Helen Powell's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DELLA TESTE - POWEL HELEN MARY ELISABETH -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
HP Helen Powell Witness being questioned Meredith Kercher's friend
CP Carlo Pacelli Lumumba civil lawyer Avvocato
DR Daniela Rocchi Defense Counsel for Raffaele Sollecito Avvocato
MB Marco Brusco Raffaele Sollecito's defense lawyer Avvocato
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 4 97 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO.

GCM:
E' presente l'interprete così lei può ascoltare le domande in lingua inglese e rendere le risposte in lingua inglese, risposte che verranno tradotte in lingua italiana.

Generalità: Helen Powell, nata il 17 novembre 1986 a Redhill, Gran Bretagna.

GCM:
Il Pubblico Ministero può procedere all'esame.

Contents

Pubblico Ministero

GM:
Una piccola premessa. Lei conosceva Meredith Kercher?
HP:
Sì.
GM:
Si ricorda quando l'ha vista l'ultima volta?
HP:
Il 31 ottobre 2007.
GM:
Dove eravate?
HP:
Merlin pub in Perugia, per una festa di Halloween.
GM:
Fino a che ora siete rimasti?
HP:
Circa quattro ore, ce ne siamo andate verso le due.
GM:
Lei è andata via con Meredith e le altre sue amiche?
HP:
No, me ne sono andata con le mie tre amiche di Manchester.
GM:
Quando ha saputo che era morta Meredith, chi gliel'ha detto?
HP:
La sera del 2 novembre mia madre mi aveva chiamato per dirmi che una studentessa era stata uccisa a Perugia.
GM:
A che ora?
HP:
Circa verso le sette di sera.
GM:
Si ricorda poi è andata in Questura?
HP:
Sì, la mia amica Samantha era già stata chiamata e mi chiamò per dirmi che la studentessa che era stata uccisa era Meredith. Quindi sono andata in Questura con i miei coinquilini americani.
GM:
Sapevate come era morta Meredith?
HP:
Solo da quello che avevamo letto su internet nel sito di un giornale che il mio coinquilino americano aveva portato a casa e aveva trovato.
GM:
Quindi l'ha visto quella sera del 2? Ha visto questa notizia?
HP:
Sì, ma su internet.
GM:
E che cosa diceva, come era morta?
HP:
Non diceva se era uno studente maschio o femmina ma che gli era stata tagliata la gola.
GM:
Non diceva se era un ragazzo o una ragazza?
HP:
No.
GM:
Quando è arrivata in Questura, chi c'era nell'attesa?
HP:
Le mi e amiche inglesi, Sophie, Amy, Robin, Samantha, Jade e Nathalie e anche una mia coinquilina era con me e Amanda e Raffaele e le due coinquiline italiane di Meredith con i due ragazzi.
GM:
Si ricorda come erano i presenti, erano turbati, piangevano, oppure erano impassibili.
HP:
Era un po' un miscuglio di cose, le mie amiche inglesi erano molto sconvolte, piangevano molto e le ragazze italiane sembravano molto sconvolte, sconfortate, e Amanda sembrava cercare di fare la coraggiosa e Raffaele era molto tranquillo.
GM:
Amanda cosa diceva? Qualcuno le ha chiesto che cosa aveva visto la mattina, che cosa aveva fatto? Oppure da se stessa lo diceva? Si ricorda?
HP:
Mentre era al telefono con qualcuno disse che era arrivata a casa, che la porta di ingresso era aperta e che entrò e decise di fare una doccia. Ma quando entrò in bagno c'era del sangue ma pensò che fosse sangue mestruale così fece la doccia. Poi notò che c'era della merda, disse la parola "shit", nel water e poi notò la finestra rotta e così chiamò Raffaele e le sue due coinquiline italiane.
GM:
Un attimo. Lei disse anche altri particolari di quello che aveva visto quella mattina in casa oltre a quelli che ha detto?
HP:
Anche che la porta della camera da letto di Meredith sembrava essere chiusa a chiave e questa era una cosa poco usuale ma pensava stesse dormendo.
GM:
Un attimo. Amanda ha detto che era una cosa poco usuale il fatto che la porta della camera di Meredith fosse chiusa? È stata lei?
HP:
Sì.
GM:
Nel racconto che ha fatto. E quindi poi? Ha chiamato Raffaele...?
HP:
Sì.
GM:
E poi che cosa ha detto?
HP:
Che aveva chiamato le due coinquiline italiane e poi disse che arrivò la polizia. Ma non ricordo se disse che lei stessa aveva chiamato la polizia o no.
GM:
Amanda le disse se avesse provato a chiamare Meredith e anche le coinquiline italiane?
HP:
Ricordo delle coinquiline italiane ma non sono sicura se ha detto di aver chiamato anche Meredith.
GM:
Non è sicura o lo esclude?
HP:
Non sono sicura.
GM:
Perché lei nella dichiarazione che ha reso il 28 gennaio 2008 non parla del fatto che lei chiamasse... avesse chiamato Meredith.
HP:
Non ricordo.
GM:
Poi ha parlato Amanda di come era il cadavere? Ha detto qualcosa del cadavere?
HP:
Disse che quando la polizia ha sfondato la porta c'era sangue dappertutto e che c'era il corpo di Meredith avvolto in un piumone nel guardaroba, l'armadio.
GM:
Ha detto proprio nel guardaroba?
HP:
Sì.
GM:
Lei ha ripetuto di averla vista, quindi ha detto di aver visto il cadavere Amanda?
HP:
Non ha detto esattamente se lei lo ha visto o meno, ma dal modo in cui l'ha descritto sembrava l'avesse visto lei stessa.
GM:
Con Raffaele, il comportamento che avevano loro due, Amanda e Raffaele, che cosa facevano durante l'attesa?
HP:
Raffaele non diceva molto, ma dopo che tutte le mie amiche inglesi se ne erano andate, stavo aspettando insieme alle coinquiline di m e i loro ragazzi e avevano risistemato le sedie per rilassarsi meglio. Amanda aveva la testa sulle gambe di Raffaele e lui ha cominciato a cercare di confortarla accarezzando la sua gola.
GM:
Si tenevano per mano anche?
HP:
Sì, anche, prima.
GM:
Si ricorda se si dondolassero?
HP:
Lei un pochino, ma lui no.
GM:
Questo quando è accaduto? Alla fine oppure.
HP:
Che cosa? Il fatto che l'accarezzasse?
GM:
Che si dondolassero, si tenessero per mano. Lei ha descritto. se non ricorda, a pagina 10 del verbale davanti. dovrebbe essere lo stesso.
GCM:
La data?
GM:
28 gennaio 2008. "Erano in piedi e tenendosi per le mani si dondolavano come se danzassero".
HP:
Sì.
GM:
Se lo ricorda or?
HP:
Sì.
GM:
Non ho altre domande.

