Giacomo Silenzi's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DEL TESTE - SILENZI GIACOMO -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero
GS Giacomo Silenzi Witness being questioned Meredith's boyfriend from downstairs flat
MB Marco Brusco Raffaele Sollecito's defense lawyer Avvocato
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato
LG Luciano Ghirga Knox defense lawyer Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 497 DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO

GENERALITÀ: Silenzi Giacomo, nato il 2 8 settembre 1985 a Fermo.

GCM:
Il Pubblico Ministero può procedere all'esame, il teste è comune a tutte le parti.

Contents

Pubblico Ministero - Dottoressa Comodi

MC:
Lei è a Perugia da quando?
GS:
Dall'anno prima all'accaduto.
MC:
Quindi era a Perugia dal 2 006? .
GS:
Sì.
MC:
E abitava dove, quando è successo il fatto dove abitava?
GS:
Abitavo sempre lì, sempre lì ho abitato prima. Ho abitato sempre lì prima che succedesse.
MC:
Cioè lì intende lì?
GS:
In Via della Pergola.
MC:
Numero 7?
GS:
Sì.
MC:
In quale appartamento dei due?
GS:
Quello al piano di sotto.
MC:
E con chi abitava?
GS:
Con Stefano Bonassi, Marzan Marco e Luciani Riccardo.
GCM:
Parla per tutti, quindi dia vigore alla voce.
GS:
Con Bonassi Stefano, Marzan Marco e Luciani Riccardo.
MC:
E nell'appartamento di sopra chi abitava?
GS:
Allora Meredith Kercher, Amanda Knox...
GCM:
Parli ad alta voce. Si avvicini al microfono, deve consentire a tutti di sentire.
GS:
Meredith Kercher, Amanda Knox, Laura Mezzetti e Filomena Romanelli al piano di sopra.
MC:
Al piano di sopra e queste quattro ragazze quando le ha conosciute, quando sono arrivate, sono arrivate tutte insieme?
GS:
No, all'inizio c'erano Filomena e Laura, quando sono ritornato dopo le vacanze estive di quell'anno.
MC:
Parliamo del 2 007, lei torna dalle vacanze estive quando più o meno, in quale mese?
GS:
Metà settembre.
MC:
Metà settembre.
GS:
Intorno alla metà di settembre, più o meno.
MC:
E trova?
GS:
Laura Mezzetti e Filomena Romanelli che già stavano lì, le abbiamo conosciute.
MC:
Le aveva già conosciute...
GS:
No, le abbiamo conosciute in quei giorni.
MC:
Ecco, le avete conosciute quando lei torna dalle vacanze?
GS:
Sì.
MC:
E poi le altre due quando arrivano?
GS:
Dopo è arrivata Amanda e dopo... No, dopo è arrivata Meredith e dopo un paio di settimane Amanda, sempre verso la fine di settembre, più o meno.
MC:
Fine di settembre Amanda e un paio di settimane prima Meredith.
GS:
Sì.
MC:
E quindi ha conosciuto anehe queste due-?
GS:
Sì.
MC:
Aveva con qualcuna di loro qualche legame particolare?
GS:
Sì con Meredith.
MC:
Cioè?
GS:
Un legame un po' più affettivo diciamo.
MC:
Cioè?
GS:
Cioè avevamo appena incominciato una relazione diciamo, sentimentale.
MC:
Avevate appena cominciato quando è successo il fatto?
GS:
Sì, poche settimane prima.
MC:
Un paio di settimane prima?
GS:
Sì, due o tre settimane, non ricordo bene ora.
MC:
Prima che iniziasse diciamo questa relazione un po' più intima, con le ragazze voi uscivate?
GS:
È capitato di‘passare le serate insieme, anche non tutti insieme con tutte e quattro le ragazze, anche'solo con Meredith o Amanda e è capitato anche serate tutti insieme tipo una cena per approfondire anche le conoscenze.
MC:
Io non sento, scusi.
GS:
È capitato di fare anche qualche...
GCM:
Un pochino più ad alta voce non riesce? Perché è rimasto sempre malgrado le sollecitazioni sempre sullo stesso tono.
GS:
Tendo ad abbassare il tono.
GCM:
Sì, faccia uno sforzo, magari ne faccia due, a ma insomma...
GS:
Abbiamo fatto anche un paio...
MC:
Ma no, questo sforzino noi non lo vendiamo però, anzi soprattutto non lo sentiamo.
GS:
Abbiamo fatto anche un paio di cene per comunque approfondire le conoscenze tra di noi.
MC:
Un paio di cene fuori?
GS:
Sì, sia a casa che fuori.
MC:
Quindi è capitato che siete usciti tutti e 8 insieme?
GS:
Sì, anche con altri amici che conosciamo comunque, che facevano parte...
MC:
E questo in quale perìodo queste cene diciamo collettive?
GS:
A settembre - ottobre del 2007.
MC:
Beh, certo a novembre Meredith è morta, però voglio dire settembre - ottobre nel senso subito sin dall'inizio quindi da quando anche Amanda ha preso possesso dell'appartamento, quindi i primi di ottobre, metà ottobre, prima decina, seconda decina?
GS:
Diciamo una prima metà di ottobre.
MC:
Durante la prima metà di ottobre.
GS:
Durante la prima metà.
MC:
E che rapporti c'erano tra le quattro • ragazze, cioè che tipo di rapporti c'erano?
GS:
Rapporti, cioè normali, forse avevo sentito, no forse sicuramente avevo sentito lamentele da parte di Laura e Filomena magari su di Amanda, sul modo di fare.
MC:
Cioè?
GS:
Forse la...
MC:
Ma non un riabbassi la voce adesso però.
GS:
Sulla pulizia della casa, queste cose qui.
GCM:
Faccia uno sforzo come parla il Pubblico Ministero, cioè sia...
GS:
Comunque cose che succedevano in casa, penso sulla pulizìa della casa, queste cose qui.
MC:
Cioè sulla pulizia nel senso che Amanda non contribuiva o sporcava particolarmente... Non contribuiva alle pulizie, sporcava particolarmente, cioè qualche particolare se lo ricorderà.
GS:
Sinceramente mi è capitato di assistere ad un discorso di Laura e Filomena
MC:
E ce lo racconti questo discorso?
GS:
Non è che lo ricordo molto bene adesso, anche perché è passato più di un anno però erano così, discorso fatto a casa, in maniera normale, cioè comunque persone che stanno conoscendo una persona e fanno caso ad alcuni atteggiamenti diciamo.
MC:
Che conoscendo una persona e fanno caso ad alcuni atteggiamenti, appunto si ricorderà la descrizione di qualcuno di questi atteggiamenti?
GS:
Mi ricordo problemi della non pulizia della casa.
MC:
Ho capito, questo l'ha già detto, ma qualcosa di più specifico? Non se lo ricorda?
GS:
No, non so proprio.
MC:
E tra Meredith e Amanda i rapporti come erano?
GS:
Un rapporto normale, cioè vedevo anche uscire insieme a loro, un rapporto di amicizia normale.
MC:
Questo sempre, collochi nel tempo questi episodi, uscivano insieme quando, prima o dopo che lei e Meredith vi siete messi insieme?
GS:
Che ricordo in quel periodo, cioè è capitato di vederle uscire insieme per andare a lezione, chi a lezione o chi magari a fare spese, comunque...
MC:
Quindi uscivano insieme nel senso rispetto al portone e poi si separavano?
GS:
Sì sì.
MC:
Ma io...
GS:
Cioè è capitato...
MC:
Comprenda le mie domande, io non intendevo dire se uscivano insieme dallo stesso portone, anche perché era coinquilino è ovvio che uscissero e magari capitava anche che uscissero contemporaneamente, .ma dico c'erano rapporti, cioè uscivano insieme nel senso che andavano da qualche parte insieme, se sì quando è successo, è successo sempre, è successo fino ad un certo periodo?
GS:
No. avevo capito male 1a domanda; le ho viste uscire insieme comunque dal portone, pero i rapporti per quello che ho visto io erano tranquilli tra loro due.
MC:
Erano tranquilli, va bene. E le cene in casa a cui lei ha fatto prima riferimento, comunque gli incontri in casa avvenivano in casa delle ragazze o in casa vostra?
GS:
Sia a casa loro che a casa nostra.
MC:
Ma cenavate insieme, che facevate?
GS:
È capitata una cena al piano di sopra e Amanda non c'era, ancora doveva arrivare, abbiamo fatto una cena prima dell'arrivo di Amanda sopra.
MC:
E quindi parliamo della seconda metà di settembre?
GS:
Quindi parliamo della seconda metà di settembre.
MC:
Prima della fine di settembre.
GS:
Poi dopo nella seconda metà di ottobre abbiamo fatto una cena tutti insieme.
MC:
La seconda metà di ottobre?
GS:
Sì, prima metà di ottobre.
MC:
Prima metà di ottobre. E c'era anche altra gente in questa cena?
