Daniele Ceppitelli's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
An English Translation of this transcript is not yet available but an English summary can be read at Daniele Ceppitelli's Testimony (English).


DEPOSIZIONE DEL TESTE - CEPPITELLI DANIELE -
Key to abbreviations
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
MC Manuela Comodi Prosecutor Pubblico Ministero
DC Daniele Ceppitelli Witness being questioned Carabinieri corporal, 112 dispatcher
DR Daniela Rocchi Defense Counsel for Raffaele Sollecito Avvocato
MB Marco Brusco Raffaele Sollecito's defense lawyer Avvocato
CDV Carlo Dalla Vedova Knox defense lawyer Avvocato
FM Francesco Maresca Counsel for Kercher family (civil plaintiffs) Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 497 DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO

GENERALITÀ: Ceppitelli Daniele, Appuntato dei Carabinieri in Servizio presso la Centrale Operativa del Comando Provinciale di Perugia. Nato a Perugia il 30 ottobre 1974.

GCM:
Pubblico Ministero può procedere all'esame, si raccomanda il maggior silenzio possibile per consentire a tutti, le posizioni non sono le stesse, qua magari noi sentiamo meno il rumore ma i difensori forse fanno più fatica se c'è brusio dietro a seguire, quindi la raccomandazione di evitare qualsiasi rumore. Prego Pubblico Ministero.


Contents

Pubblico Ministero - Dottoressa Comodi

MC:
Lei il 2 novembre 2007 dove prestava servizio?
DC:
Presso la Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Perugia dove ancora attualmente presto servizio.
MC:
Quindi quello che noi chiamiamo comunemente 112?
DC:
Esattamente.
MC:
E che turno faceva quel giorno?
DC:
Quel giorno ero impegnato nel turno del pomeriggio, cioè 13.00 - 19.00.
MC:
13.00 - 19.00, però forse è arrivato anche prima?
DC:
Sì, come di consueto, ogni volta non è che arriviamo...
MC:
Alle 13.00 in punto.
DC:
Alle 13.00 in punto, arriviamo prima in modo da scambiarci le consegne tra il turno smontante e quello montante e quindi per poi essere subito pronti alle 13.00 per lavorare, quindi già ero lì da oltre 10 minuti.
MC:
Allora si ricorda, va bene lei ha fatto le circostanze che le chiederò sono state oggetto anche di una sua annotazione di servizio comunque si ricorda di aver ricevuto uno o più telefonate da Via della Pergola numero 7?
DC:
Sì, da Via della Pergola numero 7 ho ricevuto due telefonate, la prima delle quali alle ore 12.51 e là seconda alle ore 12.54.
MC:
Quindi lei alle 12.51 era già operativo?
DC:
Esattamente.
MC:
Può riferire della prima telefonata?
DC:
Nella prima chiamata un ragazzo mi segnalava che in Via della Pergola al civico 7 si era verificato che qualcuno, probabilmente era entrato all'interno di un appartamento rompendo il vetro di una finestra e che era, i locali erano un po' sottosopra e quindi io ho preso, ho chiesto a questa persona come si fa di consueto il nome e cognome ed il numero di telefono, lui mi ha fornito però a quel punto il nome e cognome, non abitando lui lì, non avendo la disponibilità dell'immobile che era oggetto, che è oggetto della segnalazione, mi ha fornito il nome e cognome di una ragazza, dì una studentessa che abitava insieme ad altri studenti in quell'appartamento e anche il suo numero di telefono.
MC:
Cioè di, se lo ricorda il nome di questa ragazza?
DC:
Amanda Knox.
MC:
Ma lei fece anche nella prima telefonata domande sull'accaduto, cioè su quello che poteva essere successo?
DC:
Sì, come di consueto noi cerchiamo di, in qualche modo rispetto agli eventi che ci vengono rappresentati di ipotizzare dei fatti che possono essere accaduti in modo da poi inviare la pattuglia che sia più idonea ad affrontare l'intervento e quindi in quel frangente cercavo di capire se innanzitutto qualcuno era entrato per asportare qualcosa, ho chiesto di fatti al segnalante se mancasse qualcosa all'interno dell'appartamento.
