersi a porte chiuse.
MC:
Allora dottore dicevamo se cortesemente può riferire chi era presente nel corso dell'esame autoptico e chi faceva cosa.
LL:
Allora presente ero io come consulente del Pubblico Ministero, c'erano dei collaboratori dell'Istituto di Medicina legale per ovviamente dare una mano nella esecuzione dell'accertamento autoptico e la Polizia Scientifica per l'esecuzione degli accertamenti fotografici e la filmatura di tutta l'autopsia, quanto meno degli elementi principali dell'autopsia.
MC:
Ecco, quindi è stata la Polizia Scientifica a scattare le foto dell'autopsia.
LL:
Sì.
MC:
E sono della Polizia Scientifica le foto che lei ha utilizzato...
LL:
Sì.
MC:
...per redigere la relazione autoptica.
LL:
Sì, mi sono state consegnate a distanza di un paio di giorni in un cd che poi io ho riconsegnato all'udienza del GIP, nel momento in cui c'è stata la, fissata la consegna della perizia del GIP.
MC:
Lei ha mai fatto foto autonome?
LL:
Sì, alcune foto sono state scattate autonomamente ma molto poche e comunque sono tutte, tutte le foto utilizzate sono quelle che sono nel cd, nel DVD che è stato depositato contestualmente alla relazione e poi è stato agli atti consegnato agli atti.
MC:
Benissimo. Quindi riferisca bene, cioè la Polizia Scientifica ha fatto queste foto e il filmato...
LL:
E il filmato.
MC:
...e il DVD dell'autopsia.
LL:
Sì.
MC:
O quanto meno delle parti rilevanti...
LL:
Sì.
MC:
...cioè dei momenti rilevanti dell‘autopsia.
LL:
Dei momenti rilevanti dell'autopsia sì.
MC:
Dopo di che la Polizia Scientifica le ha consegnato un cd...
LL:
Sì, mi ha consegnato un cd contenente questa documentazione fotografica.
MC:
E lei, è quel Cd Che ha utilizzato per lavorare.
LL:
Sì.
MC:
In sostanza.
LL:
Sì.
MC:
E anche le foto che sono state stampate nella sua relazione sono state scattate dalla Scientifica?
LL:
Si, si.
MC:
Quindi in sostanza come aveva detto il dottor...
LL:
Ad eccezione di quelle, ad eccezione di quelle della regione genitale perché in quella circostanza non era presente la Polizia Scientifica, quelle sono state fatte da me personalmente, quelle foto della regione genitale, durante l'ispezione effettuata con la collaborazione del ginecologo...
MC:
Del ginecologo dottor Epicoco.
LL:
Dottor Epicoco, sì.
MC:
E quelle foto sono precedenti o successive all'esame autoptico.
LL:
Sono precedenti.
MC:
Ovviamente.
LL:
Perché è stato fatto in epoca, il giorno prima dell'esame autoptico.
MC:
Quindi, nel corso dell'ispezione esterna del cadavere, come si dice?
LL:
No quella fu una, fu una attività mirata alla valutazione dell'apparato genitale.
MC:
Ho Capito. E quindi il giorno prima dell'esame autoptico.
LL:
Si il giorno prima. Gli esami, l'ispezione cadaverica e poi la successiva indagine necroscopica è stata fatta tutta contestualmente il giorno dell'autopsia.
MC:
Quindi quelle mani con i guanti che noi vediamo, con il centimetro, in quasi tutte le foto?
LL:
si sono... quasi esclusivamente le mie, potendosi trattare eventualmente di qualche collaboratore che ha, sotto la mia indicazione, evidenziato un determinato aspetto.
MC:
Ho capitoi Allora, veniamo adesso all'oggetto specifico per cui è stato disposto il suo richiamo, è emerso nel corso della scorsa udienza, sono emerse in sostanza due apparenti contraddizioni...
LL:
Contraddizioni.
MC:
Ecco, comunque due apparenti discrepanze rispetto alla sua relazione. Da un lato l'indicazione di certe lesioni sul braccio destro anziché sul braccio sinistro...
LL:
Sì.
MC:
...e la difesa ha evidenziato, ed effettivamente io... dica lei ma effettivamente è così, che si tratti del braccio sinistro posizionato in un certo modo e non del braccio destro.
