Armando Finzi's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE DEL TESTE - FINZI ARMANDO -
Key to abbreviations
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
AF Armando Finzi Witness being questioned Chief Inspector in Perugia Flying Squad
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
FM Francesco Maresca Counsel for Kercher family (civil plaintiffs) Avvocato
LM Luca Maori Sollecito defense lawyer Avvocato
GB Giulia Bongiorno Sollecito defense lawyer Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 497 DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO

GENERALITÀ: Finzi Armando, Ispettore Capo, nato a Foligno il 23 settembre 1957, in servizio presso la Squadra Mobile di Perugia.

Contents

Pubblico Ministero

GM:
Lei ha svolto indagini sulla morte di Kercher Meredith?
AF:
Le indagini no, sono stato impegnato nei primi giorni.
GM:
Che cosa, quali accertamenti ha svolto?
AF:
Sì, posso...
GCM:
Sì, è autorizzato a consultare i suoi atti.
AF:
La ringrazio. Allora il 6 novembre, la mattina del 6 novembre quando alle ore 8.00 sono arrivato in ufficio, sono stato avvicinato nel corridoio della Squadra Mobile dal dirigente, il dottor Profazio, il quale mi ha immediatamente ordinato insieme ai miei uomini di andare a fare una perquisizione a casa di Sollecito Raffaele in quanto era indagato.
GM:
Prima di andare avanti, dopo vado avanti con la descrizione che ha fatto, ma lei sapeva come era morta la ragazza inglese?
AF:
Sì, era stata attinta da numerose coltellate al collo.
GM:
Le sono state descritte queste lesioni che aveva riportato?
AF:
Sì, abbastanza profonde e quindi probabilmente era stato adoperato un coltello con una lama abbastanza grande, questo si era saputo nei breefing che c'erano stati qualche ora prima.
GM:
Quindi ne aveva parlato il dirigente di questo?
AF:
Sì, il dirigente il dottor Profazio, il dottor Chiacchiera con cui mi sono anche confrontato, il dottor Chiacchiera immediatamente prima di uscire dagli uffici della Squadra Mobile per andare a fare la perquisizione, perché poi il dottor Profazio ha ordinato anche al dottor Chiacchiera di presenziare alla perquisizione.
GM:
Voi non avevate idea di che cosa, cioè cercavate così oggetti rilevanti per le indagini e basta?
AF:
Cose pertinenti al reato che era stato commesso.
GM:
E va bene, siete arrivati, quindi.
AF:
Abbiamo preso Sollecito Raffaele e siamo arrivati in Corso Garibaldi al 110 dove lo stesso aveva l'abitazione.
GM:
Indossavate degli abiti ordinari oppure avete usato delle precauzioni?
AF:
Eravamo tutti quanti in borghese, chiaramente e prima di fare ingresso all'interno dell'abitazione abbiamo indossato tutti quanti guanti e calzari.
GM:
Che erano nuovi? Sono domande che bisogna fare.
AF:
Sì, prego.
GM:
È sempre meglio fare. Quindi avevate calzari e guanti nuovi.
AF:
Calzari e guanti.
GM:
Quanti eravate a fare la perquisizione?
AF:
Il Vice Questore Marco Chiacchiera, il sottoscritto, l'ispettore Passeri, il Sovrintendente Ranauro e l'assistente capo Camarda, Rossi e Sisani.
GM:
Vi siete divisi un po' come stanze?
AF:
Allora abbiamo fatto ingresso all'interno della stanza, chiaramente sempre alla presenza di Sollecito, abbiamo detto a Sollecito quali erano i suoi diritti, di farsi assistere da un Avvocato, lui ha detto che non ce n'era bisogno e quindi abbiamo iniziato la perquisizione. Eravamo lì appena, perché l'appartamento di Sollecito è molto - molto piccolo.
GM:
Che cosa avete notato, avete notato qualcosa in questo appartamento?
AF:
Allora notato, la prima cosa che ho sentito e non notato era un fortissimo odore di varichina all'interno della cucina e diffuso, tanto è vero che l'ho fatto notare, ma l'avevano già sentito anche loro, a tutti i colleghi.
GM:
E ha chiesto a Sollecito il motivo?
AF:
No, non l'ho chiesto.
GM:
E poi che cosa ha fatto, quindi lei diciamo come vi siete divisi, vi site divisi o avete lavorato tutti insieme grosso modo?
AF:
Era piccolissima, la cucina era piccola, abbiamo iniziato, adesso io non ricordo chi c'era dietro a me.
GM:
Che cosa ha fatto lei?
AF:
Esatto, il primo atto che ho fatto, in quanto ero con le spalle alla porta, c'era il cassetto delle stoviglie l'ho aperto, ho aperto il primo cassetto delle stoviglie.
GM:
Aveva i guanti ovviamente, ripetiamolo.
AF:
Avevamo i guanti puliti, nuovi. Quindi la prima cosa che ho visto è stato un grosso coltello. Premetto che era pulitissimo.
GM:
Possiamo far vedere se lo riconosce, l'ho prodotto, tanto poi è...
AF:
Sì.
GM:
Quindi...
GCM:
Viene mostrata al teste la foto... Che foto è?
GM:
Reperto 36.
GCM:
Foto reperto 36 ed il teste dichiara...
AF:
Sì, era questo, il coltello...
GCM:
Un grosso coltello.
AF:
Un grosso coltello delle dimensioni di 31 centimetri complessivi, di cui 17 di lama e 14 di manico di colore scuro.
GM:
C'erano altri coltelli?
AF:
C'erano altri coltelli sì però ho preso questo coltello in quanto dai breefing che c'erano stati, da intuito investigativo, l'ho preso e l'ho mostrato immediatamente al dottor Chiacchiera, ho detto: "Dottore io questo lo prenderei" ed il dottor Chiacchiera mi ha...
GM:
Cioè era un coltello che poteva essere rilevante...
AF:
Poteva essere rilevante in quanto la lama poteva essere secondo il mio avviso compatibile con le ferite che io non ho mai visto che però sapevo che erano gravi.
GM:
Era un coltello interessante insomma.
AF:
Un coltello interessante, esatto.
GM:
Poi c'erano altri coltelli?
AF:
C'erano altri coltelli più piccoli, più grandi, adesso io non mi ricordo bene quanti fossero e come fossero.
GM:
Ne avete presi anche altri?
AF:
In cucina no, ne è stato preso un altro se ben ricordo in camera da letto del Sollecito ma era molto più piccolo, se mi dà un attimo di tempo. Rinvenuto nella camera da letto, esatto, all'ingresso della stanza veniva rinvenuto un coltello della lunghezza complessiva di 18 centimetri con 8 di lama, però questo nella camera da letto
GM:
Quindi in cucina lei ha ritenuto di prendere solo questo, ha fatto una valutazione così?
AF:
Di prendere quel coltello, ho fatto una valutazione...
GM:
Di possibile interesse investigativo.
AF:
Esatto.
GM:
Il dottor Chiacchiera che le ha detto? Lei l'ha preso ovviamente con i guanti?
AF:
L'ho preso con i guanti, l'ho...
GM:
Che non avevano...
AF:
Il dottor Chiacchiera era lì a tre metri.
GM:
Ecco, era il primo oggetto che toccava o aveva toccato altri oggetti?
AF:
Dottore l'ho detto prima, la prima cosa che ho fatto ho aperto il cassetto ed era il primo coltello riposto sopra a tutte le stoviglie.
GM:
Quindi è il primo oggetto che lei ha preso con i guanti nuovi?
AF:
È il primo oggetto che io ho preso, mi sono girato e l'ho fatto vedere al dottor Chiacchiera dicendogli che secondo me quel coltello lo dovevamo prendere perché dopo intuito investigativo...
GM:
Che cosa ha fatto con quel coltello poi?
AF:
Quel coltello lì, appena il dottor Chiacchiera ha detto "Sì, prendiamolo" avevo questa cartellina, ho preso una busta della Questura di Perugia.
GM:
Era una busta nuova?
AF:
Busta nuova dove io tengo i guanti, i guanti nuovi.
GM:
I guanti quelli di gomma che aveva portato?
AF:
Certo, io ce li ho sempre con me. Ho aperto la busta e l'ho messo all'interno della busta simile a questa, dopodichè ho preso la cartellina e l'ho chiusa e ho continuato la perquisizione.
GM:
Lei era stato in via della Pergola?
AF:
Non ci sono mai stato in Via della Pergola se non una volta quando abbiamo fatto il sopralluogo e c'era anche l'Avvocato Bongiorno.
GM:
Ma successivamente io parlo prima...
GB:
Il 2 7 agosto.
AF:
Sì, esatto, il 27 agosto.
GM:
Io parlo prima del 6.
AF:
Mai stato.
GM:
Quindi avete preso il coltello e lei l'ha messo nella busta e la busta l'ha messa in questa cartellina.
AF:
All'interno di questa cartella, cartellina.
GM:
Poi che... Ecco, il coltello, c'erano parti del coltello che toccavano la cartellina o era tutto avvolto nella busta?
AF:
No, era avvolto della busta chiaramente.
GM:
Poi avete continuato la perquisizione.
AF:
Abbiamo continuato la perquisizione dove mano a mano abbiamo...
GM:
L'altro coltello è stato preso...
AF:
Come?
GM:
L'altro coltello è stato preso sempre con le stesse modalità o no?
AF:
Sì, certamente.
GM:
Il secondo coltello, quello della camera da letto.
AF:
Io non ricordo adesso chi l'ha preso, perché eravamo in 6 a fare la perquisizione.
GM:
Finita la perquisizione vi siete tolti i guanti?
AF:
Certamente.
GM:
Ed i calzari ed è tornato in Questura?
AF:
Sì.
GM:
A chi ha affidato questa busta?
AF:
Allora tutto il materiale sequestrato, da come si può vedere dal verbale di perquisizione, è stato fatto in conseguenza, abbiamo sequestrato della roba in cucina, della roba nel bagno, nella camera da letto e in ogni stanza, di ogni oggetto sequestrato, noi l'abbiamo messa all'interno di buste che abbiamo preso dentro la cucina del Sollecito, all'infuori del coltello che è stato dal momento che io l'ho preso sempre riposto dentro una busta gialla...
GM:
Quel primo oggetto che lei ha toccato?
AF:
Il primo, questo, questo qui. All'infuori...
GM:
Perfetto. Si indica la foto di cui...
GCM:
Di cui al reperto già caratterizzato...
AF:
Sì, all'infuori del coltello che ripeto è stato sempre all'interno della mia cartella gli altri oggetti sequestrati sono stati riposti in una busta stanza per stanza, dopodichè in Questura io ho redatto il verbale di perquisizione e contestuale sequestro e poi alla fine ho preso le buste, ho preso un borsone che c'era altra roba dentro, ho portato tutto, mi è stato...
GM:
Altra roba che era questo borsone?
AF:
Se devo elencare...
GM:
Sì.
AF:
C'erano dei giornaletti, vuole che leggo tutto il materiale?
GM:
Sì, quello che ha preso, quello che ha prelevato se può utilizzare...
GCM:
L'abbiamo già acquisito come...
GB:
Comunque vale.
GCM:
Abbiamo già acquisito...
GM:
Questo borsone.
AF:
Sì, il borsone, le buste e sono andato nella sezione Omicidi dove c'era il Sovrintendente Gubbiotti che era stato incaricato a ritirare tutti i reperti e ho consegnato prima le buste ed il borsone, dopodichè ho aperto la mia cartella, ho preso...
GM:
Che era separata quindi, questa era separata dagli altri?
AF:
Era sempre all'interno della cartella, ho preso questa busta, l'ho consegnata al Sovrintendente Gubbiotti, consegnandogli copia dei verbali firmati da tutti i prevenuti, dopodichè il mio compito è terminato.
GM:
Quindi lui ha preso la busta con dentro il coltello, la busta era chiusa?
AF:
Sì, era chiusa, era avvolta, era chiusa.
GM:
Poi lei ovviamente non ha fatto più altri accertamenti su questo coltello?
AF:
No.
GM:
Si è limitato a consegnarlo in busta chiusa al Sovrintendente Gubbiotti, poi quali altre attività di indagine ha svolto?
AF:
Che io adesso ricordo non ho fatto nessun'altra attività.
GM:
No, altre attività, lei ha detto in relazione al delitto è tornato al 18, non so se c'è tornato, se si ricorda.
AF:
No, l'8 novembre mi sembra che su sua autorizzazione siamo entrati con l'Ispettore Volturno e l'ispettore Ficarra all'interno nuovamente di casa di Sollecito.
GM:
A casa di Sollecito?
AF:
Sì.
GM:
Avete utilizzato sempre guanti...
AF:
Guanti nuovi e puliti e calzari.
GM:
È chiaro, diciamolo.
AF:
Sì.
GM:
Altre cose si ricorda?
AF:
No, non mi ricordo nient'altro perché in questo caso ha redatto l'atto l'ispettore Volturno quindi abbiamo dato una mano...
GM:
Senta questo odore di, lei ha detto questo odore di varichina era diffuso in tutta...
AF:
Diffuso in tutta la cucina.
GM:
Tutta la cucina.
AF:
In tutta la cucina, è la cosa che proprio mi è sal...
GM:
Ma era presente anche nelle altre stanze oppure con la stessa intensità oppure era più forte nella cucina?
AF:
Sì, l'odore si trascinava, però dove era più diffuso era in cucina.
GM:
L'epicentro era in cucina.
AF:
L'epicentro era la cucina.
GM:
Va bene, non ho altre domande.
GCM:
Le Parti Civili se hanno domande.
FM:
Nessuna domanda per adesso.

