Fabio Gioffredi's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DEL TESTE - GIOFFREDI FABIO -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
FG Fabio Gioffredi Witness being questioned University researcher
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
GB Giulia Bongiorno Sollecito defense lawyer Avvocato
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
LG Luciano Ghirga Knox defense lawyer Avvocato
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 4 97 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO.

Contents


GENERALITÀ: Gioffredi Fabio, nato il 19 agosto 1974 a Perugia, ivi residente.

GCM:
Prego Pubblico Ministero.

Pubblico Ministero - Dott. Mignini

GM:
Lei conosce la casa di via Della Pergola numero 7?
FG:
Sì.
GM:
Lei ci è passato in corrispondenza, nel periodo vicino al quale c'è stato il delitto, lei è passato in quella casa, si ricorda?
FG:
Sì.
GM:
Che cosa ricorda? Ci racconti l'episodio.
FG:
Praticamente ricordo che avevo parcheggiato l'auto lì davanti.
GM:
Che giorno era?
FG:
Era il 30 e avevo parcheggiato l'auto in zona, proprio dall'altra parte della strada, poco prima del parcheggio, andando a riprendere l'auto vedo uscire dalla casa quattro persone.
GM:
Di via Della Pergola?
FG:
Sì, dalla casa di via Della Pergola. Quattro persone, quattro ragazzi, due ragazzi e due ragazze, era un giorno che comunque pioveva, era intorno alle cinque e vedo praticamente Meredith, Sollecito, Amanda dietro e un altro ragazzo dietro a Sollecito che uscivano proprio dalla casa.
GM:
Quest'altro ragazzo chi era? L'ha riconosciuto?
FG:
Non bene perché me lo copriva il Sollecito davanti, però presumibilmente era di colore scuro.
GM:
È in grado di dire se potesse essere Rudy Guede?
FG:
Con precisione no.
GM:
Lei ha dichiarato il 20 novembre 2008: "preciso che il giovane di colore che camminava a fianco di Amanda il 30 ottobre 2007 al 99% era proprio Rudy Guede", se lo ricorda ora?
FG:
Sì, non posso dirlo al 100% però.
GM:
Lei ha detto al 99%, conferma questo particolare?
FG:
Sì.
GM:
Era di colore comunque?
FG:
Sì, scuro.
GM:
Che ora era quando li ha visti?
FG:
All'incirca cinque, dalle quattro e mezza, alle cinque e mezza.
GM:
In quel momento stava piovendo o quando aveva piovuto?
FG:
No, era un attimo... al momento non pioveva, però era una giornata abbastanza piovosa.
GM:
Si ricorda com'erano vestiti questi giovani?
FG:
Sì. Meredith aveva un paio di jeans e degli stivali tipo militari, neri, scuri, con le fibbie; poi c'era Sollecito che aveva una giacca scura lunga, Amanda aveva un cappotto rosso tipo anni '60.
GM:
E il ragazzo di colore?
FG:
Non l'ho visto bene lui.
GM:
Lei ha visto bene questi abbigliamenti, è sicuro sul tipo oppure è un'indicazione approssimativa?
FG:
No, li ho visti bene.
GM:
Come mai è sicuro che era il 30 ottobre?
FG:
Sono sicuro perché quel giorno, dato che pioveva, andando poi successivamente a riprendere la mia auto ho urtato leggermente l'auto di un altro che era lì vicino, parcheggiata vicino alla mia e quindi me lo ricordo perché abbiamo discusso sul fatto.
GM:
A che ora questo?
FG:
Verso le cinque, cinque e mezza.
GM:
Cioè questa cosa è avvenuta dopo che lei ha visto questi ragazzi?
FG:
Sì.
GM:
Lei ha detto prima che al 99% il ragazzo di colore era Rudy, degli altri tre è certo di averli visti?
FG:
Sì.
GM:
È certo che fossero loro?
FG:
Sì.
GM:
Li riconosce?
FG:
Sì.
GM:
Li vuole indicare?
FG:
Amanda e Sollecito. Si dà atto che il teste riconosce gli imputati presenti in aula.
GM:
Io vorrei produrre un documento relativo alle condizioni climatiche del 30 ottobre 2007, dalla stazione meteo di Perugia che dice che il giorno 30 ottobre pioveva. Lei li conosceva questi ragazzi?