LL:
Sì...
MC:
Aspetti, dopo la lascio libera di parlare, di scatenarsi esatto, dall'altro che ci sarebbe una lesione che l'Unità Analisi Crimine Violento ha inserito, cioè la cui foto è stata inserita nella relazione dell'U.A.C.V. della Polizia Scientifica, e che lei non avrebbe preso in considerazione, addirittura è stato anche detto che non era la foto contenuta praticamente nel bagaglio diciamo conoscitivo a sua disposizione. Quindi riferisca...
GB:
Questo non lo abbiamo detto, quello che è stato, cioè che non era nel bagaglio conoscitivo, noi abbiamo detto che...
MC:
Che non e stata descritta.
GB:
...che lui, nella sua relazione non ha descritto questa foto.
GCM:
Va bene, prego. Si era quello, sulla descrizione... prego.
MC:
Vada, dottor Lalli.
LL:
Sì allora, dunque riesaminando dopo le giuste indicazioni, riesaminando la documentazione fotografica nonché la mia relazione, effettivamente devo ammettere di aver commesso un errore di identificazione topografica, cioè l'indicazione del braccio destro rispetto al sinistro e di non aver nella relazione indicato e segnalato una piccola, minuta, lesione alla faccia laterale del gomito di sinistra. In particolare la relazione, nella relazione si fa riferimento a questa immagine fotografica, identificando una duplice...
GCM:
Possiamo identificare la foto, quale foto sia?
MC:
Allora guardi Presidente... aspetti, il suo numero qual e dottor Lalli? Indichi il numero della foto cosi come catalogata da lei.
LL:
Dunque la foto non è stata catalogata con numeri o con indicazioni, posso solamente mettere a confronto la foto e indicare le pagine nella relazione nella quale la stessa è stata inserita ed in particolare la lesione descritta dal sottoscritto nella sua relazione a pagina 32.
MC:
Presidente, Chiedo scusa, se possibile io vorrei avere un attimo a disposizione per l‘esame di questo DOTT. LALLI la relazione dell'U.A.C.V. depositata, però non in cd ma in cartaceo perché non ce l'ho. Pagina 32, per comodità della Corte ho voluto prendere anche la relazione dell'U.A.C.V. perché la foto di pagina 32 della relazione del dottor Lalli corrisponde alla figura l7 di pagina 14 della relazione dell'U.A.C.V. della Polizia Scientifica. È questa qua.
GCM:
Prego, può proseguire. Abbiamo identificato la foto alla quale si riferisce.
LL:
Dunque io, ripeto, ho utilizzato questa fotografia per identificare le due lesioni ecchimotiche descritte nella relazione che però sono state indicate nella relazione come localizzate alla faccia postero laterale gomito destro. Nella realtà trattasi di un errore di localizzazione dovendosi leggere faccia mediale del gomito sinistro. Questo è facilmente ricostruibile da una immagine, che può essere proiettata ed ingrandita eventualmente, nella quale non si evidenzia a livello della faccia postero laterale del gomito destro alcuna lesione ecchimotica che sarebbe invece divenuta effettivamente ben evidente. Questo purtroppo è sfuggito e anche nelle successive fasi poi di ridiscussione della, del caso non e mai stato...
MC:
Evidenziato questo... va bene.
LL:
...non è mai stata evidenziata dal sottoscritto questa discrepanza.
MC:
Va bene.
LL:
Nell'altro elemento che viene qui portato in discussione, trattasi della foto che viene identificata come DSC0138 e...
MC:
E che, chiedo scusa...
LL:
Prego.
MC:
...corrisponde alla figura 18 della relazione, sempre di pagina I4 della relazione dell'U.A.C.V. della Polizia Scientifica.
LL:
Non so quale delle tre sia perché ce ne sono tre che identificano la stessa regione corporea...
MC:
No...
LL:
Ce ne sono tre che identificano...
MC:
Allora questa qui, la 138 corrisponde alla figura 18 della relazione dell'U.A.C.V.. Va bene, comunque lei conferma,..
LL:
Dunque qui trattasi della faccia laterale del gomito sinistro, quindi diciamo la parte contro laterale a quella delle due lesioni che sono state precedentemente descritte e della cui, e del cui diciamo errore è stato oggi dato atto.