Difesa - AVV. Maori

LM:
Lei, mi sono riportato testualmente quello che ha detto, ho preso, lei ha detto in questa maniera, ho preso questo coltello perché secondo il mio intuito investigativo era compatibile con le ferite che io non ho mai visto. Che significa questo?
AF:
Significa che io non le ho mai viste, ma mi era stato detto, l'avevo già detto che c'erano stati dei breefing immediatamente dopo il delitto, la mattina dopo, ci sono stati dei breefing dove è stato detto dai dirigenti come era morta la Meredith e quindi...
LM:
E come era morta Meredith, che cosa le era stato detto, ci spieghi.
AF:
Mi era stato detto che era stata accoltellata alla gola con numerose coltellate.
LM:
E quante ferite vi erano?
AF:
Non lo so io, quante ferite vi erano, numerose...
LM:
Che lunghezze avevano queste ferite?
AF:
Prego?
LM:
Che lunghezze avevano queste ferite?
AF:
Non lo so, erano profonde, io sto riferendo a lei quello che mi è stato riferito.
LM:
Che profondità avevano?
AF:
Non lo so, non le ho misurate.
LM:
Quindi lei praticamente a seguito del breefing quando è andato a fare la perquisizione sapeva soltanto che la Meredith era stata attinta da diverse coltellate dove?
AF:
Al collo, alla gola.
LM:
Senza sapere né la lunghezza delle ferite, né la profondità delle stesse.
AF:
Certo.
LM:
E quindi non poteva conoscere neanche il tramite se era un tramite lungo o un tramite corto che avesse provocato...
AF:
Se mi dicono, Avvocato, che sono delle ferite molto profonde io presumo..., e larghe presumo che la lama Sicuramente, ma potrebbe essere grande.
LM:
Benissimo lei ha parlato prima, a domanda del Pubblico Ministero, anche del fatto che vi erano all'interno dell'abitazione altri coltelli più piccoli e più grandi?
AF:
Sì.
LM:
Perché non ha, diciamo così, attenzionato la sua attenzione su altri coltelli più grandi?
AF:
Perché secondo me quelli non erano di interesse investigativo.
LM:
Ma secondo me, cioè era una sua semplice valutazione...
AF:
È stata una valutazione...
LM:
Semplice valutazione ovvero perché lei scientemente, scientificamente perché conosceva come dovevano essere le ferite, come erano le ferite quindi...
AF:
No no, io le ripeto, io non ho mai visto le ferite della Meredith, mi è stato riferito, quindi secondo me il coltello che io come primo atto ho preso poteva essere... La lama del coltello che io ho preso poteva essere compatibile con le ferite, poteva.
LM:
Quindi per concludere, ultima domanda, primo coltello che vede...
AF:
Sì, perché era il primo riposto su tutte le stoviglie.
LM:
Il primo coltello che vede ritiene che possa essere quello.
GCM:
Scusi Avvocato, scusate...
LM:
No, ha detto esattamente questo, primo coltello che ho visto ritengo che potesse essere quello.
GCM:
Scusi, non ho capito bene, il primo coltello che vede o che appare, cioè non ho capito.
AF:
Beh, chiaramente vedo e che appare perché io quando apro il cassetto signor Presidente c'è il porta stoviglie e questo era proprio il primo e poi era il più grande, era proprio il primo sopra, io l'ho preso e l'ho fatto vedere al dottor Chiacchiera.
GCM:
Quindi non è che ha dovuto spostare altri coltelli per prendere...
AF:
No, nel modo più assoluto.
GCM:
Per prendere altre stoviglie?
AF:
No, è stato il primo che ho visto...
GCM:
Questo chiedeva l'Avvocato e la puntualizzazione...
LM:
Ha confermato la risposta, Presidente. Ultima cosa: è stata utilizzata una scatola per inserire questo coltello?
AF:
No, da me no, perché io l'ho preso, l'ho fatto vedere al dottor Chiacchiera, l'ho riposto in una busta simile a questa.
LM:
Che ha messo?
AF:
All'interno della mia cartellina.
LM:
Questa cartellina che lei ha...
AF:
Proprio questa era, era questa qui.
LM:
Per la registrazione, una cartellina di cartone color nero che lei ha utilizzato...
AF:
È colore marrone.
GCM:
Cartone o di pelle adesso io...
AF:
Sì.
LM:
Grazie.

