Leonardo Fazio's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DEL TESTE - FAZIO LEONARDO -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
LF Leonardo Fazio Witness being questioned Student who knew Raffaele Sollecito
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
DR Daniela Rocchi Defense Counsel for Raffaele Sollecito Avvocato
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato
CRT Corte "The Court" (Individual not identified by name in transcript)

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 4 97 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO.

GENERALITÀ: Fazio Leonardo, nato a Cosenza il 5 aprile 1984.

GCM:
Prego Pubblico Ministero.

Contents

Pubblico Ministero - Dott. Mignini

GM:
Lei è all'Onaosi?
LF:
No.
GM:
Nel 2008, l'anno scorso quindi, lei viveva presso il collegio maschile Onaosi?
LF:
Sì.
GM:
Da quanto tempo?
LF:
Da cinque anni.
GM:
Quindi dal 2003?
LF:
Sì.
GM:
Lei ha conosciuto Sollecito Raffaele?
LF:
Sì.
GM:
Com'era, come si comportava con lei? Era espansivo, era aperto?
LF:
Con me era un ragazzo normale, tranquillo, schivo, studiava.
GM:
Faceva amicizia facilmente oppure era un po'... c'era qualche difficoltà?
LF:
Io l'ho conosciuto il secondo anno che ero in collegio perché non eravamo sullo stesso piano, ma una persona tranquillissima, normale.
GCM:
Tranquilla sì, ma chiede il Pubblico Ministero come socievolezza, come rapportarsi agli altri c'era questa oppure viveva da solo?
LF:
Viveva da solo quando studiava.
GM:
Lei il 27 maggio 2008 alla Squadra Mobile ha detto questo: "era un giovane tranquillo e molto introverso", lo conferma?
LF:
Sì, sì.
GM:
Lei sa se il Sollecito si dilettasse nel vedere film pornografici o di altro genere?
LF:
No, che io sappia no.
GM:
Che ne possedesse?
LF:
No.
GM:
Lei ha dichiarato il 27 maggio 2008: "sono a conoscenza che il Sollecito era in possesso di film pornografici", è vero quello che dice oggi o è vero quello che ha detto prima?
LF:
In possesso io non li ho mai visti.
GM:
Lei ha firmato, l'ha dichiarato e ha firmato.
GCM:
Lei ha sentito il Pubblico Ministero che le legge precedenti sue dichiarazioni e gliene fa oggetto di contestazione, significa: "guarda che hai fatto quella dichiarazione".
GM:
L'anno scorso poi.
GCM:
Oggi qua lei è chiamato a dire in tutta verità le circostanze a lei note con l'impegno e la consapevolezza delle responsabilità.
LF:
Io ho dichiarato che non ho mai visto film insieme a lui o che era in possesso...
GCM:
Ascolti le domande e poi risponda.
GM:
Io le chiedo se lei era a conoscenza che Sollecito fosse in possesso di film pornografici?
LF:
No.
GM:
Lei ha detto quindi il 27 maggio 2008 una cosa falsa.
LF:
Non ricordo.
GM:
Non ricorda, glielo sto dicendo!
GCM:
Lei ora qui è pubblico ufficiale, sta espletando un ufficio per l'espletamento del quale sono previste, ove risultasse che lei non ha adempiuto come lo deve adempiere sono previste delle conseguenze gravi, oltre quelle morali, giuridiche, cioè è previsto il reato di falsa testimonianza punito assai gravemente, fino a cinque anni di reclusione oltre al testimone reticente che non risponde alle domande su circostanze allo stesso note. Il Pubblico Ministero le fa presente che il 27 maggio 2008 lei ha reso delle dichiarazioni, le fa delle domande e se le risposte di oggi...