FG:
No.
GM:
Di vista?
FG:
No.
GM:
Rudy lo conosceva?
FG:
Rudy lo vedevo a volte, io frequentavo l'Università per Stranieri e quindi spesso era fuori dalla porta a dare volantini di feste.
GM:
Quanto tempo prima?
FG:
Tipo due anni prima, un anno prima.
GM:
Conosceva anche Lumumba Patrick?
FG:
Sì, sempre di vista.
GM:
Lei si ricorda se nella piazzola, quando lei li ha visti uscire, erano già fuori dal cancello o no?
FG:
Venivano su dalla salita che viene al cancello.
GM:
C'erano auto nella piazzola?
FG:
No, non me lo ricordo.
GM:
E che cosa stavano facendo? Parlavano tra loro o erano in silenzio?
FG:
No, camminavano in silenzio.
GM:
Nessuno dei quattro parlava con l'altro?
FG:
No.
GM:
Che lei ricordi.
FG:
No.
GM:
Lei la macchina dove l'aveva parcheggiata, in che punto preciso?
FG:
Davanti al Contrappunto, c'è uno spiazzo sulle scalette che salgono su in via Pinturicchio lì.
GM:
Quindi Contrappunto, se non sbaglio, dovrebbe essere verso il (..)?
FG:
No, sopra, all'incrocio dove c'è il parcheggio e la strada del (..) che viene su.
GM:
Conosceva quella casa lei?
FG:
Sì.
GM:
Di via Della Pergola?
FG:
Sì.
GM:
Perché?
FG:
La conoscevo perché nel periodo che frequentavo l'università praticamente sotto viveva un amico della mia ex ragazza, e praticamente ci sono stato una volta o due.
GM:
Lei poi questi ragazzi che ha visto in quell'occasione li ha rivisti poi? Ha avuto occasione di rivederli dal vivo o...
FG:
No, li ho visti in televisione pochi giorni dopo che li avevo visti.
GM:
Li ha riconosciuti come quelli che avevo visto?
FG:
Come quelli che uscivano da quella casa quel giorno.
GM:
Non ho altre domande.
FM:
Nessuna domanda.

Difesa - AVV. Bongiorno

GB:
Il giovane di colore era parzialmente coperto, lei mi diceva.
FG:
Sì.
GB:
Può esplicitare meglio? Era coperto da Sollecito.
FG:
Sì.
GB:
Vedeva che era più alto, più basso?
FG:
Praticamente dato che salivano la salita Sollecito, essendo più sopra, più avanti logicamente me lo copriva meglio e gli altri che erano dietro erano più bassi.
GB:
Copriva il viso o copriva il corpo?
FG:
Lo copriva tutto, poi un attimo ho visto fra Sollecito e Meredith che era scuro di colore.
GB:
Lei può escludere che fosse Lumumba?
FG:
Sì.
GB:
Lei ha seguito questo processo un po' attraverso i media?
FG:
No.
GB:
Lei perché si è presentato... quando si è presentato all'autorità giudiziaria?
FG:
Come?
GB:
Quando ha reso queste dichiarazioni?
FG:
In novembre.
GB:
Dell'anno?
FG:
Dell'anno scorso.
GB:
Del 2 008?
FG:
Sì.
GB:
Perché si è presentato nel novembre 2008? Perché ha deciso di rendere questa dichiarazione? Che cosa sapeva di questo processo?
FG:
Di questo processo non sapevo nulla anche perché poi comunque vivevo in Spagna e quindi non l'ho seguito, però parlando con una persona di mia conoscenza praticamente mi ha consigliato di andare a testimoniare questo fatto che io non ritenevo importante perché poi alla fine non presumevo di avere visto niente di particolare.
GB:
Per quanto tempo ha guardato questo quadretto di quattro persone?
FG:
Tipo due minuti, cioè proprio un...
GB:
Nel verbale dice un attimo.
FG:
Sì, un attimo.
GB:
Lei in realtà i tre non li conosceva, la ragazza purtroppo morta e questi due.
FG:
No.