Difesa - AVV. Bongiorno

GB:
Volevo sapere questo tipo di sua valutazione che è stata fatta in virtù della quale ha ritenuto quel coltello utile per le indagini nasceva dal fatto che in questi breefing era stato detto ferita grande.
AF:
Ferite, ferite.
GB:
Ferite profonde?
AF:
Ferite larghe e profonde.
GB:
Lei sa che la profondità di una ferità può dipendere anche dalla forza che viene impressa e non dalla...
AF:
Non lo so, non sono un medico legale, mi è stato detto solamente che erano larghe ferite.
GB:
Quindi lei dice larga ferita - larga lama?
AF:
No, ho pensato solamente, ho pensato solamente che il coltello poteva essere compatibile con...
GB:
E quindi tutti gli altri coltelli che c'erano accanto, etc., invece secondo lei non erano compatibili, non valeva comunque la pena visto che il suo giudizio probabilmente era un po' un giudizio sommario, cioè formato soltanto sentendo dire largo prendere magari più coltelli?
AF:
Avvocato, l'intuito investigativo nelle persone che fanno le indagini è molto elevato, quindi ho avuto intuito investigativo, l'ho preso.
GB:
Senta questo intuito investigativo non l'ha portato a pensare che magari per prendere il coltello era il caso di far arrivare la Scientifica?
AF:
No, il coltello era pulitissimo, quindi se io avessi notato delle macchie di sangue, sicuramente avrei bloccato tutto consigliandomi con il mio funzionario avremmo fatto intervenire la Scientifica, ma il coltello era immacolato, era pulitissimo.
GB:
Perché l'intervento della Scientifica richiede solo se ci sono delle macchie o quando...
AF:
Sì, non siamo obbligati a effettuare la perquisizione alla presenza della Scientifica.
GB:
Senta l'altro coltello lei ha detto che è stato preso con le stesse modalità, però non so chi l'ha preso. L'altro coltello, lei diceva, quello che avete reperito nella stanza da letto l'abbiamo preso con le stesse modalità.
AF:
Sì.
GB:
Cioè che intende con le stesse modalità?
AF:
Tutti quanti avevamo i guanti, tutti quanti avevamo i calzari...
GB:
Normalmente, quindi questi sacchettini per guanti poi vengono utilizzati per i sequestri?
AF:
I sacchettini dei guanti?
GCM:
Scusi, lei prima ha detto che il coltello, questo riconosciuto l'ha messo nella stessa busta dove c'erano i guanti che lei stava utilizzando no?
AF:
Sì, esatto.
GCM:
Il secondo coltello la busta...
AF:
No, ma io infatti il secondo coltello quello più piccolo l'abbiamo messo dentro le buste, ognuna...
GCM:
Un'altra busta quindi, che cosa?
AF:
Busta della spesa che abbiamo preso all'interno della cucina...
GB:
Quindi ha preso una busta della spesa e ha messo...
AF:
Varie buste perché era il bagno, la camera da letto e altre...
GB:
Tutto nelle buste.
AF:
Divise per stanza.
GB:
Divise per stanza. Questo secondo coltello era più piccolo?
AF:
Sì, era più piccolo, ho detto prima le dimensioni Avvocato, 18 centimetri mi sembra di ricordare.
