Antonella Negri's Testimony

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search
DEPOSIZIONE TESTE - ANTONELLA NEGRI -
Key to abbreviations
GM Giuliano Mignini Prosecutor Pubblico Ministero
AN Antonella Negri Witness being questioned Knox's teacher at the University of Foreigners
LG Luciano Ghirga Knox defense lawyer Avvocato
GCM Giancarlo Massei Judge Presidente
FM Francesco Maresca Counsel for Kercher family (civil plaintiffs) Avvocato

IL TESTE, AMMONITO AI SENSI DELL'ART. 497 CODICE DI PROCEDURA PENALE, LEGGE LA FORMULA DI RITO

GENERALITÀ': Antonella Negri, sono una delle insegnanti di Amanda all'università per stranieri. Nata il 30 gennaio 1951 a Perugia.


Pubblico Ministero - Dr. Mignini

GM:
Lei insegna all'università per stranieri da quanto tempo?
AN:
Da 3 0 anni, dal 1979.
GM:
Ha avuto come allieva Amanda Knox?
AN:
Si esatto.
GM:
Solo lei dei personaggi di questa vicenda, non Meredit per esempio?
AN:
No, no, solo Amanda.
GM:
Insegnava che cosa a Amanda?
AN:
Lingua italiana, grammatica. Poi all'università ci sono anche altre discipline come esercitazione orali, fonetica, civiltà italiana.
GM:
Senta lei quando ha tenuto, quando l'ha vista per l'ultima volta prima del 1-2 novembre?
AN:
L'ultima volta è stato l'ultimo giorno di lezione della settimana, di quella settimana, adesso non ricordo esattamente, forse mercoledì o giovedì... quando è successo il fatto?
GM:
1 - 2 novembre?
AN:
Si ma era giovedì? Adesso non mi ricordo...
GM:
2 era venerdì.
AN:
Amanda ha sempre frequentato le. lezioni, quindi l'avrò vista l'ultimo giorno di lezione della settimana, di quella settimana.
GM:
Era in compagnia di qualcuno?
AN:
In classe?
GM:
Si?
AN:
No lei era sempre al primo banco, sempre allo stesso posto, non in particolare.
GM:
Senta lei si ricorda di qualche elaborato di Amanda, lettera o documento che lei ha scritto?
AN:
Si, io ho depositato quella lettera che lei scrisse il lunedì successivo al fatto, all'episodio, lei venne in classe, era programmato un tema e lei lo ha fatto.
GM:
Che argomento aveva questo tema?
AN:
Io l'ho consegnato alla Polizia d'accordo con la Rettrice, questo tema appunto c'erano le sue emozioni, era una lettera alla madre. Io avevo dato un tema, una lettera, scrivete una lettera formale o informale a chi volete. Lei ha scritto una lettera alla madre in cui esponeva i suoi stati d'animo.
GM:
Si ricorda che cosa diceva?
AN:
Adesso non me la ricordo perché la consegnai allora, però ecco che era preoccupata, era preoccupata, era confusa, sperava che... che lei comunque era, nonostante tutto era legata a Perugia, però ecco, sperava che la madre arrivasse per potersi distrarre, per fare delle spese insieme. Adesso io proprio non me la ricordo, perché è passato più di un anno, un anno e mezzo.
GM:
Lei non ha una copia di questa?
AN:
No, no, io 1'ho "depositata.
GM:
Senta lei il lunedì successivo, quindi sarebbe il 5 novembre, èstata1'ultimavolta che1'havistaprima dell'arresto?
AN:
Si esattamente.
GM:
Si ricorda come era?
AN:
Allora lei era sempre puntuale, una studentessa brava veramente, diligente, partecipativa. Quindi ecco anche quel giorno era arrivata puntuale. Io quando sono arrivata in classe ho fatto un breve accenno all'episodio successo drammatico, ma niente di più, perché non sapevo molto, non avevo seguito i telegiornali i fine settimana perché mi ero assentata da Perugia. Quindi sapevo solo ecco vagamente quello che era successo. Al mio accenno ho visto che lei ha avuto una reazione così di sconforto, come dire... ha abbassato la testa, si è appoggiata sul banco con le braccia e la testa. Io non avevo capito come mai questa relazione. Una sua compagna a fianco mi ha spiegato che lei era la coinquilina della povera ragazza morta.
GM:
Ha abbassato la testa?
AN:
Si, si è abbassata sul banco con le braccia in cerchio e la testa giù. Io naturalmente non ho capito...
GM:
Lei aveva fatto un breve accenno all'episodio?
AN:
Io?
LG:
Presidente mi permetto di intromettermi, ma le circostanze sul quale è stata chiesta l'esame della professoressa è sui manoscritti della Knox del 5 novembre 2 0 0 7.
GM:
Su tutte le circostanze del...
LG:
Non c'è scritto. Quindi se vogliamo fargli vedere i manoscritti. Poi le circostanze relative ai manoscritti si, ma non relativi a come stava o sulla personalità.
GCM:
Si i manoscritti, le circostanze, anche il commento ai manoscritti quali l'imputata poteva rappresentare. Quindi manoscritti.... Prego.
GM:
Come ne aveva parlato?
AN:
Ma molto brevemente perché non volevo insistere, non ne sapevo niente più di quella notizia che insomma era morta, c'era stato un assassinio vicino all'università per stranieri, non sapevo altro, di una studentessa dell'Erasmus. Ecco ho detto solo questo, basta.
GM:
Lei in quel momento ha avuto questa reazione?
AN:
Si certamente.
GM:
Era in compagnia di qualcuno?
AN:
No, no, c'era la sua compagna di banco vicina.
GM:
Si ricorda come era vestita?
AN:
Si, aveva una tuta, una tuta blue mi sembra ed aveva espresso anche il suo disagio per non potersi essere cambiata i vestiti perché le erano stati sequestrati. Tutto qui.
GM:
Senta quando le ha presentato questo manoscritto, le ha detto qualcosa Amanda?
AN:
No.
GM:
Nessuna altra domanda.
GCM:
La teste è comune anche alla difesa di Amanda Knox, le parti civili non hanno domande?
FM:
Presidente grazie.