GS:
Sì, amici nostri comunque. Cioè erano altri amici, tra cui Giorgio Cocciaretto, un ragazzo che frequenta casa nostra, che frequentava casa nostra.
MC:
E poi lei ha detto che con Meredith se è stretto maggiormente il rapporto, quando è accaduto?
GS:
Una sera... Il giorno precisamente non lo ricordo, però dovrebbe essere metà ottobre, in una discoteca di qui, fuori Perugia, cioè...
MC:
Come si chiama questa discoteca?
GS:
Redzone.
MC:
E chi eravate?
GS:
Eravamo abbastanza, che ricordo io, Marco, Stefano..
MC:
Marco?
GS:
Marco Marzan, Stefano Sonassi, Giorgio Cocciaretto e c'era anche Amanda, c'era anche Meredith con le sue amiche, i nomi non li ricordo, i nomi delle amiche di Meredith.
MC:
Le sue amiche inglesi?
GS:
MC:
E Filomena e Laura?
GS:
Filomena e Laura non erano venute quella sera.
MC:
Quindi quella sera al Redzone vi siete, come si dice in gergo, messi insieme, vi siete scambiati un bacio, che cosa?
GS:
Sì.
MC:
Insomma non voglio entrare nei particolari, ma voglio dire avete stretto...
GS:
No, scambiato un bacio.
MC:
Avete suggellato l'inizio di questa storia con un bacio.
GS:
Sì.'
MC:
E dopo con Meredith come è proseguito il vostro rapporto, quanto e come vi vedevate, dove?
GS:
Soprattutto a. casa o salivo io al piano su o lei scendeva al piano mio, ci vedevamo in casa, parlavamo del più e del meno, di come potevano andare gli esami, le lezioni, queste cose qui. Purtroppo era poco tempo, cioè ci siamo conosciuti per poco tempo, non è che abbiamo approfondito molto la conoscenza.
MC:
Quando lei andava a casa dì Meredith dove vi intrattenevate?
GS:
0 in salotto o in camera sua.
MC:
Quando ha saputo che Meredith era morta? Ah, un'altra cosa prima, facevate uso , di sostanze stupefacenti?
GS:
Capitava di fumare dell'hascisc a volte, tutto qui.
MC:
E dove e con chi lo fumavate?
GS:
Sempre a casa tra di noi.
MC:
Anche Meredith?
GS:
Mi sembra una volta è capitato sì. -
MC:
Amanda?
GS:
Anche sì.
MC:
Quante volte?
GS:
Quante...
MC:
Qualche volta?
GS:
Qualche volta.
MC:
Filomena e Laura?
GS:
Sì, anche loro qualche volta, capitava in queste cene comunque.
MC:
Cioè dopo cena vi facevate uno spinello insieme, così?
GS:
Sì, ma niente...
MC:
Va bene l'ultima volta che ha visto Meredith quando è stato, se lo ricorda?
GS:
È stato, penso era il 29 ottobre dovrebbe essere lunedì, doveva essere lunedì, il 29 ottobre 2 0 07 che praticamente quel giorno io ripartivo per il ponte dei morti nel mio paese, ci siamo visti il pomeriggio di quel giorno.
MC:
E poi vi siete sentiti al telefono nei giorni del ponte, cioè prima che lei morisse ovviamente?
GS:
Sì, mi ha mandato un messaggio, ci siamo sentiti tramite messaggio dove io dicevo di rimettere dentro anche... Spiego un attimo la situazione perché magari può essere poco chiara.
GCM:
Più ad alta voce.
GS:
Avevamo lavato molti diciamo tipo, delle lenzuola tra cui quella del divano e partendo ci siamo scordati, l'avevamo stesa fuori casa e per paura della pioggia gli ho mandato un messaggio dicendo se ce la poteva rimettere dentro casa questo lenzuolo.
MC:
Ma a Meredith non avevate lasciato a Meredith anche un altro incombente?
GS:
Sì, doveva in quei giorni c'era il nostro, uno dei nostri due gatti.
MC:
Un altro ancora?
GS:
Sì, diciamo anche questo compito gli avevamo dato.
MC:
Quale? Lasciamo perdere il gatto che sì era fatto male, non è un elemento così interessante per la Corte.
GS:
Avevamo delle piante da annaffiare diciamo.
MC:
Piante ornamentali?
GS:
No, cioè erano ornamentali perché...
MC:
Ma lei fa così anche agli esami all'università?
GS:
Sì, diciamo di sì, sono un po' impacciato.
MC:
Va bene. Piante, non erano ornamentali ma che piante erano?
GS:
Marijuana.
MC:
Erano piccoline, grandi, a che punto erano?
GS:
Erano spoglie diciamo, avevano solo foglie.
MC:
Ma Meredith era contenta? Chi glielo ha chiesto lei?
GS:
Io? Sì. L'abbiamo pensato io e Stefano perché eravamo rimasti comunque solo noi due lì in casa quel giorno, quel giorno-che siamo partiti il 29.
MC:
Eravate rimasti voi due chi?
GS:
Solo io e Stefano.
MC:
E c'era anche Meredith?
GS:
Sì, al piano dì sopra c'era...
MC:
E .quindi siete andati da lei e le avete chiesto...
GS:
Se ci poteva fare questo favore per il ponte che non c'eravamo noi.
MC:
E lei come ha risposto?
GS:
Niente, in maniera tranquilla, ha detto okay.
MC:
Quando ha saputo che Meredith era morta?
GS:
L'abbiamo saputo il 2 novembre, l'ora adesso non ricordo bene che ora era comunque stavamo tornando con il treno da Porto San Giorgio qui a Perugia.
MC:
Si ricorda che treno prese da Porto San Giorgio?
GCM:
A che ora?
GS:
Da Porto San Giorgio alle 11.3 0 o mezzogiorno, non ricordo benissimo.
MC:
Lei disse quando a stato sentito i1 2 novembre 2007, si ricorda di essere stato sentito la sera stessa?
GS:
Sì.
MC:
Disse che avevate perso il treno delle 11.19 e quindi avete preso quello delle 12.19.
GS:
Sì, adesso ricordo meglio.
MC:
Quindi conferma che ha preso quello delle 12.19?
GS:
MC:
E disse anche a proposito dell'orario di cui non ricorda che intorno alle ore 14.00 mentre il treno si trovava a Jesi, sì ricorda come ha proseguito?
GS:
Sì, mi è arrivata una telefonata di Filomena.
MC:
A lei?
GS:
Sì, al mio cellulare.
MC:
Che cosa le disse Filomena?
GS:
Niente che Meredith era morta, un attimo normale che non ci credi comunque, gli ho chiesto se era vero e lei mi aveva detto di sì e la chiamata era finita così diciamo.
MC:
Ma non le ha chiesto nessun altro particolare?
GS:
Io? ,
MC:
Sì.
GS:
No, per telefono no perché un attimo comunque è stato anche, cioè mi sono trovato spaesato in quel momento e ho preso per buono quello che mi diceva.
MC:
Quindi Filomena le disse solo che Meredith era morta?
GS:
Sì, che era stata uccisa.
MC:
Già questo...
GS:
Che è diverso.
MC:
È diverso, quindi che era stata uccisa?
GS:
Sì.
MC:
E lei chiese come?
GS:
No. Lì sul momento per telefono no.
MC:
E Filomena gliele disse come?
GS:
MC:
Quindi siete arrivati e quindi a quel punto lei che cosa ha fatto?
GS:
Niente abbiamo finito il nostro viaggio con il treno, visto che sapevamo quello che era successo abbiamo chiamato un nostro amico a Foligno per farci dare un passaggio con la macchina direttamente da Foligno.
MC:
Perché il treno...
GS:
Bisognava aspettare un'altra mezz'ora quindi era per fare prima e niente poi arrivata a Perugia abbiamo ricevuto la telefonata dalla Questura di presentarci lì per questo insomma.
MC:
Allora siete arrivati a Perugia con la macchina del vostro amico che vi è venuto prendere a Foligno.
GS:
MC:
Più o meno intorno alle ore?
GS:
Non ricordo...
MC:
16.30 lei disse.
GS:
MC:
Conferma?
GS:
Sì sì, confermo.
MC:
Che sia verosimile insomma come orario. Come si chiama questo suo amico?
GS:
MC:
Alessio?
GS:
In cognome non lo so.
MC:
Va bene. Quindi arrivate a Perugia e vi indirizzate dove, vi dirigente dove?
GS:
L'idea nostra era comunque di passare lì per la casa.
MC:
Per casa, quindi arrivate a casa...
GS:
Solo che abbiamo ricevuto anche una telefonata sia dai genitori di Marco e Stefano avvertiti dell'accaduto che volevano venire a vedere cosa era successo, cioè ad informarsi comunque—e—sia più tardi una telefonata dalla Questura che ci diceva di andare lì...
MC:
Intanto chi l'ha ricevuta la telefonata della Questura, lei o Stefano Bonassi o qualcun altro?
GS:
L'ho ricevuta io.
MC:
E dicevo quando ha ricevuto la telefonata della Questura eravate già arrivati a casa vostra in Via della Pergola oppure no?
GS:
No, siamo passati lì sopra diciamo, prima di arrivare.
MC:
Come?
GS:
Siamo passati sopra, la via sopra a Via della Pergola con la macchina e poi abbiamo ricevuto questa telefonata.