Avvocato Difesa Pacelli

CP:
Buonasera, sono l'avvocato Pacelli, sono il legale di Patrick parte civile. Mi riferisco a quando lei si trovava in Questura la sera del 2 di novembre. In quell'occasione lei ha sentito dire da qualcuno dei presenti, ed eventualmente dalla signorina Amanda, che la povera Meredith prima di essere uccisa avesse avuto un rapporto sessuale o comunque avesse fatto sesso?
HP:
No.
CP:
Sempre in quell'occasione negli uffici della Questura il 2 novembre, lei ha sentito dire sempre da qualcuno dei presenti che Meredith prima di morire aveva gridato, aveva urlato?
HP:
No.
CP:
Grazie, non ho altre domande.

Avvocato Difesa Rocchi

DR:
Solo una precisazione sul momento di quando ha appreso della morte di Meredith. Si ricorda che ora era?
HP:
Intorno alle otto di sera.
DR:
E qualche sua amica ha fatto qualcosa? Qualche ricerca?
HP:
La mia coinquilina l'ha fatto.
DR:
Che tipo di ricerca ha fatto?
HP:
Mi disse che sarebbe andata in un Internet caffè e volevo che controllasse tra le informazioni per vedere cosa era successo.
DR:
E che cosa è risultato?
HP:
Si diceva che uno studente era stato ucciso a Perugia e che era morto o morta in seguito al fatto che gli era stata tagliata la gola.
DR:
Le contesto solo che, sempre in questo verbale del 28 gennaio 2008, nelle varie parti in cui ha riferito di avere appreso della notizia della morte è stata sempre certo che si trattasse di una ragazza.
HP:
Forse allora la mia memoria era più fresca di quanto non sia adesso.
DR:
Nessun'altra domanda.

Avvocato Difesa Brusco

MB:
Pochissime domande proprio su questa circostanza. In particolare a pagina 6 del verbale del 28 gennaio lei ha detto proprio questo: "la mia coinquilina Allison si è recata in un Internet caffè, ha guardato le news, nell'immediato le notizie verificabili sui mezzi di comunicazione erano che una ragazza inglese era morta con la gola tagliata". Se lo ricorda?
HP:
Sì.
MB:
E questo più o meno che ora era, se lo ricorda?
HP:
Intorno alle sette e mezzo.
MB:
Amanda la conosceva lei prima del 2 novembre?
HP:
No.
MB:
Sa comunque come erano i rapporti fra Meredith e Amanda? Ha mai sentito Meredith lamentarsi di qualcosa?
HP:
No.
MB:
Quella sera, il 2 novembre, sempre in Questura, ricorda il comportamento delle coinquiline italiane? In particolare, ricorda se piangevano?
HP:
Ricordo che erano molto sconvolte, non ricordo se piangessero.
MB:
Dopo quella sera ha avuto modo di incontrare ancora Amanda e Raffaele? È stata contattata da loro?
HP:
No.
MB:
Ricorda de avevano dei graffi, delle ferite, Amanda e Raffaele?
HP:
No.
MB:
Ho finito.