MC:
E lui che cosa ha risposto?
DC:
Ricevendo una risposta negativa, più volte anche nella seconda chiamata. Poi ho chiesto come però faceva a sapere che qualcuna era entrato all'interno dell'appartamento, perché c'era un vetro rotto, questa persona mi stava dicendo che non mancava nulla, allora io diciamo stavo pensando che sarà un possibile furto, tentato furto, un danneggiamento e quindi cercava in qualche modo di raccogliere ulteriori elementi.
MC:
Il chiamante ha detto di trovarsi sul posto o altrove o non ha detto niente?
DC:
Il chiamante rispetto alla sua diciamo ubicazione non mi ha detto nulla, cioè era, non è che... Io non gliel'ho chiesto e luì rispetto a questo non mi ha detto nulla.
MC:
Presidente chiedo l'autorizzazione di far ascoltare, spero che si sente, in udienza preliminare si sentì, questa prima telefonata di cui il teste ha già riferito, se la riconosce, se si riconosce, se riconosce l'uomo, 11 ragazzo che ha chiamato, posso?
GCM:
Prego. Si dà atto che viene fatta sentire in aula la telefonata suddetta. Voce maschile: "Buongiorno senta qualcuno praticamente è entrato in casa sfondando la finestra, è entrato di sopra e c'è una porta chiusa, la Via è..." Voce femminile "Via della Pergola" (ine.) Voce maschile: "Via della Pergola 7" voce maschile: "Via?" Voce maschile: "Via della Pergola 7 a Perugia" (ine.). Voce maschile: "Via della Pergola 7 abitazione...". Voce maschile "Amanda" Voce maschile "Ah ?" Voce maschile: "Chi ci abita dentro sono un gruppo di studentesse". Voce maschile "Mi dia il nome, il cellulare di uno degli affittuari" Voce maschile: "Amanda" Voce maschile "Sì". Voce maschile "Il cognome è Knox" . Voce maschile "Sì". Voce maschile "Il numero di cellulare..." (ine.) Voce maschile: "Pronto?" Voce maschile "(ine.) 3484673590" Voce maschile "590?" Voce maschile: "Sì". Voce maschile "Furto in abitazione?" Voce maschile: "No, non c'è furto, hanno rotto la finestra... (ine.)" Voce maschile: "Un attimo". (Musica in sottofondo) Voce maschile: "Pronto?" Voce maschile "Praticamente sono entrati, hanno rotto un vetro... E come sa che sono entrati?" Voce maschile: "Si vede dai segni, c'è pure {le macchie di sangue) che sono nel bagno". Voce maschile: "Sono entrati e perché, sono rotti, cioè si sono tagliati rompendo il vetro? Pronto?". (Fine della telefonata). Quindi è questa la telefonata?
DC:
Sì, signor Presidente.
MC:
Ad un certo punto si è interrotta questa telefonata, perché?
DC:
La telefonata... Prima io avevo, quando si sente quella musica...
MC:
La musichetta.
DC:
La musichetta ho sospeso la chiamata per rispondere ad un'altra chiamata, noi abbiamo quattro linee sul 112, siamo ' due operatori, se squillano contemporaneamente dovendo stabilire le priorità dobbiamo per forza di cose mettere in attesa un richiedente per rispondere all'altra. Successivamente ho ripreso la conversazione e poi la linea si è interrotta, non credo insomma... Non per causa del mio apparecchio.
MC:
Senta come fa ad essere sicuro che fossero le 12.51?
DC:
Perché tutte diciamo le chiamate che arrivano al 112, sia le chiamate vocali che quelle chiamate che poi sono prive di una conversazione perché a vuoto, vengono registrate da un software che è in dotazione alla centrale operativa e che gestisce tutte le telefonate in arrivo, conferendo a loro se riesce ad individuare il numero chiamante, l'ora ed il secondo della conversazione, il numero della linea perché abbiamo quattro linee su cui arriva la conversazione ed il tempo della chiamata, in modo da rendere immediata la possibilità da parte nostra di risentire la chiamata nel caso in cui la chiamata non abbiamo capito bene, oppure abbiamo scritto male il numero o nel caso in cui poi si dimostri necessario per eventuali indagini come è avvenuto in questo modo. Quindi tutte le chiamate che mi sono arrivate sul 112 sono comunque inserite in questo sistema che è sempre accessibile da parte di noi operatori.