MC:
Ma lei non si è recato presso la segreteria dell'università quel pomeriggio?
GS:
No.
MC:
Io non so quanto importante sia la circostanza, però per una ricostruzione puntuale le devo contestare che sempre quella sera lei disse: "Siamo arrivati alla Stazione di Foligno intorno alle 16.3 0 ed aspettarci c'erano Alessio con la fidanzata. Ci hanno accompagnato a Perugia con la macchina, nel frattempo i genitori di Stefano è di Marco chiamavano al telefono di Stefano". Marco e Stefano..., Marco come si chiama di cognome scusi?
GS:
Marzan.
MC:
E Stefano è Stefano Bonassi?
GS:
Sì.
MC:
"Si sono messi d'accordo con i propri genitori di vedersi tutti davanti le segreterie dell'università cosa che poi effettivamente è avvenuta"?
GS:
Sì.
MC:
C'è andato anche lei?
GS:
Sì, eravamo tutti sulla stessa macchina. Cioè...
MC:
Quindi?
GS:
Come punto di ritrovo con i loro genitori era davanti le segreterie dell'università.
MC:
Quindi c'è andato anche lei.
GS:
MC:
E la telefonata della Questura gli è arrivata?
GS:
In quel momento.
MC:
Quando stavate davanti alla segreteria dell'università più o meno, lei disse "Verso le ore 1B.30 mentre mi trovavo presso la segreteria dell'università mi ha chiamato la Questura sul mio numero dicendomi che dovevo recarmi presso i loro uffici"?
GS:
Sì.
MC:
Come ci siete andati in Questura?
GS:
Sempre tramite l'auto di Alessia, da quello che ricordo.
MC:
E chi è entrato in Questura?
GS:
Siamo entrati io, Marco e Stefano.
MC:
Lei, Marco e Stefano. E chi c'era, dove vi hanno portato?
GS:
Inizialmente in sala d'attesa e che ricordo c'era Laura, Filomena e anche Amanda, le amiche di Meredith, inglesi...
MC:
E Raffaele Sollecito?
GS:
Sì, anche Raffaele sì, l'ho conosciuto lì.
MC:
Questo le volevo chiedere, Raffaele lo aveva mai visto prima?
GS:
No, l'ho conosciuto proprio in quel momento lì.
MC:
Ma quindi negli ultimi giorni non aveva frequentato Amanda, nei giorni, nelle settimane immediatamente precedenti?
GS:
Io sempre, sì, cioè comunque andando al piano di sopra c'era anche Amanda, solo che era meno presente perché appunto era un po' di giorni che si era conosciuta con Raffaele.
MC:
Quindi lei lo sapeva?
GS:
Sì, ero informato di questo fatto.
MC:
Chi glielo aveva detto?
GS:
Me l'aveva detto Meredith.
MC:
Da un po' di giorni che significa?
GS:
Penso una settimana, credo...
MC:
Una settimana a partire da? A comunque a ritroso rispetto a? Insomma quando la notizia, quando ha ricevuto questa notizia? Mi rendo conto che la data precisa verosimilmente non se la ricorda però...
GS:
Però la data precisa, era il giorno che noi partivamo, il 29 che ho saputo tramite Meredith.
MC:
Che ha saputo che Amanda era fidanzata?
GS:
Sì, che stava iniziando una relazione con Raffaele.
MC:
Ma lei ha detto che era da un po' di giorni che Amanda si vedeva un po' poco?
GS:
Sì, io andando al piano di sopra la vedevo poco, però non è che avevo chiesto il perché.
MC:
E l'ha saputo il 29, però da quanto tempo la vedeva meno del solito?
GS:
Una settimana dal 29, penso, però non sono sicuro sul...
MC:
Va bene, circa una settimana.
MC:
E che cosa vi siete detti, che cosa avete fatto, che cosa ha notato quando è andato in Questura, perché ci siete stati parecchio immagino.
GS:
Sì. Che cosa ho detto io?
MC:
In generale che cosa ha sentito, di che cosa avete parlato, con chi lei ha parlato? Che cosa facevano Amanda e Raffaele?
GS:
Ricordo dopo... Dopo la prima volta che era stato già sentito comunque dalla Questura ricordo sia Amanda che Raffaele, lì Raffaele mi sì è presentato.
MC:
Perché è stato sentito due voltè lei nella stessa sera?
GS:
Due volte?
MC:
No, chiedo perché ha detto la prima volta.
GS:
Un attimo penso. Sì, o due o tre, non ricordo bene.
MC:
Quindi dopo essere stato sentito la prima volta Raffaele si è avvicinato a lei?
GS:
Niente, passavo... Sì.
MC:
Però non parli così perché..,
GS:
No, perché sto anche ricordando.
MC:
Alzi un pochino la voce su.
GS:
Sì, mi si è presentato comunque, dandomi la mano.
MC:
E come si è presentato, le si è presentato dicendo?
GS:
Dicendo il suo nome ed io il mio, cioè dandoci la mano e dicendo i nostri nomi.
GCM:
Ma poi ha detto qualche altra cosa? Parli ad alta voce.
GS:
Sto un attimo confuso.-
MC:
Ci pensi un attimo ma sicuramente Vi siete detti... Hanno tutti raccontato qualcosa, voglio dire? Lei era anche il fidanzato, cioè il ragazzo da pochi giorni di Meredith, sarà stato immagino particolarmente colpito e sconvolto da questa morte.
GS:
Sì, infatti.
MC:
Quindi avrà avuto anche voglia, desiderio di sapere come era accaduto, quando e chi l'aveva ritrovata il corpo, non so se Meredith ha sofferto, quando... Cioè se qualcuno aveva sospetti di qualcosa, insomma avrà fatto domande santo cielo.
GS:
Cioè mi ricordo che Stefano aveva chiesto... No. La madre di Stefano che era lì presente, prima di entrare in Questura, aveva chiesto ad uno degli agenti come era successo.
MC:
Aveva chiesto ad uno?
GS:
Ad uno del personale della Questura come era successo e gli era stato detto che era stata sgozzata, dopo io non ho chiesto personalmente...
MC:
Ma la madre di Stefano che è salita insieme a voi?
GS:
No, sotto, all'ingresso della Questura.
MC:
All'ingresso?
GS:
Sì, l'unica cosa che ho sentito, cioè su come era successo è stato questo, dopo io non ho chiesto niente.
GCM:
Cosa ha sentito allora, come era successo? Cosa ha sentito?
GS:
Che Meredith era stata sgozzata, questo.
MC:
Ma il poliziotto che sta dietro al vetro, alla guardiola?
GS:
No, sotto, fuori dall'entrata, fuori dall'entrata della Questura.
MC:
C'erano dei poliziotti quindi della Squadra Mobile che vi stavano aspettando forse?
GS:
Sì, da quello che ricordo lì fuori penso c'era qualcuno, che ci stava aspettando comunque.
MC:
E va bene, quindi una prima notizia ce l'ha avuta sul piazzale della Questura, poi è salito, è stato sentito, ha detto più o meno le cose che ha ripetuto oggi, ma poi tra di voi eravate amici con le ragazze di sopra sì o no?
GS:
Sì, però in quei giorni non ho avuto modo di parlarci con loro.
MC:
Neanche in quell'occasione in cui eravate tutti insieme?
GS:
In quell'occasione... Cioè noi eravamo in una, noi del piano di sotto eravamo in una stanza a parte, mentre aspettavamo di essere sentiti, quindi non ho potuto parlare né con Laura né con Filomena.
MC:
Sì, però lei ha detto che dopo essere stato sentito Raffaele è venuto a presentarsi a lei, quindi vuol dire che vi trovavate nella stessa stanza?
GS:
In sala d'attesa era.
MC:
In sala d'attesa quanto tempo c'è stato in questa sala d'attesa?
GS:
Poco, poco tempo perché andavo, passavo per andare in questa sala, cioè stanza a parte.
MC:
E Filomena e Laura dove si trovavano?
GS:
In quel momento non ricordo se erano in sala d'attesa.
MC:
E le amiche inglesi di Meredith?
GS:
Non ricordo nemmeno, mi ricordo molto bene che mi si è presentato Raffaele, mi è rimasto impresso questo ricordo perché non lo conoscevo.
MC:
Senta in questo breve periodo in cui lei è stato insieme a Meredith, Meredith le ha fatto confidenze sulla sua vita sentimentale o anche sessuale diciamo precedente?
GS:
No, avevamo deciso di non sapere, cioè non sapere, non parlare delle storie vecchie, in passato, avute in passato tutti e due, non ne parlavamo.
MC:
Avevate proprio scientemente deciso di non parlarne, ma per pudore o per gelosia reciproca?
GS:
No no, diciamo che non capitava di parlare di queste cose, cioè a me non interessava principalmente.
MC:
Quindi non glielo ha mai chiesto insomma?
GS:
No.
MC:
Va bene Presidente, per il momento nessuna domanda.
GCM:
Le Parti Civili se ci sono domande.
FM:
Adesso nessuna Presidente.
GCM:
La difesa degli imputati.