GB:
Allora la mia domanda è questa: visto che lei mi giustificava il fatto che non venivano presi gli altri coltelli perché erano più piccoli, invece però viene preso questo ed è anche più piccolo, come mai?
AF:
Era un coltello a serramanico, quegli altri erano coltelli da cucina che non ho ritenuto opportuno prendere, questo era a serramanico, era un pochettino diverso dagli altri, per scrupolo l'abbiamo preso.
GB:
La mia domanda è questa: lei ha detto ferita profonda, ho preso il coltello più grande.
AF:
Sì.
GB:
E mi ha giustificato il fatto che non ha preso gli altri coltelli perché erano piccoli. Questo qui serramanico no, però è più piccolo, cosa l'ha spinta?
AF:
Era particolare, la conformazione del coltello è particolare, è a serramanico, era più piccolo però abbiamo ritenuto opportuno prenderlo.
GB:
Non mi sa indicare un elemento oggettivo per il quale...
AF:
No. Lì andiamo ad intuito.
GB:
Questo coltello diciamo il primo frutto dell'intuito investigativo...
AF:
Lei parla di questo?
GB:
Sì, che è stato messo in questa bustina guanti monouso, questa bustina guanti monouso è una bustina che poi si può sigillare?
AF:
No no, era similare a questa qua, dove io tengo sempre un paio di guanti all'interno.
GB:
Quindi è rimasta la parte superiore comunque aperta di questa bustina?
AF:
No, c'ho messo un filo di schoth.
GB:
E poi l'ha messo dentro questa sua carpettina qui.
AF:
Sì, esatto, chiudendo la carpettina.
GB:
Ma come mai utilizza questo tipo di carpetta per mettere dentro oggetti sequestrati?
AF:
No, non è che l'utilizzo, in quel frangente ho ritenuto opportuno rimetterlo qua dentro, anche perché essendo un coltello appuntito e tagliente prendiamo delle precauzioni, lo togliamo un attimo e a volte è capitato che ci siamo punti o tagliati. Per evitare questi..., l'ho messo in sicurezza.
GB:
Ho capito, l'ha messo in sicurezza mettendolo dentro... Ma questa cartellina non credo che sia una cartellina che poi garantisce la non contaminazione, credo che lei la utilizza ovunque, non si è posto questo problema?
AF:
No, me lo sono posto perché l'utilizzo ovunque dove?
GB:
Questa cartellina lei la utilizza sempre ogni giorno?
AF:
Sì.
GB:
E il coltello viene messo in questo sacchettino.
AF:
Sì.
GB:
Perché metterlo in una cartellina che uso si porta quotidianamente?
AF:
Ho fatto in questo modo.
GB:
Nel sacchetto diciamo della spesa invece è stato messo l'altro coltello, quello più piccolino, qual è la ragione la quale si è ritenuto un coltello di metterlo questa cartellina e l'altro nella borsa della spesa?
AF:
Probabilmente perché era più piccolo e avevamo pensato che comunque quello lì era un coltello più piccolo e quindi non poteva essere compatibile con le ferite.
GB:
Però l'abbiamo preso, va bene grazie.
AF:
Però l'abbiamo preso.
GCM:
Ci sono domande?