MC:
Va bene. E comunque ribadiamo che lei faceva il turno 13.00 - 19.00 quindi era arrivato da pochissimo.
DC:
Sì, ero arrivato da poco, ho preso subito...
MC:
Insieme a chi altri? L'altro operatore chi era?
DC:
Appuntato Marco Pascolini.
MC:
Veniamo al seconda chiamata.
DC:
Sì, alle ore 12.54 mi contatta nuovamente il richiedente della prima chiamata dicendomi sono la persona che chiamava prima, io riconosco la voce e quindi cerco inizialmente di fare un sunto dei fatti insomma per accelerare la segnalazione che devo prendere, perché c'erano gli altri interventi da evadere e quindi questa persona mi ribadisce, io formulo di nuovo la domanda se fosse stato asportato o meno qualcosa all'interno dell'appartamento, questa persona mi dice che non era stato asportata nulla e che c'era una porta chiusa all'interno di questo appartamento. Ora siccome nella precedente chiamata quando io gli avevo chiesto "Ma lei come fa a sapere che è entrato qualeuno mi era stato risposto che c'erano delle macchie di sangue in bagno e quindi era quello il motivo per cui presumibilmente qualcuno potesse essere entrato all'interno dell'appartamento, io a quel punto è chiaro che volevo sapere se era successo qualcosa magari a qualche persona che stava lì, quindi ho chiesto espressamente se vi fossero delle macchie di sangue anche davanti a questa porta chiusa a chiave e mi è stata data una risposta negativa. La porta, diciamo la segnalazione di questa porta mi era stata anche precedentemente fatta ma devo dire che all'inizio non mi è parso così anomalo perché il fatto che un appartamento abitato da quattro studenti, magari più persone entrano ed escono all'interno di un appartamento e uno quando se ne va chiude la porta, a me lì per lì in non mi è sembrato...
MC:
Non l'ha allarmata ìnsomma...
DC:
Una cosa particolarmente, sì allarmata, ero caso mai più diciamo concentrato nel discorso che qualcuno era in qualche modo entrato.
MC:
Ma quando le è stato riferito che lina delle porte dell'appartamento era chiusa, chiusa a chiave suppongo.
DC:
Chiusa.
MC:
Le hanno detto chiusa?
DC:
Sì.
MC:
Ha chiesto per caso al suo interlocutore se avevano provato ad aprirla?
DC:
Ho chiesto...
MC:
Chiedo?
DC:
No. Ho chiesto se in qualche modo...
MC:
C'era sangue davanti.
DC:
Come?
MC:
Se c'era sangue davanti alla porta.
DC:
Sì, se c'era sangue e se avevano cercato eventualmente di contattare la persona che aveva la disponibilità di quella casa e mi è stato risposto che telefonicamente avevano provato e non l'avevano rintracciata.
MC:
E a quel punto lei che cosa fa?
DC:
A quel punto...
MC:
Comunque scusi non le ho fatto la domanda di rito, ha riconosciuto la sua voce in questa telefonata e la voce dell'interlocutore?
DC:
Sì.
MC:
Anche se si sentiva malissimo?
DC:
Sì, ho riconosciuto benissimo.