Difesa - AVV. Brusco

MB:
Lei sa se Raffaele Sollecito e Meredith si conoscessero?
GS:
No, non so. Non lo sapevo.
MB:
Riguardo a Rudy Guede lei lo conosceva?
GS:
Sì, lo conoscevo già dall'anno prima che ero qui per via comunque del campetto da basket sopra lì a casa di Via della Pergola.
MB:
Ho capito. Riguardo a questa conoscenza con Rudy Guede c'era una sorta anche di amicizia, cioè vi frequentavate ogni tanto oppure capitava così sporadicamente?
GS:
No, non è che ci sentivamo uscire in questo modo, capitava di andare a fare qualche partita sul campetto sopra casa, lui già lo conoscevamo perché era un ragazzo che giocava lì insieme a noi.
MB:
Quindi è venuto qualche volta a casa vostra?
GS:
È venuto una sera a casa nostra, non ricordo bene quando era, comunque una sera l'abbiamo trovato in giro, ci siamo messi a parlare, noi stavamo andando a casa e lui pure è venuto insieme a noi.
MB:
Quindi solo una volta è venuto a casa vostra?
GS:
Sì.
MB:
Ricorda se qualche volta siete andati a ballare insieme a lui, qualcuno?
GS:
Insieme a Rudy? No.
MB:
Non le risulta questo?
GS:
No.
MB:
Ricorda se Rudy Guede c'avesse anche un telefono, un cellulare? Per quelli che erano i vostri rapporti, suoi e dei suoi amici insomma, se lo contattavate in qualche modo telefonicamente.
GS:
Avevamo il numero di telefono, solo che io non avevo il suo numero di telefono.
MB:
Non aveva il numero però sapeva che in quel periodo... Che periodo era più o meno, era il mese di ottobre, settembre?
GS:
Sì, era il mese di ottobre.
MB:
Lei poi ha detto che il 29 se non sbaglio ottobre era tornato a casa sua nelle Marche?
GS:
Sì, avevamo preso l'autobus quel giorno per tornare.
MB:
Ricorda se il 30, il pomeriggio vi siete sentiti con Meredith? Se le ha detto...
GS:
A parte quell'sms tra di noi non ci siamo sentiti in quei giorni, però non ricordo bene in che giorno era quel messaggio.
MB:
Però non vi siete sentiti per telefono?
GS:
No, non ci siamo sentiti.
MB:
Per quanto riguarda Amanda lei ricorda se Amanda aveva un cappotto rosso invece?
GS:
No, non ricordo.
MB:
Non l'ha mai vista comunque con un cappotto rosso?
GS:
Non lo so, cioè non c'ho fatto mai caso che aveva un cappotto rosso.
MB:
Poi gli ultimi chiarimenti riguardano i momenti in cui ha saputo del delitto che ha già riferito, volevo sapere esattamente l'ora, se lo ricorda, di quel giorno e da chi l'ha saputo.
GS:
L'ora come dicevamo prima intorno alle 14.00, 14.30 credo, l'ho saputo da Filomena Romanelli per telefono.
MB:
E Filomena esattamente che le disse?
GS:
Che Meredith era stata uccisa.
MB:
Le parlò poi di qualcos'altro, tipo di un furto, di una simulazione o di qualcos'altro o soltanto che era stata uccisa?
GS:
No, solo questo abbiamo detto.
MB:
Non ho altre domande.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Senta vorrei tornare al momento in cui lei ha conosciuto Meredith quella sera, lei subito ha avuto una forte attrazione?
GCM:
L'aveva conosciuta in precedenza di pare di aver capita.
GS:
Sì.
GCM:
Quella sera c^e stato un momento di inizio rapporto, prego.
CDV:
Quella sera vi siete baciati.
GS:
Sì.
CDV:
E poi avete passato la sera insieme?
GS:
Ritornando a casa sì, la notte l'abbiamo passata insieme.
CDV:
Dove?
GS:
Nella mia camera.
CDV:
Senta Meredith le ha mai fatto delle confidenze circa i rapporti con Amanda?
GS:
No, non...
CDV:
Soprattutto in punto a questioni economiche, di soldi?
GS:
No, di questo non ne abbiamo parlato.
CDV:
Lei sapeva se Meredith aveva disponibilità di denaro sufficiente o comunque le ha mai chiesto un prestito?
GS:
No.
CDV:
Lei sa se Meredith avesse delle carte di credito?
GS:
No video, non lo sapevo che aveva delle carte.
CDV:
Non le ha mai viste?
GS:
No, non gli ho messo le mani nel portafoglio.
CDV:
Ma lei quando usciva con Meredith chi pagava, scusi se glielo chiedo?
GS:
Cioè succedeva il più delle volte di trovarsi a casa, quando uscivamo o trovavamo direttamente in giro la sera.
CDV:
Ma se andavate in una pizzeria chi pagava?
GS:
Non è capitato.
GCM:
È capitato scusi?
GS:
No.
GCM:
Non è capitato. In un pub è capitato che avete bevuto qualcosa insieme?
GS:
No.
GCM:
Non è capitato mai, quindi...
CDV:
Lei Ha mai visto” Mer&diTE prendere i soldi dal bancomat ?
GS:
No.
CDV:
Quindi è un argomento che non avete mai toccato questo dei soldi?
GS:
No, perché ripeto soprattutto ci vedevamo in casa o al mio piano o al suo piano.
CDV:
Lei sa quanti cellulari aveva Meredith?
GS:
Ne aveva due.
CDV:
Senta lei ha detto che il 29 ha visto Meredith e poi la stessa è andata via all'università perché aveva le lezioni?
GS:
Sì.
CDV:
Lei si ricorda quante volte avesse avuto le lezioni Meredith, il calendario delle lezioni?
GS:
No, il calendario perfettamente non lo sapevo, comunque il pomeriggio frequentemente aveva lezione.
CDV:
Per -quante ore?
GS:
Anche quattro di seguito mi sembra, quattro ore di fila.
CDV:
Lei il pomeriggio quando inizia?
GS:
Dopo pranzo.
CDV:
Alle 3, alle 2?
GS:
Sì, verso le 2. L'una e mezza, le 2.
CDV:
Le lezioni le aveva tutti i giorni?
GS:
Non ricordo bene se erano tutti i giorni.
CDV:
Quindi lei non si ricorda se il giorno successivo al 29, cioè il 3 0 avesse...
GS:
No.
CDV:
Lei ha mai mandato un sms tra il momento, l'ultima volta che vi siete visti e poi la morte?
GS:
Sì, solo un sms.
CDV:
Ci può raccontare perché, qual era il contenuto, ha avuto una risposta?
GS:
Allora praticamente avevamo lavato delle lenzuola prima di partire e le avevamo messe dalla casa ad asciugare, solo che con la fretta di partire e tutto quanto ci siamo scordati il lenzuolo del divano fuori e avevo chiesto a lei se poteva rimetterla in casa, visto che aveva già le chiavi.
CDV:
Poi però i giorni 30, 31 e 1 non vi siete mai sentiti, neanche per dire come stai?
GS:
In uno di questi giorni ci siamo mandati questi messaggi tra il 30 e l'I.
GCM:
Cerchi di parlare... L'ultima frase, chiede l'Avvocato: lei saluta Meredith il 29?
GS:
Sì.
GCM:
Successivamente l'ha sentita più, le ha mandato dei messaggi?
GS:
È stato questo unico messaggio il giorno non lo ricordo, comunque tra il 3 0 e l'I di novembre.