GB:
L'unico che conosceva era Rudy. Quando lei dice: "era coperto da Sollecito, io dico 99% ma ho un dubbio", mi spiega questo dubbio in che cosa consiste?
FG:
Nel fatto che non l'ho visto bene.
GB:
Quindi...
FG:
La sua immagine un attimo mi ha richiamato quella di Rudy poi dopo però al 100% non posso dirlo.
GB:
Lei si sentirebbe di escludere che possa essere un'altra persona diversa da Rudy?
FG:
Sì.
GB:
Sulla base di che cosa?
FG:
Sulla base che per un attimo vedendo quella persona ho ricollegato quel soggetto al fatto che io l'avevo visto davanti all'Università per Stranieri a dare volantini dei locali di Perugia, a fare pubblicità.
GB:
E quindi i suoi dubbi sono legati alla durata e al fatto che era coperto da Sollecito?
FG:
Sì.
GB:
A questi due elementi oggettivi?
FG:
Sì.
GB:
Lei diceva appunto che i quattro tra loro non parlavano, com'erano schierati?
FG:
Venendo su dalla salita c'era Meredith, Sollecito, Amanda e questo ragazzo dietro.
GB:
Raffaele Sollecito aveva i capelli come adesso o più lunghi?
FG:
Leggermente più lunghi.
GB:
Il ragazzo di colore ricorda com'era vestito?
FG:
Guardi la particolarità era che tranne Amanda, gli altri erano tutti vestiti con abiti scuri.
GB:
Ma i vestiti del ragazzo di colore lei li vedeva?
FG:
No, comunque erano scuri. Non me li ricordo comunque erano scuri.
GB:
Non se li ricorda o non li poteva vedere perché c'era Sollecito davanti?
FG:
No, l'ho visto per un attimo, quindi comunque ho visto... il cappotto di Amanda mi ha colpito perché era l'unico colorato in uno stile un po'...
GB:
Quando ha ricollegato la figura di Rudy con la persona di colore? Quando l'ha vista nei giornali nell'immediatezza?
FG:
No, nel momento quando ho dato un'occhiata nel vederli il ragazzo nero mi ha ricordato appunto Rudy davanti all'università.
GB:
Lei sa che Rudy è stato coinvolto nell'omicidio mi Meredith o non lo sapeva?
FG:
Sì.
GB:
Quando l'ha saputo?
FG:
Dai giornali, non so, al momento che è stato coinvolto.
GB:
A che distanza erano da lei i quattro?
FG:
Ero dall'altra parte della strada, quindi non so, venti metri.
GB:
Dall'altra parte della strada quindi?
FG:
Faccia conto da me alla scrivania, quella.
GB:
Alla signorina, la nostra cancelliera?
FG:
Sì.
GB:
Quindi quantifichiamo...
GCM:
Siamo a dieci metri circa?
FG:
Sì.
GB:
Lei era a piedi o in auto?
FG:
Ero fuori dall'auto.
GB:
Era fuori dall'auto?
FG:
Sì, stavo discutendo con il signore con cui mi sono urtato con l'auto.
GB:
Non ho altre domande.

Difesa - AVV. Maori

LM:
Lei ha detto prima che non ha seguito il caso, però dopo alla domanda dell'Avvocato Bongiorno ha fatto riferimento a una circostanza che aveva visto queste persone, Raffaele ed Amanda, al telegiornale, quindi il caso l'ha seguito?
FG:
No, ho visto alcune notizie, non ho seguito il caso.
LM:
In che senso ha visto il telegiornale, ha letto giornali?
FG:
A volte per sbaglio mi è capitato di aprire la televisione e vedere il telegiornale, però non ho comprato giornali per seguire il caso, no.
LM:
Lei ha detto che non ha seguito il caso però ha saputo del fatto che un testimone, poco prima del delitto, avrebbe visto i tre ragazzi insieme?
FG:
No.
LM:
Non l'ha mai saputo?
FG:
No.
LM:
Poi a domande sempre dell'Avvocato Bongiorno ha detto: "sono andato dopo un anno perché ho parlato con una persona".
FG:
Sì.
LM:
Che significa questo? Con chi ha parlato, qual è il motivo perché dopo oltre un anno è andato?