Difesa - AVV. Ghirga

LG:
Il 5, il giorno del manoscritto del tema è lunedì professoressa. Ha fatto lei cenno al giorno di chiusura delle lezioni, cioè non ricorda la data. C'era uno stacco per i morti, per la ricorrenza dei morti? Voleva dire questo lei?
AN:
Esatto, perché c'è stata la festa dei morti, poi il fine settimana, il sabato, la domenica. Quindi non mi ricordo...
LG:
Lei non ricorda...
GCM:
Era giovedì 1 novembre.
AN:
Il giovedì era il 1 novembre, allora forse le lezioni saranno finite il mercoledì.
LG:
Poi lei vuol dire se lo ricorda, lo confermi, c'era uno stacco fino al lunedì?
AN:
Si assolutamente. Cioè le lezioni sono finite, adesso non mi ricordo, ma siccome lei era sempre presente, sarà venuta fino all'ultimo giorno. Quindi le lezioni forse saranno finite il mercoledì, se il primo novembre è giovedì era festa.
LG:
Volevo sapere solo questo, poi c'era uno stacco per i morti r?
AN:
Assolutamente si.
LG:
Senta Presidente, questo manoscritto ce 1 ' ha la Corte? Non credo. Lo produciamo noi, chiediamo di produrlo.
GCM:
Eventualmente si può produrre.
LG:
Le volevo chiedere professoressa Negri se ricorda su Perugia che cosa ha scritto Amanda, se lo ricorda o quale era il pensiero su questo manoscritto. Intanto è qui.
AN:
Appunto adesso non me lo ricordo tutto, non mi ricordo tutto quello che ha scritto, comunque lei amava comunque Perugia, lei dice...
GCM:
Lei li riconosce come i manoscritti di Amanda Knox, è questo, li riconosce?
AN:
Si, si, questo l'ha scritto in classe. Dice: "Perugia è veramente una bella città, io voglio mostrarti - questo lo dice rivolgendosi alla madre - Perugiaèveramenteunabella città e iovoglio mostrarti tutti che so sulla Perugia. E nonostante la mia situazione adesso, voglio rimanere a Perugia. Lo so che vuoi che ritorno con te nei Stati Uniti, ma non sono finita qua. Non ho paura di qualcosa..." .
GCM:
Lasci, è questo comunque il manoscritto?
AN:
Si.
GCM:
C'è la richiesta di produzione?
LG:
Si.
GCM:
Di tutti e due?
LG:
Si.
GCM:
Ci sono altre domande da porre alla teste?
LG:
Per noi no. In realtà Presidente il documento è uno solo, però c'è un brogliaccio che sembra una brutta copia, poi c'è una versione scritta meglio, quindi è un solo tema mi sembra.
GCM:
Sempre quello di lunedì 5 novembre. Le parti conoscono. Se non ci sono altre domande la teste la possiamo congedare. Si acquisiscono i documenti relativi al manoscritto al quale la teste ha fatto riferimento, prodotti dalla difesa dell'imputata Amanda Knox.