GCM:
Un unico messaggio?
GS:
Sì.
GCM:
Che lei ha mandato a Meredith.
GS:
Sì.
GCM:
E viceversa Meredith che manda qualche messaggio a lei?
GS:
Sì.
GCM:
Quanti?
GS:
Uno sempre in risposta.
GCM:
Telefonate?
GS:
No, telefonate no.
GCM:
Solo questo messaggio.
GS:
Sì.
GCM:
Che contenuto aveva, così... Se lo ricorda il contenuto, il suo e quello di Meredith.
GS:
Il mio diceva sempre di mettere questo lenzuolo che era fuori, era stato steso fuori e lasciato lì, di metterlo dentro a casa perché...
GCM:
E Meredith che cosa le risponde?
GS:
Ha detto Okay
CDV:
Senta in questo periodo di conoscenza con Meredith avete mai avuto una discussione su qualsiasi cosa?
GS:
No, non abbiamo mai...
CDV:
Di gelosia?
GS:
No, appunto perché comunque non... Cioè non parlavamo nemmeno del passaggio nostro, quindi gelosia non c'era, poi era poco che ci conoscevamo quindi...
CDV:
E poi su anche questioni pratiche avete mai discusso, su questioni di appuntamenti o qualsiasi altro... Mai una discussione?
GS:
No, mai.
CDV:
È a conoscenza se Meredith avesse avuto qualche discussione con Amanda?
GS:
No, non sono a conoscenza,
CDV:
Senta tornando alle piantine di Marijuana che aveva, posso essere autorizzato a far vedere la stanza, giusto per avere una conferma? Sempre il solito video di B secondi che ho fatto vedere in precedenza.
GCM:
Sì, certo quelle piantine.
CDV:
Sì.
FM:
Se può fare la domanda prima e poi magari l'esibizione.
CDV:
Se vedendo questo video riconosce la stanza come ima delle stanze del suo appartamento.
LG:
Dove stavano le piantine nell'appartamento di sotto.
FM:
Magari prima andrebbe chiesto se c'erano delle piantine.
GCM:
Scusi, lei lo ricorda dove stavano queste piante di marijuana?
GS:
In una stanza separata dal bagno.
GCM:
Una stanza...
GS:
Nel bagno più grande.
GCM:
In una stanza separata?
GS:
Si.
GCM:
Con la porta chiusa?
GS:
Sì, con una porta chiusa.
GCM:
Si accedeva tramite una porta.
GS:
Sì.
GCM:
Era chiusa a chiave questa porta oppure?
GS:
Non ricordo adesso.
GCM:
Questo ambiente veniva visto da chiunque fosse entrato in casa oppure bisognava per vedere le piante...
GS:
La porta era chiusa.
GCM:
Quindi bisognava accedere proprio in questo ambiente per vedere le piante è questo?
GS:
Sì.
GCM:
Queste piante quante erano?
GS:
Il numero?
GCM:
Sì, quante erano queste piante se se lo ricorda.
GS:
Cinque.
GCM:
Erano cinque piante tutte nello stesso ambiente?
GS:
Sì.
GCM:
Quindi la domanda è se riconosce le piante.
CDV:
Sì.
GCM:
Prego. Sono queste le piante?
GS:
Sì sì.
GCM:
E sì trovano nell'ambiente che ha ora descritto?
GS:
Sì.
GCM:
Questo ambiente era accessibile a tutti voi che abitavate il piano sottostante, il seminterrato, non lo so, oppure...
GS:
Sì, comunque era accessibile.
GCM:
Cosa era il piano seminterrato dove stavate voi?
GS:
Sì, penso di sì, piano terra.
GCM:
Dal portone principale si scendeva?
GS:
Sì, si scendeva...
GCM:
Invece la Filomena Romanelli, Laura, Meredith e Amanda stavano?
GS:
Al piano sopra
GCM:
Al piano livello strada insomma?
GS:
Sì, livello strada diciamo.
GCM:
E voi si scendeva. Prego Avvocato.
CDV:
Queste piante erano sue o le deteneva per conto di terzi?
GS:
Le avevamo in società, io, Marco Marzan, e Luciani Riccardo.
CDV:
Quindi i ragazzi dell'appartamento non persone dal di fuori?
GS:
No no, solo noi, così le abbiamo, diciamo che abbiamo provato a fare per provare.
CDV:
Senta invece al rapporto di Guede, volevo tornare a quando, lei ha riferito di Guede, lei si ricorda mai con lui di avere avuto delle confidenze su Meredith per esempio?
GS:
Con?
CDV:
Con Rudy Guede?
GS:
No, non ci sono state confidenze con lui.
CDV:
E su Amanda?
GS:
Su Amanda sì.
CDV:
E può ricordarci più o meno senza dettagli, di cosa avete parlato?
GS:
Rudy ci aveva chiesto delle informazioni su Amanda perché era interessato penso per la prima metà di ottobre.
GCM:
Scusi lei dice ci aveva chiesto, a chi l'ha chiesto se può essere preciso su questa... Queste informazioni Rudy Guede le ha chieste solo a lei visto che ha detto...
GS:
Le ha chieste a me in generale a me, a Marco, a Stefano, ha chiesto informazioni su Amanda.
GCM:
In maniera generale che significa?
GS:
Cioè diciamo...
GCM:
Mentre eravate tutti e quattro insieme, che vuol dire?
GS:
No, è capitato una volta quella sera che abbiamo incontrato in giro a Rudy e poi dopo è venuto a casa nostra, praticamente aveva notato Amanda diciamo e ci aveva chiesto delle informazioni così se era...
GCM:
Aveva notato Amanda dove l'aveva notata?
GS:
Quella sera lì, c'era Amanda con noi, quella sera.
GCM:
Quindi eravate voi del piano sottostante e Amanda?
GS:
Amanda e Meredith.
GCM:
Quindi c'era anche Meredith. Dica pure, quanto più preciso con le circostanze...
GS:
Ci aveva chiesto se Amanda era impegnata con qualche ragazzo oppure no.
GCM:
Ecco, questo ve lo chiede in assenza di Amanda Knox oppure in presenza?
GS:
No no, in assenza, cioè sempre in quella serata, però in assenza.
GCM:
E Amanda Knox e Meredith, visto che c'è stato un momento in cui c'erano anche loro, dove erano andate?
GS:
Penso, cioè stavamo tutti lì solo che noi stavamo più in disparte a parlare con Rudy.
GCM:
Tutti lì, dove in casa?
GS:
Tutti davanti ad un pub in centro eravamo.
GCM:
Quindi in quella circostanza prima ancora di essere arrivato a casa, vi chiede notizie su Amanda Knox se era impegnata.
GS:
Sì.
GCM:
Questo vi chiede.
GS:
Sì.
GCM:
Vi chiede qualcos'altro? Scusi Avvocato.
CDV:
No, tanto era esattamente quello...
GCM:
Vi chiede qualcos'altro?
GS:
No, ci chiede solo questo.
CDV:
E lei che cosa ha raccontato di Amanda non era impegnata in quel momento o si crera già Sollecito?
GS:
No, in quel momento non si vedeva con Raffaele ancora.
CDV:
E quindi che cosa ha detto?
GS:
Abbiamo detto che pensavamo che non fosse impegnata in quel momento.
CDV:
Ha mai visto dei coltelli quando c'era Rudy Guede in presenza sua?
GS:
No.
CDV:
Di nessun tipo?
GS:
No.
CDV:
Voi avevate coltelli a casa vostra?
GS:
Da cucina, per mangiare, solo quelli.
CDV:
Per il momento non ho altre domande.