Pubblico Ministero

GM:
Quando ha messo il coltello dentro la busta, l'ha poi sigillata con lo schoth?
AF:
Sì, ho messo un filo di schoth ma non è che poi...
GM:
Ho capito bene, perfetto. Questa cartella dove ha messo la busta con il coltello l'aveva usata, la usava continuamente, l'aveva usata in precedenza? Che cosa c'era dentro la cartella?
AF:
Quello che c'è ora, ci sono dei verbali di perquisizione in bianco e dei fogli per scrivere.
GM:
Cioè verbali, documenti quindi che non avevate mai usato precedenza?
AF:
No, sono in bianco, sono delle perquisizioni...
GM:
Anche in quell'occasione?
AF:
Certo, questa è sempre, per scrivere quando fermiamo le persone.
GM:
Dove la teneva, dove l'aveva tenuta prima quella cartella?
AF:
Dove è sempre, sulla mia scrivania.
GM:
Non ho altre domande.

Parte Civile - AVV. Maresca

FM:
Lei ha mimato prima il gesto dell'inserimento del coltello nella busta simile a quella che ha davanti.
AF:
Sì, simile, adesso...
FM:
Parliamo di busta, mi corregga che sbaglio cartacea?
AF:
Sì, era simile a questa, adesso... Sì, era così.
GCM:
Una busta di carta perché poi così...
AF:
Una busta di carta con l'intestazione della Questura.
FM:
Ecco perché lei ha riferito circa la conservazione dei suoi guanti che usa in servizio, dei guanti monouso.
AF:
Sì.
FM:
Quindi allora possiamo chiarire, lei inserisce il coltello che trova in questa busta cartacea simile a quella e la sigilla è giusto dire questo con dello schoth?
AF:
Sì, non lì sul posto, in Questura dopo aver fatto l'atto la sigillo con un filo di schoth, man non era proprio sigillata, erano due lembi, ho chiuso due lembi tanto per non far aprire la busta.
FM:
Perfetto, quindi non parliamo di sacchettini di plastica, ho sentito...
AF:
Mai detto il sacchettino di plastica.
FM:
La busta che lei ha utilizzato per inserire il coltello era datata nel tempo, era...
AF:
No no.
FM:
Era nuova, molto nuova, quasi nuova?
AF:
Sono buste nuove, ecco, è come questa qui.
FM:
Lei si prepara per il servizio in modo tale da averla per necessità?
AF:
Stanno sempre lì, durante il servizio può capitare sempre che magari si rinviene qualcosa che è opportuno metterlo, conservarla, e quindi...
FM:
Quindi è vostra prassi utilizzare queste buste...
AF:
Non è vostra, è mia prassi.
FM:
Sua prassi, sto chiedendo, lei mi risponde e me lo dice, quindi è sua prassi utilizzarla per repertare nell'ambito del suo servizio qualche oggetto?
AF:
Repertare, conservare fino in ufficio.
FM:
Perfetto, grazie.