MC:
Se vogliamo sentire anche la seconda anche se insomma l'audio magari... Si dà atto che viene fatta sentire in aula la seconda telefonata. Voce maschile "Carabinieri Perugia" Voce maschile "Sì, salve ho chiamato due secondi fa praticamente". Voce maschile "Qualcuno è entrato in casa, ha rotto il vetro" Voce maschile "Sì" Voce maschile "Poi è andato al bagno?" Voce maschile "Ma non lo so, se potete venire qui, magari...". Voce Maschile: "Cosa hanno asportato?" voce maschile "Non hanno portato via niente, il problema è che c'è la porta chiusa, ci sono molti...". Voce maschile "C'è ima porta chiusa, qual è la porta chiusa?" voce maschile "Una delle coinquiline che non c'è, non sappiamo dove sia". Voce Maschile "E ci sono fuori dalla porta di questa coinquilina che non c'è delle macchie di sangue" voce maschile "Nel bagno ci sono delle macchie di sangue". Voce maschile "Ah, nel bagno e questa porta è chiusa, questa ragazza lei ha un cellulare?" Voce maschile "Sì sì, abbiamo cercato di chiamarla, ma non risponde da nessuna parte" Voce maschile "Va bene, adesso mando una pattuglia così verifichiamo la situazione". Voce maschile "Okay" Voce maschile "Va bene?" Voce maschile "Okay" Voce maschile "Arrivederci" voce Maschile "Arrivederci". "
MC:
Riconosce la sua voce anche in questa seconda telefonata?
DC:
Assolutamente sì.
MC:
Peraltro il contenuto corrisponde a quello che lei aveva già riferito. Allora a questo punto lei che fa?
DC:
A questo punto io ho annotato l'intervento, l'intervento viene dato e quindi viene ordinata alla pattuglia di pronto intervento nel turno 13.00 - 19.00 di portarsi in loco per verificare o la situazione perché chiaramente sìa me anche all'altro operatore a cui avevo poi raccontato il contenuto di queste conversazioni che nel frattempo era arrivato per prendere servizio e tra l'altro è stato lui a dare poi materialmente l'intervento alla pattuglia montante, che c'era, probabilmente qualcuno era entrato, adesso non sapevamo se si trattasse di tentato furto oppure di altro perché c'erano delle tracce ematiche all'interno del bagno, qualcuno avevo rotto un* vetro, non era stato asportato nulla, anche se poi chiaramente la cosa era tutta da verificare perché se ci viene detto che non è stato asportato nulla da una persona che non ha la disponibilità di un immobile, dovremmo prima contattare chi ha la disponibilità di quell'immobile per escludere un'eventuale sottrazione di oggetti, quindi questo era tutto da verificare e quindi abbiamo...
MC:
Bene, allora viene chiamata la pattuglia, via radio?
DC:
La pattuglia viene chiamata via radio ma siccome dei c'erano dei problemi come spesso può accadere di comunicazione via radio ci chiama sul 112 un componente della pattuglia operante, quindi di fatto l'intervento è stato dato alla pattuglia alle ore 13.07 sul 112, di nuovo questa conversazione sempre all'interno del software di cui prima parlavo.
MC:
Ma la pattuglia ha chiamato il 112 perché aveva visto il tentativo di chiamata via radio oppure ...
DC:
Sì sì.
MC:
Perché aveva visto il tentativo di chiamata...
DC:
Sì sì, avevamo tentato di contattarli via radio, però siccome non riuscivamo, non sentiva a riuscirci allora ci hanno chiamato sul 112 e lì abbiamo ordinato alla pattuglia di portarsi sul posto.
MC:
Lei ha detto. 13.07 c'è questa telefonata?
DC:
Sì.
MC:
Come fa ad essere certo di questo orario?
DC:
Di questo orario ne sono certo perché sempre come prima la chiamata è registrata nel sistema CC112.
MC:
Perché il collega ha chiamato il 112?
DC:
Esattamente.
MC:
Va bene. Poi che succede? Lei segue la questione in che modo?
DC:
Seguo la questione, di solito spettiamo che la pattuglia arrivi in loco per avere notizie ulteriori, l'esito dell'intervento, la pattuglia però ci chiama di nuovo sul 112 alle ore 13.26 perché pur trovandosi in Via della Pergola non riusciva a trovare il cìvico 7 e quindi l'abitazione oggetto della segnalazione. A quel punto come di consueto nulli componiamo con il nostro numero ordinario Telecom in caserma, il numero del chiamante, quello che ci viene fornito, quello che c'era stato già precedentemente fornito nella prima chiamata, cioè quella delle ore 12.51 per avere ulteriori indicazioni, quindi...