Difesa - AVV. Ghirga

LG:
Volevo completare sul ricordo che ha di Rudy Guede nella loro casa. Pocanzi ha fatto riferimento ad un sabato possiamo dire 20 ottobre, che eravate tutti sotto a parlare?
GS:
Non ricordo bene se era sabato 20 ottobre, non lo so.
LG:
Quando state parlando nel vostro appartamento e Rudy chiedeva informazioni su Amanda prima dice Amanda non c'era, prima dice che eravate separati, è possibile che Amanda e Meredith venissero da sopra, cioè non ci fossero proprio, se lo ricorda quando sono arrivate nel vostro appartamento Amanda e Rudy quella notte che c'era anche Rudy, se se lo ricorda?
GS:
Noi eravamo davanti ad un pub in centro, siamo direttamente andati a casa, tutti quanti insieme, sia Rudy che Amanda che Meredith.
LG:
Senta ricorda un'altra circostanza che Rudy è stato a casa vostra?
GS:
Mi sembra un altro...
LG:
Gran Premio a fine ottobre?
GS:
Sì sì, era il giorno dopo, la domenica dopo del Redzone che siamo stati al Redzone quella sera che dicevo prima.
LG:
Un'ultima domanda, lei che rapporti aveva con Amanda?
GS:
Rapporti normali di amicizia.
LG:
Rapporti normali, di amicizia.
GS:
Ci eravamo appena conosciuti, comunque eravamo amici, ci si vedeva insomma.
LG:
Ha risposto, ma ricorda se quando lei comunque arrivò in Questura ha incrociato Amanda nelle varie fasi della Questura di Perugia?
GS:
Sì.
LG:
Ricorda se vi siete abbracciati, si avete salutati?
GS:
Sì, ci siamo abbracciati. C'eravamo abbracciati.
GCM:
Prego Pubblico Ministero per esaurire l'esame.