FG:
La motivazione è stata perché poi, per propria coscienza, io sono andato successivamente perché non ritenevo che la mia testimonianza fosse importante. Logicamente io non ho visto niente, se non quattro persone che presumibilmente si conoscevano e non sono io che dovevo testimoniare il fatto che si conoscevano perché ho sempre pensato che comunque gli amici loro avrebbero testimoniato questa cosa, non spettava a me comunque, non ho visto niente di rilevante.
GCM:
D'accordo, però chiede l'Avvocato chi è questa persona?
LM:
Lei ha parlato con qualcuno?
GCM:
Come si chiama?
FG:
Sono state delle confidenze che ho fatto.
LM:
A chi?
FG:
Alla mia professoressa di spagnolo.
LM:
Si chiama?
FG:
Professoressa Dianella Gambini.
LM:
E quando le ha fatte queste confidenze?
FG:
Praticamente le avrò fatto settembre del 2008.
LM:
E che cosa le ha detto?
FG:
Niente, le ho raccontato che avevo visto queste quattro persone uscire dalla casa.
LM:
Qual era la motivazione per cui a distanza di dieci mesi parla con questa professoressa Gambini e non prima?
FG:
A parte non la vedo tutti i giorni, poi così, si parlava del caso, la professoressa parlava del fatto e io le ho detto questa cosa.
LM:
Poi si è presentato spontaneamente?
FG:
Sì.
LM:
Grazie.

Difesa - AVV. Ghirga

LG:
Lei ricorda la data che fosse il 30 ottobre 2007 da un incidentino che ha avuto uscendo dalla zona Sant'Antonio?
FG:
Sì.
LG:
Ho capito bene? Lei il 20 novembre va dal Pubblico Ministero e alla Polizia e ricorda che si trattava del 30 ottobre, dice lei, per un incidente che ha avuto uscendo dal parcheggio.
FG:
Sì.
LG:
C'è stata una denuncia, perché ricorda... c'è stata una denuncia, c'è una polizza, c'è un risarcimento?
FG:
No. Gli ho lasciato il mio cellulare per vedere...
LG:
La domanda è precisa. Dopo un anno circa, undici mesi, ricorda che era il 30 ottobre 2007 per via di un incidente stradale.
FG:
Sì.
LG:
Uno strusciamento.
FG:
Sì.
LG:
Io chiedo: c'è stata una polizza, c'è stato risarcimento, c'è stata una lettera, c'è un qualche cosa che lo può fissare al di là della sua memoria?
FG:
Una polizza no.
LG:
Una denuncia, un fax...
FG:
So che poi gli ho lasciato il mio numero di telefono, quello mi ha chiamato e gli ho pagato il danno per non avere problemi con l'assicurazione.
LG:
Però si è ricordato la data che fosse il 30 ottobre per via di questo incidentino con la macchina?
FG:
Sì, l'avevo scritto.
LG:
Che succede quando lei esce dal parcheggio?
FG:
Sì.
LG:
Esce dal parcheggio dove aveva parcheggiato o esce dal parcheggio di Sant'Antonio?
FG:
No, non era il parcheggio quello a pagamento.
LG:
Quindi quando esce dal parcheggio, siccome lì c'è un parcheggio, vuole dire che quando riprende la macchina, si immette nella circolazione e va ad urtare con questo?
FG:
No, uscendo dal parcheggio gratto la macchina di quello che mi stava vicino.
LG:
Per favore, lì c'è un parcheggio pubblico, allora lei ha parcheggiato la macchina sulle scalettine che danno per via Pinturicchio.
FG:
Sì.
LG:
Io ci passo quattro volte al giorno e ho capito. Questo strusciamento lei ce l'ha quando fa retromarcia ed esce perché solo lei con il muso l'ha messa, quindi deve fare retromarcia ed immettersi nella circolazione, in quel momento ha l'incidente?
FG:
Uscendo dal parcheggio in retromarcia gratto la macchina dietro sul lato sinistro.
LG:
Quindi rimuovendo l'auto parcheggiata, non uscendo dal parcheggio che sta un metro sotto.
FG:
Sì.
LG:
Quindi rimuovendo la sua auto per riprendere la circolazione lei... perché leggendo "uscito dal parcheggio" sembrava una cosa poco chiara. Se non ho capito male lei ricorda molto bene un cappotto rosso, questa mattina ha detto stile anni '60, o ho capito male?