Avvocato Difesa Dalla Vedova

CDV:
Volevo solo una serie di conferme su quello già in realtà detto ma che oggi non è stato ripetuto. Lei si ricorda a che ora è arrivata in Questura?
HP:
Alle otto e mezzo, alle nove, non ne sono certa.
CDV:
E sua madre l'ha avvertita verso le otto con la telefonata che c'era stato un omicidio a Perugia?
HP:
Intorno alle sette o alle otto, le sette, direi.
CDV:
Lei si ricorda che in Questura Amanda a un certo punto ha fatto riferimento alla possibilità che poteva essere chiunque la vittima? E "potevo essere anche io la vittima"?
HP:
Sì.
CDV:
E che reazione ha avuto la stessa Amanda e le altre ragazze a una notizia così?
HP:
La notizia della morte?
CDV:
No, sul fatto che Amanda avesse detto "potevo essere io la vittima" perché aveva fatto la doccia.
HP:
Era una cosa che turbava molto, sconvolgeva molto.
CDV:
E lei si ricorda che Amanda ha detto ha fatto la doccia, l'ha detto prima?
HP:
Sì.
CDV:
E che c'era anche la porta chiusa quindi...
HP:
La porta di Meredith?
CDV:
HP:
Sì.
CDV:
E che c'erano le feci nel bagno?
HP:
Sì.
GCM:
Scusi, era nello stesso bagno della doccia o in un altro bagno? Se lo sa.
HP:
Non posso esserne certa.
CDV:
Quindi lei si ricorda che Amanda ha detto questa frase perché, mentre faceva la doccia, si poteva pensare che c'era l'omicida in casa, visto che stava in bagno?
HP:
Non ne sono sicura, no.
CDV:
Invece la sera prima, sempre in discoteca, anche lei ha dichiarato che aveva visto delle persone di colore nelle due discoteche. (inc.) lo conferma?
HP:
Sì.
CDV:
Ce n'erano tanti? Perché lei ha detto che ne aveva visti tanti.
HP:
No, era solo una atmosfera internazionale in generale.
CDV:
Quindi si ricorda in particolare se qualche straniero internazionale, asiatico, africano, abbia parlato con una ragazza, soprattutto con Meredith?
HP:
No.
CDV:
Lei ha lasciato Perugia nei giorni successivi al ritrovamento?
HP:
Sì.
CDV:
Perché?
HP:
Perché ero sconvolta e volevo stare a casa con la mia famiglia.
CDV:
E ha avuto anche contatti con i mass media?
HP:
Mi hanno chiamato ma non volevo parlare con loro.
CDV:
Lei con le altre ragazze, la Frost, la Purton, la Butterworth, la Hayward e la Rodenburst, ha parlato di questa questione recentemente?
HP:
Quali questioni, i media?
CDV:
No, sulla testimonianza odierna e dei fatti sulla quale lei oggi ha riferito?.
HP:
Sì.
CDV:
E cioè vi siete scambiati le opinioni sul.
FM:
Presidente, c'è opposizione, il teste è in controesame per la difesa Knox.
GCM:
Viene accolta l'opposizione, visto che non ha costituito. Se ci sono altre circostanze relative all'oggetto dell'esame condotto.
CDV:
No, basta, grazie.

Presidente

GCM:
Lei è stata, il 31 ottobre, solo in una discoteca o anche alla Domus successivamente?
HP:
Anche alla Domus successivamente.
GCM:
Questo anche insieme a Meredith?
HP:
No.
GCM:
Quindi vi siete perse di vista?
HP:
No, ero con le mie amiche ma non l'ho vista alla Domus.
GCM:
Non si sono altre domande. La teste viene congedata. La Corte di Assise, ritenuto di aderire alla richiesta formulata, dà incarico all'interprete oggi nominato. sì, volevamo dare l'incarico di tradurre questo documento. Dà incarico di tradurre questo documento al quale si è fatto riferimento, che è stato prodotto dalla difesa della parte civile, avvocato Maresca, nonché dalla difesa Knox, nella sua interezza.