Pubblico Ministero - Dottoressa Comodi

MC:
Una sola domanda: lei ha mai conosciuto un tale Daniel?
GS:
Daniel Deluna il cognome? Sì, è un mio amico.
MC:
È venuto da voi, vi frequentava?
GS:
Lui studia a Roma e in quel fine settimana che andavamo a Redzone tutti insieme era venuto anche lui con un suo amico per venirci a trovare insomma.
MC:
E quindi quella volta del Redzone in cui lei è Meredith vi siete scambiati il primo bacio?
GS:
Sì.
MC:
Quindi è venuto anche Daniel?
GS:
Sì, è venuto anche lui.
MC:
E c'era anche Amanda?
GS:
Sì.
MC:
È capitato poi qualcosa tra Amanda e Daniel?
GS:
Che ricordo un bacio c'è stato fra di loro nel Redzone.
MC:
E poi Daniel dove ha dormito?
GS:
Non ho capito.
MC:
Dove ha dormito Daniel?
GS:
Sopra, al piano di sopra.
MC:
Al piano di sopra chi c'era, tutti e quattro?
GS:
C'erano, cioè già in quella sera, comunque erano a casa, sia Laura che Filomena e Daniel è andato con Amanda al piano di sopra, mentre io sono sceso al piano di sotto con Meredith.
MC:
Con?
GS:
Con Meredith.
MC:
Quindi hanno dormito insieme Daniel e Amanda?
GS:
Penso di sì, cioè non è che...
MC:
Non glielo a raccontato Daniel?
GS:
Sì, il giorno dopo comunque mi ha detto che era stato in camera con Amanda.
MC:
Non le ha detto nient'altro?
GS:
Che ricordo no, anche perché loro ripartivano il giorno dopo.
MC:
Sì, ho capito, ma le ha detto semplicemente "Ho dormito in camera di Amanda" oppure le ha detto "Non abbiamo dormito subito, ma magari abbiamo fatto qualcos'altro prima di addormentarci?"
GS:
Sì, comunque non credo che... No, non credo, non hanno dormito subito da quello che mi ha raccontato Daniel.
MC:
Allora lo dica, lei ha l'obbligo di dire la verità, non solo ha l'obbligo dì dire la verità, ma anche da dire tutto quello che sa. Quindi Daniel le ha raccontato, visto che era un amico suo, Amanda 1'aveva appena conosciuto?
GS:
Sì, Daniel era venuto anche al mio compleanno il 2 8 di settembre, era venuto sempre con suo amico ed era venuto a trovarmi lì per festeggiare il mio compleanno e già aveva conosciuto Amanda in quell'occasione. E dopo quella...
MC:
Però non era successo niente in quell'occasione, si erano solo conosciuti?
GS:
Sì.
MC:
E poi è ritornato, siete andati al Redzone insieme?
GS:
Sì.
MC:
Si sono scambiati effusioni Amanda e Daniel?
GS:
Sì.
MC:
E poi che cosa le ha raccontato Daniel?
GS:
Che ha passato la notte insieme ad Amanda, cioè nella sua camera.
MC:
Benissimo questo l'ha già detto, che hanno fatto?
GS:
Cioè di quello che mi ricordo penso che abbiano fatto 1'amore comunque.
MC:
Non è che ci vuole tantissimo...
GS:
Ricordo solo che magari non è troppo sicuro il mio • ricordo di quello... Comunque penso che mi aveva anche specificato anche questo, comunque sicuramente era rimasto sopra a dormire.
MC:
Le è capitato di vedere Amanda con altri ragazzi?
GS:
No.
MC:
Si ricorda se il portone della casa, non so se è stato già chiesto, si ricorda se il portone della casa delle ragazze avesse qualche problema?
GS:
Sì, aveva, da quello che ricordo un problema di chiusura, non riusciva a chiudersi il portone.
MC:
E quindi come facevano, lo lasciavano sempre aperto?
GS:
No, lo chiudevano a chiave da dentro.
MC:
Quando stavano a casa?
GS:
Perché se non si chiudeva a chiave, non rimaneva chiusa la porta.
MC:
Va bene, nessuna domanda, grazie.
GCM:
La Parte Civile?
FM:
Una sola domanda Presidente... Controllo no è già stato chiesto anche guesto, niente, nessun'altra domanda Presidente.

Difesa - AVV. Brusco

MB:
Si ricorda se Meredith aveva della vaselina in camera oppure se ne faceva uso, vario tipo di uso?
GS:
No, non ricordo, non so.
MB:
Non lo sa?
GS:
No, non so.
MB:
Grazie.

Presidente

GCM:
Lei non l'ha mai vista comunque, non lo sa?
GS:
No.
GCM:
Non l'ha mai visto, lei è andato più volte nella camera di Meredith?
GS:
Sì, però non l'ho mai vista.
GCM:
Non ha mai visto questo prodotto, ' nella casa né nella stanza di Meredith?
GS:
No, né nella casa né nella sua stanza.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Senta sulla questione della sicurezza della casa lei ha detto che la porta dell'appartamento sopra era difettoso, quindi se non si chiudeva bene in realtà non si chiudeva è così?
GS:
Sì, doveva essere chiusa a chiave da dentro per essere sicura diciamo, altrimenti non chiudeva in maniera normale, tirandola.
CDV:
Avete avuto furti in casa?
GS:
No...
CDV:
In questi due anni?
GS:
No.
CDV:
E la casa era sicura?
GS:
Per noi era, cioè non c'era mai capitato mai niente, la ritenevamo comunque sicura.
CDV:
Ho capito. Senta lei signor Silenzi adesso vive a Perugia?
GS:
Adesso sono... Quest'anno sono sceso al mio paese, a Porto San Giorgio.
CDV:
Ed è sempre studente?
GS:
Sì, comunque non ho disdetto l'università.
CDV:
Qui a Perugia?
GS:
Sì.
CDV:
Senta sulla questione dei soldi, si ricorda se Amanda le ha mai detto che lei avesse avuto dei problemi di soldi o aveva?
GS:
No.
CDV:
Non avete mai parlato di questo argomento?
GS:
No.
CDV:
Ha mai visto Amanda con dei soldi in mano, gestire soldi, denaro, banconote?
GS:
No, che io so no.
CDV:
Lei sapeva nulla dell'affitto della casa di sopra, come funzionava, chi lo pagava, quando?
GS:
Veniva pagato tramite, cioè si mandava un vaglia...
CDV:
Come voi immagino.
GS:
Sì, come noi.
CDV:
Qualcuno raccoglieva e poi si pagava il canone?
GS:
Sì.
CDV:
E sopra, nell'appartamento sopra chi è che si occupava di questo, lei sapeva?
GS:
Non ricordo.
CDV:
Sapeva quanto pagavano le ragazze, ciascuna, l'affitto, il canone?
GS:
3 00 a testa forse, non sono sicuro però.
CDV:
Senta lei ha avuto a che fare con i mass media in questo anno e qualche mese?
GS:
Sì, soprattutto l'anno scorso.
CDV:
Ci può dire qualcosa di più esattamente, in che senso na fatto interviste?
GS:
Sì, mi sono capitate due o tre interviste, comunque a due giornali inglesi e a Porta a Porta.
CDV:
Questo nell'ultimo mese?
GS:
Nei giorni successivi, comunque all'accaduto, pochi giorni dopo.
CDV:
Quindi dopo il 2 novembre 2007?
GS:
Sì.
CDV:
Lo esclude che sia avvenuto in questo mese, nell'ultimo mese del 2009 ?
GS:
No no, in questo periodo no.
CDV:
Quindi sono state tutte attività di un po' di tempo fa?
GS:
Sì, successive comunque al delitto.
CDV:
Lei ha avuto dei favori per queste interviste?
GS:
No no...
CDV:
Di nessun tipo?
GS:
No, non ho preso mai denaro da nessuno.
CDV:
Ma neanche altro tipo di favori?
GS:
No.
CDV:
Grazie mille, grazie Presidente.
GCM:
Non ci sono domande.