FG:
Sì.
LG:
Perché nel verbale c'è anni '80, allora le chiedo quali sono le sue competenze per definire un cappotto stile anni '60 o '80 qualche mese fa? Fa il sarto, ha una passione?
FG:
No.
GCM:
Se ce lo può descrivere.
FG:
Era un cappotto rosso con dei bottoni abbastanza grandi, adesso l'epoca non la so quando andavano.
GCM:
Di che colori?
FG:
Rossi.
GCM:
Lungo il cappotto?
FG:
Fino qua, ad altezza coscia.
GCM:
Un pochino sotto il ginocchio?
FG:
Non lungo.
GCM:
Era un giaccone o un cappotto?
FG:
Un cappotto.
GCM:
Però un pochino sopra le ginocchia?
FG:
Sì.
LG:
Certo che è rilevante, ma siccome oggi...
GCM:
Ma perché è di difficile interpretazione, anni '60 o anni '80.
LG:
Allora ha delle prerogative personali, professionali che sa valutare così bene un capo d'abbigliamento? La domanda era semplice, banale, sì, no, che cosa fa?
FG:
Mi ripete la domanda.
LG:
Oggi stile anni '60, ieri stile... ha spiegato benissimo com'era, allora le chiedo quali sono il sue capacità per definire così bene un capo d'abbigliamento. Che lavoro fa lei?
FG:
Non so definire se erano anni '60 o anni '80.
LG:
Ma l'ha detto lei, non io! Volevo sapere se aveva qualche attitudine per definire...
GCM:
Che cosa ha risposto?
GB:
Non ne ha.
FG:
Non so l'epoca del cappotto, comunque non sono cappotti che vanno adesso.
GCM:
Lei ricorda qualche personaggio in passato che indossava cappotti di quel tipo, anni '60?
FG:
No.
GCM:
Non le viene in mente nessuno?
FG:
No.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Qual è la sua occupazione? Di che cosa si occupa?
FG:
Al momento niente, disoccupato.
CDV:
Il titolo di studio?
FG:
Sono laureato in comunicazioni internazionali, con specialistica in relazioni internazionali.
CDV:
Volevo tornare esattamente al luogo dove lei si trovava al momento che ha visto questi ragazzi.
FG:
Sì.
CDV:
Esattamente dove si trovava? Lo può ripetere? Lei dichiara che si trovava vicino li a pizzeria Contrappunto.
FG:
Sì, dall'altra parte della strada, di fronte.
CDV:
Però lei ha appena raccontato che stava fuori dal parcheggio Sant'Antonio.
FG:
No.
CDV:
Se può ripetere.
FG:
Quella zona è servita di scalette che dal parco che è davanti all'Università per Stranieri salgono da sotto a sopra, io stavo davanti a quelle scale, poco più sotto, giusto all'incrocio. All'angolo delle case, l'angolo delle case che poi c'è l'ingresso del parcheggio di Sant'Antonio.
CDV:
Però scusi lei ha dichiarato il 20 novembre 2008: "mi trovavo di fronte alla pizzeria Contrappunto perché avevo da poco parcheggiato la mia autovettura in prossimità dell'edificio", quale edificio, Contrappunto o parcheggio Sant'Antonio?
FG:
Allora nessuna delle due perché fra il Contrappunto ed il parcheggio c'è un edificio con delle scale che vanno su, lì davanti.
CDV:
Presidente devo chiedere cortesemente di far vedere questa fotografia, così cerchiamo di capire meglio.
GCM:
Sì.
CDV:
Ah, non c'è più il proiettore. . . Presidente se posso essere autorizzato a far vedere questa foto aerea perché io voglio capire dov'era la macchina e dov'era lui, perché mi sembra dall'edificio che ha identificato il testimone non ci sia la visuale dell'entrata dalla casa, quindi lo faccio solo ai fini di capire meglio.
GCM:
Sì.
CDV:
Quindi le chiedo se lei aveva parcheggiato la macchina davanti all'edificio del Contrappunto, lo può indicare magari al Presidente dove sta esattamente?
GCM:
Allora lei dal posto dove aveva lasciato la sua macchina vedeva la casa, la casa di via Della Pergola numero 7? Lei la vedeva?