MC:
Chi le risponde si ricorda?
DC:
Mi risponde la stessa persona che mi aveva segnalato alle 12.51 e 12.54 il fatto, quindi mi aveva fornito il numero...
MC:
Di una ragazza.
DC:
Di una ragazza di nome Amanda Knox però poi di fatto mi ha risposto comunque il medesimo segnalante, io ho chiesto quindi ulteriori indicazioni...
MC:
Indicazioni per ritrovare il civico?
DC:
Sì, perché la pattuglia era lì vicina anche perché Via della Pergola insomma è abbastanza breve e in quel frangente il segnalante mi dice che sul posto c'era già la Polizia, c'era già personale della Polizia con cui, quindi io chiedo in quel caso di conferire per sapere cosa fosse successo, dove fosse l'abitazione e quindi io ho parlato con entrambi i colleghi della Polizia, del compatimento di Polizia Postale che erano lì sul posto.
MC:
E che cosa vi siete detti?
DC:
Ci siamo detti, innanzitutto gli ho detto che cosa era successo, loro mi dicono che erano lì e che c'era all'interno di una stanza il corpo senza vita di una ragazza. In quel momento io come accade, oltre chiaramente ad aver chiesto indicazioni relative all'ubicazione dell'immobile, in quel momento ho chiesto data la gravità della situazione, immediatamente conferma alla sala operativa della Questura di Perugia di questo evento perché di solito non c'eravamo sentiti preliminarmente perché la città di Perugia è divisa in settori in base ad una disposizione prefettizia quindi quello era il settore in cui noi...
MC:
Vostro?
DC:
Nostro in quel giorno in cui avremmo dovuto intervenire, prima non l'ho notiziato alla Questura perché non ce n'era la necessità, quando invece ho appreso che già c'era la Polizia, in più c'era il corpo senza vita di una ragazza sia per avvisare come di consueto i miei superiori e poi i reparti competenti che possono intervenire in questi casi, ho chiesto conferma dell'accaduto.
MC:
La notizia è stata questa: c'è un corpo senza vita all'interno della camera che era chiusa a chiave?
DC:
Chiusa a chiave no, questo non mi ricordo, se era all'interno, mi aveva detto che all'interno di una stanza c'era una ragazza morta.
MC:
Quindi non le ha detto se avevano sfondato la porta, insomma come avevano fatto per ritrovare questa ragazza?
DC:
No no.
MC:
Va bene. Una ragazza morta?
DC:
Sì, perché io poi in quel caso, come avviene di solito, prendo contatti subito con la Questura per avere ulteriori chiarimenti anche perché so che chi è lì in . quelle situazioni deve provvedere a tutta una serie di cose e non si può dilungare.
MC:
Quindi la vostra pattuglia, la pattuglia dei Carabinieri del Radiomobile interviene a cadavere scoperto?
DC:
La pattuglia dei Carabinieri ci chiama alle ore 13.35 che era già arrivata sul posto perché poi di fatto l'hanno trovata da soli perché chi era sopra hanno visto un po' di gente, un movimento, sono scesi e hanno trovato l'abitazione. Alle 13.35 dicendo che erano già arrivati e che pare ci fosse una ragazza morta all'interno dell'abitazione e quindi ecco noi abbiamo proseguito il nostro lavoro per acquisire ulteriori informazioni, abbiamo notiziato i nostri superiori e i reparti competenti come avviene in questi casi, insomma.
MC:
Per me nessun'altra domanda Presidente.
GCM:
Le Parti Civili? Ecco, il teste è comune al Pubblico Ministero e alle Parti Civili. Non ci sono domande.

Difesa - AVV. Rocchi

DR:
Io ho soltanto una precisazione. Senta lei ha riferito sull'interruzione della telefonata che non dipendeva dal vostro apparecchio, dal vostra telefono, però le devo segnalare un contrasto con quanto è contenuto nella sua annotazione perché lei dice "Il segnalante veniva messo in attesa sulla linea del 112 per permettermi di rispondere ad altre chiamate ma nel frattempo, come a volte accade, si interrompeva la comunicazione", quindi attribuisce questa interruzione...