MC:
Questa qui perché l'ha fotografata e poi non, l'ha fatta fotografare, l'ha centimetrata e poi non l'ha descritta? C'è una ragione?
LL:
Perché mi è sfuggita.
MC:
Perché le e sfuggita,
LL:
Sicuramente perché mi è sfuggita, nel senso che quello che si può intravedere è una tenuissima, del tutto superficiale, molto tenue lesione che, verosimilmente di natura ecchimotica, ma di modestissima e limitatissima estensione ed entità.
MC:
Ed è in posizione contro laterale...
LL:
Contro laterale a quelle del...
MC:
Le due che abbiamo visto prima.
LL:
...le due che abbiamo visto prima, esatto.
MC:
Quindi non so se è chiaro, le due che abbiamo visto prima non sono sopra il gomito destro...
LL:
No, sono sotto il gomito sinistro.
MC:
...ma sono sotto il gomito sinistro e sopra...
LL:
Questa è sopra il...
MC:
...qui in corrispondenza...
LL:
... gomito sinistro.
MC:
...C'è quest'altra.
LL:
Sì.
MC:
Che lei si è dimenticato di descrivere. Va bene per me nessun'altra domanda Presidente.
GCM:
Se ci sono domande... le Parti Civili non hanno domande. Prego la difesa Sollecito.
GB:
Sono l‘Avvocato Bongiorno. Con riferimento a questa fotografia che quindi lei non ha descritto, a questa lesione che lei non ha descritto nella sua relaziona le voglio chiedere, in funzione anche del modo in cui è stato trovato il corpo, lei può affermare o escludere che si tratti di una ipostasi?
LL:
Allora la problematica della differenziazione fra una ipostasi e una ecchimosi è, come accennato la volta precedente, derivante dalla evidenziazione della regione topografica e di quelle che possono essere le regioni circostanti. Ora, su una foto, ecco su una foto un pochino più particolareggiata si intuisce questa area di, evidentemente di aspetto leggermente più chiaro, sulla quale si inserisce questa minima, minimissima lesività. Il non aver il sottoscritto effettuato una incisione della lesione, chiamiamola lesione, di questa apprezzabile... lascia intuire quella che è la mia personale posizione, mia per identificarla come seppur tenute comunque lesione ecchimotica.
GB:
Volevo chiederle una cosa, giusto per chiarezza, ci son due serie di foto autoptiche, alcune che riguardano l'omicidio, con il titolo “Omicidio inglese”...
LL:
Sì.
GB:
...l'altra con il titolo “Autopsia Kercher”.
LL:
Sì, sono state...
GB:
Ci può dire, le finisco la domanda così è più facile, ci può dire da chi sono state fatte queste foto?
LL:
Glielo dico subito, nel senso che le fotografie, dunque le fotografie che vengono, che sono state inserite nel file, nella cartella identificata come “Autopsia di Kercher Meredith” sono quelle che sono state estratte dal cd della Polizia Scientifica; differentemente le...
GB:
Perché sembrano diverse queste foto, tecnicamente.
LL:
Si sono diverse anche sulla estensione proprio del numero della foto, queste sono le foto che sono invece state effettuate dal sottoscritto, quelle inserite all'interno della cartella denominata “Esame esterno e autopsia Meredith”.
GB:
A proposito della risposta che aveva dato al Pubblico Ministero, vedendo il filmato della autopsia noi abbiamo visto adesso queste foto, le due lesioni del gomito sinistro sono sulla faccia latero posteriore del gomito e non sulla superficie mediale come diceva lei, lei invece conferma...
LL:
Sono sulla... sono sulla fascia mediale del gomito sinistro.
MC:
Rivediamole.
LL:
Prego.
GB:
Magari le rivediamo così ci dice qual è il suo parere.
LL:
Sì. Allora la fotografia che individua la regione laterale del gomito...
GB:
Le altre due fotografie, non questa.
LL:
Si.
GCM:
Se possiamo sempre anche dire le foto quali siano.
GB:
Sì ora le diciamo, appena compaiono.
LL:
Questa.
GB:
Sì questa, questa come la descriverebbe?