FG:
Sì.
GCM:
Che cosa vedeva? Vedeva la casa, vedeva il cancello, vedeva il vialetto?
FG:
No, vedevo il cancello, la strada.
GCM:
Di che colore se lo ricorda?
FG:
Eh...
GCM:
Il cancello vedeva?
FG:
Sì, il cancello e la stradina che veniva su.
CDV:
Ecco la foto. Per cortesia posso avere conferma di dove stava lei? Lo vede il mio cursore?
FG:
Sì.
CDV:
Questo è il Contrappunto, la pizzeria?
FG:
Sì.
CDV:
Era parcheggiato qui con la macchina?
FG:
No.
CDV:
Qui?
FG:
Ingrandisce la foto?
CDV:
Era in questo parcheggio del Contrappunto?
FG:
No, nove c'è il cono d'ombra.
CDV:
Quindi stava qui?
FG:
Sì.
CDV:
Si può dire che lei avesse la macchina in questa posizione?
FG:
Più sotto.
CDV:
Più sotto verso la strada? Verso qui?
FG:
No, più giù.
CDV:
Qui?
FG:
Sì.
CDV:
Ma qui c'è un incrocio però.
FG:
Sì.
CDV:
Ad un certo punto la sua macchina o è parcheggiata da questa parte della strada oppure rimane nel cono d'ombra?
FG:
No, era nel cono d'ombra.
CDV:
Quindi lei si trovava qui e da qui lei dice di avere visto i ragazzi che uscivano dalla casa?
FG:
Sì.
CDV:
I ragazzi si trovavano nel giardinetto della casa, qui, oppure si trovavano sulla salitella?
FG:
Appena in cima alla salita, dove si ricongiunge con la strada principale.
GCM:
Con la strada asfaltata?
FG:
Sì.
CDV:
Però scusi, le scalette dove sono secondo lei?
FG:
Le scalette sono sotto a quegli alberi.
MC:
(Incomprensibile - fuori microfono).
CDV:
Scusi Pubblico Ministero, è molto importante perché lui dice che era vicino alle scalette, per me le scalette stanno qua.
GCM:
Scusate! Le scalette lei sa dove si trovano?
FG:
Le scalette sono lì, sì.
CDV:
Quindi lei non era vicino alle scalette se stava all'angolo di questo incrocio perché le scalette, tra qui e il posto dove lei dice di essere ci saranno almeno quattro o cinque posti auto e quindi presumo almeno 15 - 20 metri, lei non era vicino alle scalette?
FG:
No, ce ne sono meno.
MC:
Avvocato!
CDV:
L'ha detto prima!
GCM:
Scusate, facciamo solo le domande!
CDV:
Lei conferma che era vicino alle scalette quando ha visto i ragazzi?
FG:
In prossimità delle scalette sì.
CDV:
Quanto è la distanza tra le scalette e lei in quel momento?
FG:
La stessa distanza da me... ma meno.
GCM:
7 o 8 metri?
FG:
Sì, saranno...
CDV:
Io faccio una contestazione Presidente perché dalla fotografia, se le scalette sono qui e il signore... ci sono almeno 25 metri.
FM:
La contestazione sulla risposta non è prevista dal nostro codice!
GCM:
Sì, stiamo a quello che il teste ci dice.
FM:
Quindi non è che si può discutere le risposte!
GCM:
Poi magari sarà oggetto di misurazione, di valutazione per carità, però il teste ha la percezione di una distanza quale ora riferita. Potrebbe essere errata, per carità, ma a questo stiamo.
CDV:
Invece in relazione all'incidente che ha riferito prima della macchina, lei si ricorda il nome della persona alla quale lei ha fatto il danno?
FG:
No.
CDV:
Lei si ricorda la macchina?
FG:
No.
CDV:
Lei che macchina ha?
FG:
Una FIAT Punto.
CDV:
Quindi lei non si ricorda il tipo di macchina alla quale ha fatto questo danno?
FG:
Non mi ricordo perché di auto non ci capisco nulla.
CDV:
Scusi, ma lei non ha riferito che ha avuto poi una questione con l'assicurazione?