LF:
Io sincerai non ricordo.
GCM:
Oggi non lo ricorda.
GM:
Le ho letto quello che ha dichiarato. Vuole che glielo rilegga?
LG:
Glielo faccia vedere.
LM:
Sentiamo anche chi sono i verbalizzanti.
GM:
No, no, i verbalizzanti...
GCM:
Scusi, vediamo intanto se la firma è la sua.
GM:
Pregherei la Difesa di astenersi dal fare queste osservazioni! Questi sono atti pubblici, redatti da pubblici ufficiali, un ufficiale di Polizia Giudiziaria e altro agente di Polizia Giudiziaria e quindi diciamo che non tolleriamo queste illazioni!
GCM:
La firma è sua?
LF:
Sì, sì, è mia.
GCM:
Si ricorda di avere reso queste dichiarazioni?
LF:
Sì.
GCM:
Lei quando le rendeva diceva una cosa diversa dal vero oppure diceva la verità?
LF:
Sicuramente dicevo la verità.
GM:
Però adesso non se lo ricorda...
LF:
Eh non me lo ricordo.
GM:
Dopo un anno non se lo ricorda.
LF:
No.
GM:
Si ricorda che cosa faceva, quali erano i suoi sport, i sui passatempi preferiti?
LF:
Andava sicuramente in palestra, il resto...
GCM:
Scusi perché dice che andava sicuramente? Perché ci andavano tutti? Che vuole dire "andava sicuramente", andava in palestra.
LF:
Sì.
GM:
Quale palestra?
LF:
Non lo so, non mi ricordo.
GM:
Lei ha dichiarato che frequentava la palestra di Rosi, sempre in quell'occasi.
LF:
Sì, questo sì, questo me lo ricordo.
GM:
Quando ha visto... lei conosce Francesco De Robertis?
LF:
Sì.
GM:
Si ricorda il giorno della laurea di De Robertis?
LF:
Sì.
GM:
Si ricorda se c'era anche Raffaele Sollecito?
LF:
Sì.
GM:
Si ricorda che giorno era?
LF:
Era il 31 ottobre.
GM:
Anno?
LF:
Due anni fa, 2007.
GM:
Vedo che questo se lo ricorda bene, però. Dove vi siete visti?
LF:
Con chi?
GM:
Dove ha visto Raffaele?
LF:
Alla laurea di Francesco.
GM:
In che luogo? Il luogo materiale, l'occasione è la laurea, il luogo materiale, dove stavate?
LF:
Al ristorante se non mi sbaglio.
GM:
Lei ha dichiarato al Rettorato.
LF:
Al Rettorato prima e dopo al ristorante.
GM:
Raffaele è venuto da solo o in compagnia?
LF:
Forse in compagnia.
GM:
Lei ha dichiarato da solo.
LF:
Non lo so, non ricordo.
GM:
Con che è venuto? A piedi, è venuto...
LF:
Dove? Al Rettorato?
GM:
Nell'occasione. Lei ha detto che vi siete visti alla laurea, al Rettorato per la laurea...
LF:
E siamo andati tutti a piedi al Rettorato.
GM:
E Raffaele è venuto a piedi?
LF:
Non lo so.
GM:
Lei ha dichiarato che aveva un'Audi A3 scura, altra contestazione. Qui andiamo avanti frasi dopo frase e io le sto facendo contestazioni, cioè lei sta dicendo oggi il contrario di quello che ha detto un anno fa.
LF:
Sinceramente non mi ricordo.
CDV:
Scusi non è corretto il commento "contrario", ha detto che non si ricorda oggi la fattispecie di cui ha riferito nelle dichiarazioni, quindi non è contrario.
GM:
Questo lo valuterà la Corte d'Assise, io sto facendo delle contestazioni!
GCM:
Scusate, evitiamo a "contrario", prendiamo atto delle contestazioni e delle risposte, poi le valutazioni si faranno.
GM:
Quando è stata l'ultima volta che ha visto Raffaele Sollecito?
LF:
Il 4 novembre.
GM:
2007?
LF:
Sì.
GM:
Con chi era, era da solo o in compagnia?
LF:
Era con Amanda.
GM:
L'ha conosciuta in quell'occasione?
LF:
Si.
GM:
Che cosa facevano i due?
LF:
Niente, ci siamo visti la partita insieme.
GM:
Sa che era successo il delitto?
LF:
Io?
GM:
Sì.
LF:
Sì, sì, lo sapevo dai giornali.
GM:
Ma lei è rimasto colpito da qualche particolare?
LF:
No.
GM:
Allora le contesto, per l'ennesima volta...
LF:
No, erano tranquilli, erano là che parlavano tra di loro.
GM:
Ma questa cosa l'ha colpita o la trovava normale?
LF:
Colpita...
LM:
È una valutazione.
GM:
No.
GCM:
Sentiamo il teste.
GM:
"Siamo entrambi rimasti colpiti dal fatto che Sollecito e Amanda non erano per niente turbati dalla morte dell'amica e si scambiavano effusioni continuamente", glielo sto contestando.
LF:
È una cosa normale, secondo me.
GCM:
Cioè che cosa è normale?
LF:
Se sono fidanzati...
GCM:
No, scusi, il Pubblico Ministero le dice che in quelle dichiarazioni lei vedeva sì Raffaele Sollecito e Amanda Knox che si scambiavano effusioni, lei ora precisa che erano fidanzati, era normale.
LF:
Sì.
GCM:
Però le ricorda il Pubblico Ministero che in quelle dichiarazioni lei specificò una sua constatazione: "siamo rimasti colpiti". Allora le chiede il Pubblico Ministero lei ricorda di avere avuto questo moto di sorpresa, questo stupore manifestato rispetto a quel comportamento che constatava in quell'occasione? Lei se lo ricorda? Glielo ha detto ora... lei deve dire la verità.
LF:
Sì, la verità sto dicendo.
GCM:
Lei deve dire la verità, è un pubblico ufficiale ora, si è impegnato e leggendo le conseguenze, non le ha lette ma ha tutto riferimento e io gliele ho ricordate, è previsto un apposito reato, un delitto di falsa testimonianza oltre che testimone reticente. Va bene?
LF:
Va bene.
GCM:
La differenza è che se dovessimo ritenere che lei è reticente mandiamo subito gli atti al Pubblico Ministero, dovessimo ritenere che lei è falso testimone all'esito, in sede di decisione, mandiamo gli atti alla Procura, questa è la differenza, però sono due delitti. Questo glielo dico perché lei faccia sforzo e nell'espletamento di questo ufficio di testimone lei risponda. Allora lei ricorda di essere rimasto stupito di quel comportamento?
LF:
All'inizio sì, però poi è passato tutto, non abbiamo più parlato.
GM:
Amanda e Raffaele fra loro come parlavano in italiano o in un'altra lingua?
LF:
In inglese.
GM:
Davanti a voi. Voi avete chiesto a Raffaele ed Amanda notizie sul delitto?
LF:
Abbiamo chiesto all'inizio ma loro ci hanno detto: "è meglio non parlare perché siamo stanchi".
GM:
Stanchi perché?
LF:
Sono stati tutto il giorno in Tribunale credo.
GM:
Tribunale?
LF:
No, in Questura.
GM:
Voi avete visto una partita in quell'occasione, chi l'ha accompagnata a casa a lei?
LF:
Raffaele.
GM:
Di che cosa avete parlato in macchina?
LF:
Di niente.
GM:
Perché?
LF:
Perché c'era Amanda che stava parlando al telefono.
GM:
Stava parlando in che lingua?
LF:
In inglese.
GM:
Com'era la macchina di Raffaele, sporca, pulita?
LF:
No, era pulita.
GM:
Lei conosceva bene Raffaele, aveva un rapporto di confidenza con lui o no?
LF:
Non tanto.
GM:
Lei sa che Raffaele è stato... sa per quanto tempo è stato all'Onaosi?
LF:
Credo due anni.
GM:
Due anni?
LF:
O tre.
GM:
Lei sa... quello che lei ricorda.
GCM:
Anche se vede perplessità in chi le fa le domande, quello che lei ricorda.
GM:
In quel periodo sa se Raffaele abbia avuto o meno rapporti sessuali?
LF:
No.
GM:
Non lo sa o no?
LF:
Credo che non li abbia avuti.
GM:
Non ho altre domande.
SP:
Nessuna domanda.
CP:
Nessuna domanda.