Presidente

GCM:
Le volevo chiedere solo alcune puntualizzazioni lei dice Meredith frequentava l'università, sa dire quali lezioni frequentava?
GS:
Non ricordo bene che lezioni frequentava.
GCM:
Non sa quante?
GS:
So che... Non ricordo se l'B, il 9 o il 10 mi aveva detto che aveva un esame di storia contemporanea.
GCM:
Poi un altro aspetto, quando lei si trova in Questura il 2 novembre, voi del piano sottostante eravate in una stanza separata dalle altre persone che pure aspettavano di essere sentite in Questura?
GS:
SI
GCM:
Quindi non vedevate quello che facevano gli altri, quello che eventualmente si dicevano?
GS:
No, non sapevamo.
GCM:
Chi eravate, come erano queste separazioni, chi eravate, voi e chi c'è in questa stanza?
GS:
Io, Bonassi Stefano, Marzan Marco e Luciani Riccardo.
GCM:
E voi stavate...
GS:
Stavamo in una stanza per noi.
GCM:
Per conto vostro. Poi le chiedevo : ma Rudy Guede quante volte è venuto nella casa di Via della Pergola numero 7 ?
GS:
Due volte.
GCM:
Può dire, precisare, queste due volte?
GS:
Allora...
GCM:
L'ultima volta quando è stata?
GS:
L'ultima volta quando, il giorno dopo il Redzone, quando siamo andati al Redzone.
GCM:
Il Redzone e lei c'è stato? Quando c'è stato il Redzone?
GS:
Il giorno non lo ricordo, comunque penso che era verso la metà dì ottobre.
GCM:
E il giorno successivo Rudy Guede viene in casa in Via della Pergola 7?
GS:
Sì.
GCM:
Viene come mai, è invitato da qualcuno, viene lui spontaneamente?
GS:
No, è venuto lui spontaneamente per vedere la corsa di Formula 1 che c'era l'ultimo...
GCM:
È venuto da solo?
GS:
Sì, è venuto da solo.
GCM:
Ma qualcuno sapeva dove stavate, gli avevate dato 1'indirizzo?
GS:
No, già prima...
GCM:
C'era gia stato in precedenza?
GS:
C'era già stato quella sera della...
GCM:
Quanti giorni prima c'era stato? 10 giorni, una settimana?
GS:
Una settimana, forse ancora...
GCM:
Era in quell'occasione nella quale manifestò verso Amanda Knox?
GS:
Sì.
GCM:
Questo interesse verso Amanda Knox chiese è impegnata e voi che cosa avete risposto?
GS:
Noi credevamo dì no comunque.
GCM:
Credevate di no, quindi vi ’ ha chiesto il numero di telefono? Sa se poi è stato in qualche modo coltivato questo suo interesse?
GS:
No, cioè non so, comunque non mi sembra.
GCM:
Voi avete riferito ad Amanda Knox "Guarda che c'è Rudy Guede che si è interessato a te"?
GS:
Non ricordo questo.
GCM:
Quella sera è sceso in casa da voi?
GS:
Rudy?
GCM:
Sì. La sera in cui manifesta interesse ad Amanda Knox?
GS:
Sì, è venuto...
GCM:
A che ora è arrivato in casa?
GS:
Non so era tardi.
GCM:
Che cosa avete fatto, è stato solo nel piano sottotante oppure è andato anche dove stavano i ragazzi?
GS:
No, è stato lì con noi ed anche un po' di altri amici nostri a chiacchierare così.
GCM:
Avete chiacchierato e vi ha chiesto ancora di Amanda Knox?
GS:
No, a me no.
GCM:
È salito su, al piano delle ragazze?
GS:
No, è rimasto la notte lì a dormire sul divano della sala.
GCM:
È rimasto la notte.
GS:
Quella notte ha dormito...
GCM:
Quindi anche la mattina successiva dove si è trovato in casa?
GS:
Sì, infatti non lo sapevamo nemmeno che era rimasto in casa.
GCM:
E sapete che cosa ha fatto prima di partire, ha fatto colazione in casa, si è incontrato con qualcuno?
GS:
No, ci è passato a salutare ed è andato via e anche Amanda...
GCM:
Ricorda se quella sera avete mangiato insieme, avete bevuto insieme?
GS:
Sì.
GCM:
Quando ha dormito, quando si è fermato per dormire?
GS:
Sì, abbiamo bevuto in giro, su qualche pub, prima di andare a casa.
GCM:
Ricorda se Rudy Guede in questo bere in giro magari ha avuto su di lui questo bere un effetto per cui manifestava una alterazione?
GS:
Era diciamo più sciolto nella conversazione con tutti.
GCM:
Ho capito, sì era anche ubriacato?
GS:
Sì, cioè non saprei dire se lui era ubriaco comunque aveva bevuto.
GCM:
Ricorda se si fosse addormentato in una posizione particolare magari sul water?
GS:
Era andato anche al bagno, ci aveva chiesto il permesso di andare in bagno.
GCM:
E che.cosa era successo?
GS:
Era andato in bagno e non ricordo se Marco o Stefano andando in bagno l'avevano dormito lì che stava quasi dormendo diciamo.
GCM:
E quindi l'avete accompagnato voi, gli avete detto voi di fermarsi a dormire?
GS:
No, è rimasto lì, cioè noi siamo andati a dormire, non ricordo se glielo avevamo detto noi, però credo, da quello che ricordo, penso che era rimasto lui lì.
GCM:
A che ora poi partì la mattina successiva, se lo ricorda?
GS:
No, non lo ricordo.
GCM:
Dopo quanti giorni ritornò per vedere questa gara, questo Gran Premio, quanti giorni dopo?
GS:
Credo una settimana, ma non sono sicuro, comunque era...
GCM:
Venne da solo o venne, ha detto già che venne da solo.
GS:
No, venne da solo.
GCM:
Venne da solo e venne subito da voi?
GS:
Sì, bussò alla porta e gli aprimmo noi.
GCM:
In quell'occasione qualcuno del piano di sopra, delle ragazze, venne, ebbe occasione di venire, di incontrarsi con Rudy Guede?
GS:
Quel giorno della...
GCM:
Sì.
GS:
No.
GCM:
Non venne nessuno?
GS:
No, non venne nessuno.
GCM:
Nessuna delle ragazze è scesa che lei sappia?
GS:
No, quando c'era Rudy no.
GCM:
Perché c' è stata una delle ragazze che ci ha riferito che scendendo ha trovato Rudy Guede che stava guardando questa...
GS:
Non ricordo bene.
GCM:
Non se lo ricorda.
GS:
Io ero in camera a vedere la corsa insieme a lui.
GCM:
Lei ricorda se mentre vedevate la corsa qualcuno è venuto occasionalmente delle ragazze?
GS:
Delle ragazze?
GCM:
Sì.
GS:
Penso Laura ma non sono sicuro, facendo mente locale.
GCM:
Senta Rudy Guede ha parlato solo in quell'occasione chiedendo notizie di Amanda Knox e che cosa ha chiesto, poi se ne ha chiesto ulteriori notizie oppure è rimasto impegnato appunto e non ha chiesto più altro?
GS:
No, io so solo in quell'occasione ha chiesto.
GCM:
Voi avete fatto poi a lui domande "Ma poi hai coltivato questo tuo interesse nei confronti di Amanda Knox"?
GS:
No, io personalmente non gli ho chiesto niente.
GCM:
Lei non ha chiesto nulla. Non ci sono altre domande, può andare. È rimasto un ultimo teste. Lei è stato citato come teste e come teste ha l'obbligo di dire la verità, nell'espletamento di questo ufficio lei è pubblico ufficiale, a questo obbligo è richiamato rammentate le conseguenze morali e giuridiche previste per il teste che dovesse risultare non averlo, l'obbligo, compiutamente?e correttamente adempiuto. Deve rendere la dichiarazione di impegno che trova e dire le sue generalità.