FG:
No, no, ho lasciato il mio numero di telefono al soggetto perché ho detto: "vai, fatti vedere quanto è che poi sistemiamo così".
CDV:
Ma lei poi ha avuto un ulteriore contatto con questo signore?
FG:
No.
CDV:
Quindi questo signore non l'ha più richiamata?
FG:
No.
CDV:
Quindi lei uscendo dal parcheggio Sant'Antonio ha urtato e poi ha parcheggiato la macchina.
FM:
Ma no!
MC:
Avvocato!
CDV:
L'ha detto prima!
GCM:
Scusate, per favore, evitiamo. Possono esserci qualche imprecisione, comunque abbiamo il teste che poi è piuttosto...
CDV:
Lei dove ha urtato questa macchina?
FG:
Dove il luogo o dove in che punto della macchina?
FM:
Presidente, chiedo scusa, formalizzo l'opposizione! Il teste ha risposto quattro o cinque volte che facendo manovra nel parcheggio, nella zona di parcheggio dove ci ha indicato ha urtato la macchina, non ha parlato di parcheggio di Sant'Antonio, la domanda non può essere posta così perché si travisano le risposte e si ripongono in modo diverso.
GCM:
Faccio anche osservare che già la stessa Difesa sostanzialmente ha chiesto il punto dell'incidente, le modalità. Per carità, siamo qua per chiarire laddove c'è necessità di chiarire, quindi si da sempre ampio spazio come si può constatare, però la stessa Difesa già si è soffermata sulla questione.
CDV:
La stessa Difesa ha rilevato che precedentemente il signore aveva fatto riferimento al parcheggio Sant'Antonio, quindi io vorrei una conferma... (Interventi fuori microfono).
GCM:
Scusate!
CDV:
Possiamo anche controllare, eventualmente.
GCM:
Scusi, ma il teste può anche riferire, in fondo è una circostanza obiettiva. Lei può dire dov'è avvenuto questo incidente?
FG:
Dove l'Avvocato prima mi ha indicato dov'era parcheggiata la mia auto.
GCM:
In quel cono d'ombra che si vede nella foto, nella parte finale verso la vallata?
FG:
Sì.
GM:
Scusi, si può invitare il teste, se c'è una cartina...
GCM:
Sì, ma l'abbiamo fatto con il mouse, purtroppo non abbiamo un puntatore.
CDV:
Per chiarire questo punto anche per evitare (.. ) inutili, quindi lei non ha parcheggiato la macchina nel parcheggio Sant'Antonio?
FG:
No!
CDV:
Tornando al discorso del perché lei si presenta il 20 novembre, lei ha riferito di avere fatto questa confidenza ad una professoressa di spagnolo.
FG:
Sì.
CDV:
E questa professoressa di spagnolo che cosa le avrebbe consigliato?
FG:
Di parlare con il PM, proprio perché... prima di tutto per una cosa morale e civile.
CDV:
Lei aveva mai avuto contatti con gli investigatori o il PM stesso in precedenza?
FG:
No.
CDV:
Non era mai stato contattato?
FG:
No.
CDV:
Lei ha avuto contatti con giornalisti?
FG:
No.
CDV:
Il giorno 2 0 novembre è andato da solo a rendere questa deposizione?
FG:
Sì.
CDV:
Dopo il colloquio con la professoressa di spagnolo lei che cosa ha fatto, ha chiamato la Procura?
FG:
No, c'ho pensato un po' e poi sono andato in Procura.
CDV:
Quindi questa conversazione con la professoressa di spagnolo quando è avvenuta?
FM:
Presidente c'è opposizione, l'altro difensore di Amanda Knox ha fatto la stessa domanda e ha risposto circa a settembre.
GCM:
Forse mi è sfuggito, ma io ora non ricordo, quindi forse anche la Difesa non lo ricorda. Quanti giorni prima si è verificato il colloquio, prima rispetto alla sua deposizione in Procura, con questa professoressa di lingua spagnola, se lo ricorda?
FG:
Un mese e mezzo prima.
CDV:
Era buio quando ha visto?
FG:
Quando ho visto i ragazzi?
CDV:
Sì.
FG:
No.
CDV:
C'era la luce naturale?
FG:
Sì.
CDV:
Grazie.
GCM:
Può andare.