Difesa - AVV. Maori

LM:
Lei è stato sentito da due appartenenti alla Questura di Perugia, non mai è stato sentito dai Pubblici Ministeri?
LF:
No.
LM:
Com'è stato quel colloquio che ha avuto con i due agenti di Polizia Giudiziaria, anzi ufficiali della Polizia Giudiziaria? È stato un colloquio tranquillo oppure lei si sentiva un po' pressato?
LF:
No, no, tranquillo.
LM:
Non ha avuto modo di sentirsi a disagio nel momento in cui rilasciava...
SP:
Presidente c'è opposizione, ha già risposto!
LM:
No, visto che ci sono state delle...
GCM:
Avvocato, è vero che è in controesame e quindi può fare anche domande suggestive, però quando abbiamo raccolto la risposta a quella stiamo.
GCM:
Infatti. Prego.
LM:
Lei sa se Raffaele doveva laurearsi?
LF:
Sì.
LM:
E quindi le aveva detto Raffaele che avrebbe dovuto laurearsi entro breve?
LF:
Sì.
LM:
Lei si ricorda se Raffaele si lamentava del fatto che non poteva studiare approfonditamente la tesi che doveva dare a poco perché veniva chiamato molte volte in Questura?
LF:
No.
LM:
Non gli ha mai detto Raffaele che lui doveva andare in Questura molte volte, era stato chiamato molte volte in Questura e quindi non poteva finire di studiarsi la tesi?
LF:
Non ricordo.
LM:
Lei ha parlato del 31 ottobre, la festa di laurea di Francesco De Robertis, quindi era presente anche Raffaele, era arrivato con la famosa Audi A3, poi a domanda del Pubblico Ministero ha detto che si siete andati al Rettorato e poi successivamente dove?
LF:
Io e Francesco De Robertis siamo andati ad allenarci.
LM:
No, siete andati al ristorante.
LF:
Sì, dopo dico.
LM:
Si ricorda il nome del ristorante?
LF:
A Torgiana mi sembra.
LM:
(Postari Donnini)?
LF:
Si.
LM:
Avete pranzato?
LG:
A San Martino in Campo per la precisione.
LF:
Sì.
LM:
Avete pranzato?
LF:
Sì, sì.
LM:
Si ricorda sino a che ora siete rimasti lì?
LF:
Io e Francesco De Robertis fino alle cinque e mezza, sei meno un quarto e poi siamo andati ad allenarci.
LM:
E gli altri?
LF:
Gli altri non lo so.
LM:
Sono andati via prima o dopo o sono rimasti lì?
LF:
Eh...
LM:
Lei quando è andato le altre persone, Raffaele e gli altri suoi amici, erano rimasti lì oppure erano andati via?
LF:
Non ricordo.
LM:
Vi siete meravigliati il giorno in cui avete saputo dell'arresto di Raffaele?
LF:
Sì.
LM:
Perché?
LF:
Perché non ci potevo credere, cioè... perché Raffaele è tranquillissimo.
LM:
Tranquillissimo in che senso? Ha un carattere mite, tranquillo, questo vuol dire?
LF:
Sì, sì, mite.
LM:
Un carattere tale che non potrebbe avere commesso secondo lei...
SP:
Presidente c'è opposizione.
MC:
Questa proprio no!
GCM:
Sì, stiamo solo alle risposte Avvocato.
LM:
E di quest'ultima domanda che le ho fatto, di questa circostanza, non ne ha parlato con gli inquirenti, con coloro che hanno verbalizzato le sue risposte? Quando lei è andato in Questura ha parlato del carattere di Raffaele Sollecito?
LF:
Sì.
LM:
E ha detto loro che Raffaele è una persona mite?
LF:
Pacata.
LM:
Le ha dette queste cose?
LF:
Sì, sì.
LM:
Però non risultano a verbale. Lei è sicuro che ne ha parlato? Era un colloquio fatto precedentemente al verbale oppure nel corso del verbale?
LF:
No, durante il colloquio.
LM:
Quindi lei ha riferito...
LF:
Sì.
LM:
Chi erano queste persone che la sentivano, si ricorda? Uomini, donne?
LF:
Due donne.
LM:
Quindi ha parlato del carattere di Raffaele, mite, poi ha spiegato anche quali erano gli interessi di Raffaele?
LF:
Ho spiegato che sapevo soltanto che andava in palestra da Rosi, ex pugile.
LM:
Che le risulti Raffaele ha mai avuto problemi di carattere disciplinare all'interno dell'Onaosi?
LF:
No.
LM:
Nessun tipo di... Grazie.