DC:
Alla linea non all'apparecchio, cioè a volte c'è un calo di tensione sulle linee e cadono le conversazioni, questo è stato tra l'altro oggetto anche di numerosi nostri interventi richiesti alla Telecom, però... Praticamente accade che cade la lìnea però non per una questione che dipende che dall'apparecchio telefonico che sta in centrale operativa sul quale io materialmente rispondo, se io chiudo è chiaro che cade la linea, oppure se premo un tasto invece che un altro può accadere, quello è un gesto come dire meccanico sull'apparecchio. Poi la linea, il fatto che cada dipenda dai cali di tensione sulle linee di 112, ecco.
DR:
Comunque il segnalante l'ha richiamato immediatamente dopo?
DC:
Sì, alle 12.54.
DR:
Considerando che la prima telefonata è durata più di 2 minuti quindi... D'accordo non ho altre domande, grazie

Difesa - AVV. Brusco

MB:
Io solo un chiarimento, appunto sulla durata dalle telefonate, se lo ricorda, quanto è durata la prima e quanto è durata la seconda, se lo ricorda, comunque è agli atti.
DC:
Adesso mi pare circa un minuto e qualcosa la prima, adesso esattamente non mi ricordo.
MB:
Lei ha detto prima che alle 13.07 poi ha mandato la pattuglia, giusto?
DC:
Abbiamo dato l'intervento alla pattuglia che era appena uscita.
MB:
Ricorda poi a che ora è arrivata la pattuglia sul posto?
DC:
La pattuglia sul posto... Beh, alle 13.35 ci ha contattato dicendo che erano li.
MB:
Che erano là. Ricorda se hanno avuto problemi nel trovare la casa?
DC:
Sì, alle 13.26 siamo stati contattati dalla pattuglia sempre sul 112 perché non riusciva a trovare l'abitazione.
MB:
Successivamente poi lei ha riparlato con Sollecito, lei o qualcuno del 112?
DC:
Dopo le 13.26?
MB:
Che è partita la pattuglia, quindi dopo quelle due telefonate che abbiamo sentito.
DC:
Dopo quelle due telefonate io ho richiamato il numero che c'era stato fornito nella prima conversazione e mi ha risposto la stessa persona che mi aveva segnalato alle 12.51 e alle 12.54...
MB:
Ricorda a che ora più o meno era che ha telefonato e ha parlato di nuovo con questa persona?
DC:
Guardi in qualche modo lo posso ricostruire perché intorno alle 13.28 comunque io stavo parlando al telefono con loro, in quanto c'è una chiamata al 112 a cui risposto l'altro mio collega che stava parlando di nuovo con la pattuglia per le indicazioni di rito e nel corso di questa conversazione quel collega sta dicendo alla pattuglia "Guardate che l'altro mio collega che sta con me sta parlando per avere ulteriori informazioni", quindi alle 13.28 stavo telefonando.
MB:
Ho capito, l'ultima domanda: sempre se lo ricorda, ma in pratica lei quando ha saputo che era stato trovato il corpo di una ragazza morta, che ora era più o meno?
DC:
Diciamo...
MB:
Ma se lo ricorda, perché se non lo ricorda...
DC:
No, esattamente il minuto esatto non me lo ricordo, il minuto esatto non me lo ricordo.
MB:
No, è importante per il discorso dello sfondamento. Non so se il Pubblico Ministero ha prodotto l'annotazione o se è il caso... Questa annotazione dì servizio.
MC:
No, tanto non c'è, non parla di sfondamento l'annotazione.
MB:
No, era soltanto...
GCM:
Per la produzione, sì. Possiamo acquisire.
MB:
L'annotazione io chiederei di acquisirla.
MC:
Aspettavo la fine per fare le richieste di acquisizione.