Difesa - AVV. Bongiorno

GB:
Quindi da quello che sto capendo questa busta è rimasta aperta fino a che lei non è arrivato in Questura?
AF:
La busta c'era il coltello dentro, io avevo fatto un bordo e poi è rimasta in questo modo qui.
GCM:
Cioè scusi in questo modo se lo può tradurre, in questo modo cioè l'ha poi riposta nella cartellina...
AF:
Ho fatto un bordo e l'ho riposta nella cartellina.
GCM:
Il bordo dove è rimasto, schiacciato?
AF:
Il bordo era schiacciato all'interno della cartellina.
GCM:
Dalle due pagine della cartellina?
AF:
Certo.
GCM:
Abbiamo capito, ma solo per la registrazione.
GB:
Serve per la trascrizione. Questa sua cartellina che lei dice la cartellina sta sempre sulla mia scrivania, in realtà l'ha portata anche qui, quindi è una cartellina con la quale lei gira.
AF:
L'ho portata qui perché ho il verbale di perquisizione.
GB:
Quando lei gira e va negli appartamenti per i verbali di perquisizione porta questa cartellina con sé?
AF:
Sì.
GB:
Va bene grazie.
GCM:
Ci sono altre domande?

Presidente

GCM:
Scusi le volevo chiedere: la busta nella quale ha riposto questo coltello l'aveva in precedenza usata per qualche altra...
AF:
No, era nuova e ne tengo sempre una o due, quella mattina ce n'era una.
GCM:
Nuova che significa? L'aveva presa dalla cancelleria...
AF:
Come questa. Sì, le abbiamo...
GCM:
Non l'aveva mai utilizzata prima?
AF:
No no no.
GCM:
Non c'era stato mai nessuno oggetto all'interno?
AF:
Nessuno, nel modo più assoluto.
GCM:
Il coltello poi fu esaminato dalla Scientifica.
AF:
Sì.
GCM:
Quando fu trasferito, fu trasmesso alla Scientifica, fu trasmesso dentro la stessa cartellina, dentro scusi la stessa busta?
AF:
Non lo so signor Presidente perché come ho già detto prima ho consegnato tutto il materiale in sequestro al Sovrintendente Gubbiotti che era stato incaricato dal dirigente per la repertazione di tutto.
GCM:
E lei la consegna l'ha effettuata così come...
AF:
In Questura.
GCM:
Ma così come aveva custodito, messo in custodia questo coltello?
AF:
Esatto.
GCM:
Però lei prima aveva anche detto che quella busta la usava per tenerci i guanti sterili, è così?
AF:
Sì, alcune volte...
GCM:
Sì, ma nello specifico c'erano stati guanti sterili in quella busta?
AF:
No, quel giorno non c'erano stati.
GCM:
Ah, quel giorno no?
AF:
No, nel modo più assoluto.
GCM:
Quindi non c'era stato nessun altro oggetto?
AF:
No i guanti e i calzari li abbiamo presi dalla Scientifica e li abbiamo messi nelle tasche e poi dopo...
GCM:
Mi era sembrato di capire...
GB:
No, aveva detto un'altra cosa.
GCM:
Scusi le buste della spesa che lei ha menzionato come utilizzate per riporre e custodire l'altro coltello, erano buste usate o nuove?
AF:
Erano usate, le abbiamo preso dentro la cucina di Sollecito.
GCM:
Quindi erano buste che erano state usate per fare la spesa e custodite in casa?
AF:
Sì.
GCM:
Lei ha descritto questo coltello, l'ha descritto, l'ha qualificato pulitissimo, se può dire pulitissimo...
AF:
Pulitissimo che non c'era nessuna macchia né di cibo né di altro, era lavato, pulito, era pulito.
GCM:
Quell'odore di varichina era presente anche su queste varie stoviglie?
AF:
Sì, meno che in tutta la stanza però si sentiva l'odore di varichina anche dentro il cassetto e anche dentro gli altri sportelli della cucina.
GCM:
Il coltello in particolare aveva odore di varichina?
AF:
Era nel cassetto io non l'ho odorato, signor Presidente, però quando ho aperto il cassetto mi è arrivata una vampata di odore di varichina, però era prevalente in tutta la stanza.
GCM:
Se non ci sono altre domande... Il teste viene congedato.