Difesa - AVV. Rocchi

DR:
Lei ha conosciuto Raffaele Sollecito nel collegio Onaosi?
LF:
Sì.
DR:
E poi siete rimasti in rapporti anche dopo che Raffaele è andato via?
LF:
Dopo è stato in Erasmus e così tanto contatto con lui non l'avevo.
DR:
Poi quando è tornato?
LF:
Di meno rispetto a prima, sicuramente.
DR:
Però ogni tanto vi vedevate?
LF:
Sì.
DR:
In riferiti alla macchina di Raffaele, lei ha detto che era pulita, ma le risulta che fosse nuova?
LF:
Sì, sì, secondo me era nuova, cioè non l'avevo mai vista la macchina.
DR:
Grazie.

Pubblico Ministero - Dott.SSA Comodi

MC:
Solo sulla macchina; nuova nel senso che non l'aveva mai vista, che significa? Nuova per lui o nuova come modello?
LF:
Nuova come modello per me.
MC:
Ha detto che non l'aveva mai vista, cioè non l'aveva mai vista in possesso di Raffaele o era un modello che non aveva mai visto? Lei ha detto: "nuova, non l'avevo mai vista", mi spieghi quest'affermazione.
LF:
Era nuova e non l'avevo mai vista.
MC:
Non l'aveva mai visto il modello, non l'aveva mai vista la macchina di Raffaele?
LF:
Non avevo mai visto quella macchina.
MC:
Il modello?
LF:
No, il modello l'ho visto in giro.
MC:
Grazie

Pubblico Ministero - Dott. Mignini

GM:
Solo sulla macchina; nuova nel senso che non l'aveva mai vista, che significa? Nuova per lui o nuova come modello?
LF:
Nuova come modello per me.
GM:
Ha detto che non l'aveva mai vista, cioè non l'aveva mai vista in possesso di Raffaele o era un modello che non aveva mai visto? Lei ha detto: "nuova, non l'avevo mai vista", mi spieghi quest'affermazione.
LF:
Era nuova e non l'avevo mai vista.
GM:
Non l'aveva mai visto il modello, non l'aveva mai vista la macchina di Raffaele?
LF:
Non avevo mai visto quella macchina.
GM:
Il modello?
LF:
No, il modello l'ho visto in giro.
GM:
Grazie

Corte

CRT:
In quell'occasione, eravamo al 4novembre 2007, e lei ha riferito che c'era Raffaele Sollecito, Amanda Knox e ha detto che si comportavano come due fidanzati e lei è rimasto stupito, cioè un qualche stupore perché era successo questo fatto così tragico. Oltre a voi tre chi c'era? Quindi Amanda Knox, Raffaele Sollecito e lei, era presente qualcun altro?
LF:
Sì.
CRT:
Chi era?
LF:
Paolo Coppa.
CRT:
Avete tutti e quattro visto la partita?
LF:
Sì.
CRT:
Ha già riferito dell'omicidio. Nella macchina, lei ha detto che Amanda Knox parlava al telefono, chi eravate nella macchina?
LF:
Eravamo io, Raffaele ed Amanda.
CRT:
Con Raffaele Sollecito lei parlava mentre Amanda...
LF:
No.
CRT:
Ad un certo punto lei ha detto che in quest'occasione, 4 novembre 2007, "siamo stanchi" qualcuno ha detto, chi è che lo diceva che erano stanchi, Raffaele Sollecito, Amanda Knox?
LF:
Raffaele.
CRT:
Lei ha mai visto quando era all'Onaosi insieme a Raffaele Sollecito, ha avuto mai occasione di visionare, insieme a Raffaele, dei film a contenuto sessuale o erotico?
LF:
No.
CRT:
Altri film di genere horror?
LF:
No.
CRT:
Prego, su queste ultime domande.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Sì, sulla questione della telefonata di Amanda Knox nella macchina che lei ha riferito essere in inglese. Lei ha idea con chi stesse parlando?
LF:
No.
CDV:
Lei lo capisce l'inglese?
LF:
Non tanto.
CDV:
Ma è durata tanto questa telefonata?
LF:
È durata dal tragitto da casa, da Monte Luce, fino al collegio.
CDV:
Lei non sa se stava parlando con qualche familiare in America?
LF:
No.
CDV:
Grazie.
GCM:
Va bene, può andare.