Difesa - AVV. Dalla Vedova

CDV:
Volevo un chiarimento, lei in relazione agli orari più importanti, cioè la prima telefonata, 12.51 e 12.54 ha detto che queste vengono automaticamente registrate nel software del CC112 dove risulta l'orario e la telefonata. Lei è in grado di produrre una copia cartacea di questo registro oggi o esiste questo registro?
DC:
Il registro esiste.
CDV:
È in grado di produrre ima copia oggi, a dimostrazione di questo...
DC:
Una copia del dvd che per essere letto necessaria dell'integrazione del programma di lettura, perché è un dvd particolare, con una memoria più ampia dei dvd normali perché chiaramente contiene moltissimi giorni di conversazione.
CDV:
Ma quando lui parla di dvd lei si riferisce al dvd che è stato trasmesso il 7 novembre 2007 con questa annotazione dove si dice "Si trasmette l'unito cd nel quale sono state masterizzate le due chiamate?"?
DC:
Esatto. No, quello è un cd dove sono state salvate le chiamate, essendo un software chiaramente è possibile salvare al file, metterlo all'interno di una cartella e poi masterizzarlo.
CDV:
Quindi la prova della chiamata, dell'ora e del numero anche di chiamata in questo cd che voi avete già fornito e che è agli atti, ed è poi quello dove io ho estratto la registrazione che abbiamo appena sentito non risulta?
DC:
La prova dell'ora no, perché chiaramente per vedere l'ora bisogna caricare il dvd originale e poi il programma ci dà ora, la durata della conversazione...
CDV:
Le richiedo: è in grado lei di produrre oggi una prova scritta di una trascrizione di questa lettura di questo cd fatto con il software dove risulti l'orario e la telefonata dì chiamata?
MC:
Come fa a risultare l'orario di una registrazione?
CDV:
Perché ha appena detto che il software è in grado di...
GCM:
Lasciamo rispondere il teste.
DC:
io sono in grado di produrre scritta, cioè deve essere comunque su -un hardware, io devo portare un Pc dove è caricato il programma...
GCM:
L'ha già detto, l'ha già riferito.
DC:
E questo dvd particolare.
CDV:
Quindi non è possibile avere un registro delle chiamate, con esattamente tutte le chiamate che sono arrivate al 112 in quel momento?
DC:
Può essere stampato, stampato un registro.
CDV:
Io questo chiedo, ho chiesto un documento scritta.
GCM:
Può essere stampato.
DC:
Può essere stampato sì.
CDV:
Io chiedo cortesemente Presidente se questa Corte ritiene necessaria l'acquisizione di questo documento, perché ad oggi circa gli orari che mi sembrano importanti, fermo restando che non è una contestazione alle annotazioni che già esistono, ai fini anche di dare un maggior supporto probatorio ritengo che questo documento se non è troppo complicato produrlo, lo si potrebbe chiedere alla Regione Carabinieri Umbria.
GCM:
Quindi formula istanza in questo senso.
CDV:
Faccio adesso questa istanza.
GCM:
Se ci sono altre domande. Il Pubblico Ministero e poi la Parte Civile per esaurire l'esame.
MC:
Dottoressa Comodi - Io chiederei solo la produzione se le parti concordano dell'annotazione dell'Appuntato Ceppitelli e anche del supporto che però io ce l'ho in chiavetta adesso, la registrazione delle due telefonate che abbiamo appena sentito.
GCM:
Questa registrazione ce l'avete a disposizione?
DC:
Sì, la registrazione sì.
GCM:
La possiamo richiedere unitamente alla stampa del registro come formulata dalla difesa Amanda Knox. Prego la Parte Civile se ci sono domande.

Parte Civile - AVV. Maresca

FM:
Due chiarimenti, il primo: per quanto riguarda il vostro diciamo meccanismo di lavoro ci dà un riferimento temporale della valutazione del riferimento temporale, cioè voi a che standard vi adeguate da un punto di vista del timer?
DC:
Il timer...
FM:
Delle vostre attività, perché il colonnello Emiliano Sepiacci nel trasmettere la sua nota da un riferimento alla vostra attività, lei ne è a conoscenza oppure no, o comunque le faccio poi la domanda più specifica?