LL:
Io la descrivo come... una posizione del cadavere secondo le cose, postero, postero mediale del gomito,
GB:
Diciamo che foto è sennò poi ci perdiamo durante la trascrizione.
MC:
Foto 11.
LL:
E la foto DSC0111.
GB:
Un'ultima domanda per capire le ragioni per le quali invece lei non aveva descritto che invece compare nelle fotografie, ripeto le fotografie nella quale è descritta, come diceva il Pubblico Ministero e sono d'accordo è la figura 18 di pagina 14 della famosa relazione Unità Analisi Crimine Violento. Le ragioni per le quali lei ha deciso di non descriverla o...
LL:
Probabilmente è stata una dimenticanza che appunto non ha più portato una, una correzione. Oggi non posso...
GB:
Dirlo.
LL:
...ricostruire altro se non il dire che è stato un errore...
GB:
Comunque la sua valutazione che si tratta di lesioni modeste, da quello che ho capito.
LL:
Quella che vediamo identificata e di cui si discute oggi, identificabile nella sua, con le foto DSC0138, DSC0139 e DSCR0140 sono del tutto, molto, molto modeste.
GB:
Grazie, io ho finito.
GCM:
Se ci sono domande...
DD:
Sì, se posso soltanto una precisazione.
GCM:
Prego.
DD:
Quindi, a quanto ho capito, in base al fatto che lei non ha effettuato poi una analisi di questa cosiddetta lesione, lei allo stato...
GCM:
Descrizione, Avvocato.
LL:
Non è stata descritta nella relazione.
DD:
No, se ho capito bene prima diceva che non ha fatto analisi istologica di questa...
LL:
No.
GCM:
Non ha fatto l‘incisione diciamo.
LL:
Non ho fatto l'incisione.
GCM:
Prego.
DD:
Quindi l'analisi istologica serve anche per verificare se si tratta di ecchimosi, giusto?
LL:
Sì.
DD:
Ecco. Quindi io le vorrei chiedere questo, allo stato quindi noi non abbiamo elementi oggettivi per dire che quella è una lesione piuttosto che una ipostasi.
LL:
Abbiamo un elemento indiretto, ma del tutto indiretto che deriva dal fatto che è un margine che si distingue rispetto a una zona circostante di cute di colorito differente, che è in zona ipostatica nella quale l'ipostasi non si è fermata perché era una zona di contatto dell'arto con il piano.
DD:
Ecco, perché se possiamo ricordarlo dato che lei intervenne praticamente subito, la povera Meredith Kercher, il cadavere di Meredith Kercher, come fu ritrovato? In particolare il braccio di cui stiamo palando, quindi il braccio sinistro.
LL:
Lo riprendiamo subito, allora riprenderei quella della mia relazione in maniera da avere...
DD:
La primissima foto praticamente...
LL:
Sì, in maniera di avere elementi di... la posizione in cui viene...
DD:
Ecco qua.
LL:
...rinvenuta la ragazza era questa.
DD:
Quindi il braccio sinistro come era?
LL:
Quindi il braccio sinistro... cerco un attimino di orientare... il braccio sinistro si trovava in una posizione lievemente addotto rispetto al corpo, con il gomito flesso rispetto al braccio, quindi l'avambraccio, il gomito, braccio e avambraccio (incomprensibile, fuori microfono) e la mano leggermente reclinata Verso la spalla.
DD:
Benissimo. La foto è la numero?
LL:
E' la foto che è inserita a pagina 4 della relazione, pagina 4 della relazione.
DD:
Sì. Quindi in base alla posizione in cui fu rinvenuto il cadavere e in base a cui appunto fu trovato il braccio sinistro, quella che abbiamo visto prima nella fotografia 138 potrebbe essere compatibile con una ipostasi?
LL:
Potrebbe esattamente essere compatibile anche con una ipostasi anche se la percezione che ebbi all‘epoca, anche se documentata con il centimetro vicino proprio per evidenziarne le dimensioni, mi fa presupporre che all'epoca ebbi come percezione personale quella di trattarsi non di una traccia ipostatica ma di una lesione ecchimotica del braccio... (incomprensibile, fuori microfono).
DD:
Va bene, grazie.
GCM:
Se non ci sono altre domande, il Pubblico Ministero non ha ulteriori domande, possiamo quindi congedare il consulente, dottor Lalli.