DC:
Cioè praticamente se non ho capito male, questo tempo riguarda il tempo tra...
FM:
No no, il timer del vostro computer a quale timer è allineato, se lo sa? 0 comunque le risulta che sia allineato al timer del televideo radio, lei ne è a conoscenza?
DC:
No, non ne sono a conoscenza.
FM:
Non è a conoscenza, va bene. Presidente io chiederei di risentire la prima telefonata quando si interrompe la conversazione perché il teste ha riferito che si interrompeva sulla messa in attesa se ho capito bene.
DC:
Dopo, messa in attesa e poi riprendo la conversazione, mentre stiamo parlando poi si interrompe.
FM:
Ecco, allora forse anche senza risentire la telefonata, lei ha detto che può essere caduta la linea per un calo di tensione, no? Ma questo avviene anche nel corso della conversazione come in questo caso?
DC:
Sì sì.
FM:
Cioè è indifferente?
DC:
La linea può cadere principalmente per tre ragioni o perché uno dei due chiamanti chiude oppure c'è un calo di tensione sulla linea.
FM:
Ma dall'ascolto di quella telefonata si può distinguere.se la telefonata è stata chiusa oppure se è caduta la linea?
DC:
Non ne sono in grado.?
FM:
Non ne è in grado?
DC:
No.
FM:
Quindi diciamo rumore è il medesimo, comunque la valutazione è la medesima nel senso non c'è differenza fra...
DC:
A menù che non sia proprio evidente, le faccio un esempio Avvocato, lo sbattere di una cornetta che poi viene registrato non è...
FM:
No, anche perché in questo caso non è un cellulare non si può sbattere.
DC:
Appunto.
FM:
Le risulta qual è l'utenza cellulare da cui proveniva la telefonata?
DC:
L'utenza di cellulare da cui proveniva...
FM:
La prima e la seconda.
DC:
La prima e la seconda proveniva da un numero diverso da quello che mi stato fornito come riferimento per l'intervento da espletare. Adesso non mi ricordo a memoria il numero.
FM:
Non ce l'ha sulla sua...
DC:
In database c'è.
FM:
Sì, ma dico nelle sue annotazioni, atti, etc., non ha l'indicazione?
GCM:
In questa annotazione non c'è?
DC:
No, non c'è.
GCM:
Solo quello fornito.
FM:
Comunque era un'utenza diversa da quella fornita dall'interlocutore.
DC:
Era un'utenza diversa e visionata dal software solo in una delle due chiamate, cioè una risultava sconosciuta perché a volte come dire...
FM:
Perché non identificata?
DC:
Il software è come una normale identificazione richiamata che facciamo noi con il nostro cellulare, non è un tabulato telefonico il • software, quindi in quel caso se riesce a individuare il numero chiamante lo scrive e quindi rimane, altrimenti non rimane, quindi su una risulta sconosciuto e sull'altra invece è espressamente individuato dal software.
FM:
Ho terminato, grazie Presidente.
DR:
Presidente su questo posso dire un'ultima cosa?
GCM:
Non è comune anche a voi, quindi si acquisisce l'annotazione 9 novembre 20 07, si dispone altresì l'acquisizione della registrazione delle due chiamate e l'acquisizione della.stampa, come richiesta dalla difesa di Amanda Knox, si richiede allo stesso testimone Ceppitelli Daniele di voler far pervenire alla cancelleria del Tribunale Penale questi due supporti relativi alla registrazione delle due chiamate e la stampa come richiesta entro il 25 febbraio, qualche giorno prima della prossima udienza. Il teste viene congedato. Facciamo venire il prossimo teste. Silenzi Giacomo, lei è stato citato come testimone, come testimone ha l'obbligo di dire la verità, a questo obbligo è richiamato rammentate le conseguenze morali e giuridiche previste per il teste che dovesse risultare non averlo correttamente e compiutamente adempiuto. Deve rendere la dichiarazione di impegno che trova e dire le sue generalità.