Amanda Knox Intercepted Prison Conversation (Nov 17 2007)

From The Murder of Meredith Kercher
Jump to: navigation, search


For English translation please view with Google Chrome -- right click and select Translate to English


Original document available in File Library Prision Recordings 2007 to 2008



TRASCRIZIONI


INTERCETT. AMBIENT.


CARCERE SOLLECITO


R.I.T. 395/08


Nr. 397/08 Data. 17.11.2007 Intercettazioni ambientali Proc. Pen. Nr. 8/08 R.G. Corte d’Assise A carico di Knox Amanda Marie + 1


INTERLOCUTORI

AK : AMANDA Knox

EM: MADRE DI AMANDA

CK: PADRE DI AMANDA


CK:
(---)
EM:
(---)
CK:
(---)
EM:
(---)
CK:
(---)
AK:
Oh, eccovi!
CK:
Eccoci!
EM:
Come stai, tesoro?
AK:
Uhm.
EM:
Stai bene? Non sembra.
AK:
Ieri è stata una brutta giornata.
EM:
Cos’è successo?
CK:
Come mai?
AK:
È stata qui la polizia ieri e hanno guardato tra la mia roba. (---) Mi ha chiesto se avevo visto la tv e io le ho detto di sì ma che non ero preoccupata perché non ho fatto niente e lei mi ha detto che sono una bugiarda. Io le ho detto “Non sono una bugiarda” e lei “Hai dato tre versioni della storia, sei una bugiarda”. Wow!
EM:
Gli avvocati temono che con tutte quelle stronzate stavano cercando solo di intimidirti. Sono solo stronzate.
AK:
Sì, lo so. Ma sono davvero sconvolta. Mi danno dell’assassina ma neanche mi conoscono. Era la stessa persona che mi ha portato qui dentro. E ho pianto. È normale, ho pianto. (---). In cella è freddissimo. Ho chiesto di avere due coperte. Mi sono svegliata stamattina con lo stomaco che mi doleva molto.
CK:
Mangi?
AK:
Sì, mangio.
CK:
(---)
EM:
(---)
AK:
Sì, si può. Ne hanno in più qui. Stavo bene ieri notte ma quando mi sono svegliata … mi sono alzata dal letto, dopo aver letto perché se non leggo per ore sento le vertigini …
CK:
A volte hai dei cali di zuccheri.
EM:
Qui non c’è un medico da cui puoi andare?
AK:
Sì. Stamattina ho preso le medicine per il mal di testa, ora sto meglio. Ma ieri ho pianto solo perché c’è così tanta pressione sulla mia testa, e non se ne andrà perché è stato orribile. quella persone mi guardava come se fossi un mostro orrendo.
EM:
Gli avvocati dicono che lo stanno facendo apposta. Perché non hanno niente e allora cercano di farti pressione, come è successo all’interrogatorio, per vedere se dici qualcos’altro. Quindi, qualsiasi cosa faccia: sii calma, non dire niente a nessuno.
AK:
Sì, quando erano in camera mia io ero … e appena sono usciti ho pianto come una pazza. Sono preoccupata per questa cosa della notte. Perché sono venuti di notte?
CK:
Ci sono novità. Ieri abbiamo parlato con gli avvocati e ogni volta che viene scritto un articolo, c’è un nostro esperto lì che collabora alla redazione. Per esempio, di questa cosa di quella notte. Noi non sapremo mai se …
EM:
Sono stronzate.
AK:
Sono stronzate.
CK:
Sono stronzate. Soltanto montature.
EM:
(---)
CK:
Sono tutte montature.
EM:
Per cercare di farti parlare.
AK:
Ma è stupido. Non posso dire altro perché so che ero lì e non posso mentire a riguardo. Non ho ragione di farlo.
CK:
Ora non devi parlare con nessuno, non devi scrivere niente. Per esempio, hai cominciato a ricevere lettere?
AK:
Ricevo tantissime lettere. Ammiratori.
EM:
Ok. I tuoi amici di Seattle vogliono scriverti delle lettere. L’hanno chiesto varie volte, vogliono mandarti della roba … probabilmente
AK:
Cosa?
EM:
Quello che riescono.
AK:
Cosa vogliono mandarmi?
EM:
Lacrime, affetto!
AK:
Le lacrime non mi aiuterebbero perché ne ho già molte di mio.
CK:
(---)?
AK:
No, non lei.
EM:
(---)
AK:
No, tecnicamente, ho chiesto di avere qualcosa dove posso comprare delle cose, ma sinceramente, per ora non mi interessa.
EM:
Ti abbiamo portato le grucce ma le hanno buttate via perché dicono che puoi comprarle.
CK:
Puoi comprare le cose da quel catalogo, o qualcosa del genere, che hanno qui.
AK:
A me hanno detto di chiederle a voi.
EM:
E a noi hanno detto che non possiamo far entrare queste cose, perché noi le abbiamo portate ma ci hanno detto di no.
CK:
Ti avevamo portato anche della cioccolata ma ci hanno detto di no, perché puoi comprarla.
EM:
Puoi comprarla nel catalogo allora non possiamo portarla noi.
AK:
Sinceramente credo che cerchino di farvi arrabbiare e basta
CK:
No …
EM:
Mah, no … Gli avvocati ci hanno detto che non devi ascoltare le notizie in tv perché sono solo stronzate.
CK:
È tutta una montatura.
EM:
Sembra che senti caldo adesso.
CK:
Come se avessi sudato.
AK:
Beh, è strano perché io sarò in camera mia e sentirò molto caldo ma tremerò come una pazza e la mia compagna di stanza (---). Il mio avvocato mi dice: non dimagrire, non ti ammalare, mangia! La mia compagna di stanza sta diventando strana nei miei confronti; continua a dirmi: “Tu hai la coscienza a posto, andrà tutto bene. Io non credo al tuo ragazzo, lui dice bugie. (---)
EM:
Comunque, qualsiasi cosa tu faccia, non scrivere lettere per ora.
AK:
Non scrivere niente che abbia a che fare con il caso.
EM:
Non scrivere niente a proposito di quello che sta succedendo e soprattutto non farti coinvolgere da …
AK:
Raffaele ... Perché potrei essere oggetto di invenzioni
EM:
Sì, esattamente. Cercheranno di prendere tutto ciò che ha a che fare con questa storia e di contorcerlo perché non hanno proprio niente, ma …
CK:
Ieri hanno fatto la procedura per fare appello contro l’arresto quindi probabilmente mercoledì, giovedì o la prossima settimana sapremo quando …
EM:
Il giorno
CK:
Il giorno dell’udienza, che probabilmente sarà 5 o 7 giorni dopo.
AK:
Ok
EM:
E sperano che all’udienza ti chiederanno (---), quindi è possibile che, sperano che potrai uscire, a meno che non succeda qualcosa di orribile. E siamo un po’ preoccupati per il coltello perché a quanto pare hanno trovato un coltello a casa tua che ha il dna tuo e di Meredith. Non c’è sangue, solo il dna (---)Vivevate insieme!
AK:
La polizia (---) il capo (---) mi ha mostrato quest’articolo e mi ha chiesto cosa ne pensavo. Dice che ci sono le tue impronte digitali sul collo e il dna di Meredith sulla lama e io ho detto che non capivo ma … ok
CK:
No, no. No comment.
EM:
Chi è questo signore?
AK:
Mah … (---)
EM:
Ma è quello che … come si chiama? (---)
AK:
Sì, faceva domande. Ma non ricordo come si chiama, nell’articolo diceva … vice capitano … tipo il vice presidente o qualcosa del genere
EM:
Come si chiama?
AK:
Uhm … la mia compagna di stanza continua a dirmelo ma … non so … Alberto forse …
CK:
Il vice capitano.
EM:
Non parlare con nessuno.
CK:
Non parlare con nessuno del tuo caso
EM:
Voleva farti domande sul caso?
AK:
No, ha detto che se dovessi ricordare qualcosa devo dirlo. Ma io ho già detto tutto ciò che so, quindi …
EM:
Non lo dire a lui. Dillo ai tuoi avvocati se c’è qualcos’altro.
AK:
La mia compagna di stanza vuole parlarne, dice “Ci sono certe cose in cui hai fatto degli errori. Sei sicura di non volere un altro avvocato?” Ma io le dico che mi piacciono i miei avvocati!
CK:
(---)
EM:
Stanno cercando di farti impaurire.
CK:
Gli avvocati dicono che devi stare tranquilla. Qualsiasi cosa tu veda in tv o canali simili, sono tutte montature perché non hanno niente.
AK:
Quindi la polizia sta dicendo ai giornalisti che sì, hanno degli elementi?
EM:
Sì!
CK:
Stanno montando informazioni. Mi pare che sia stato alla BBC, dove hanno fatto un’inchiesta sul caso, hanno sottolineato che la polizia e la stampa italiana stanno cercando di celebrare il processo sui giornali invece che in aula.
AK:
Sì! Ed è ridicolo!
EM:
Infatti dicevano … questo è ridicolo! Che tipo di …
CK:
Quindi è solo questione di tempo prima che … (---)
EM:
Quindi devi stare calma, non devi ammalarti. Hai ricevuto lo shampoo e le altre cose?
AK:
Sì, ho lo shampoo, il pettine e i biscotti per la colazione. La mia compagna di stanza continua a dirmi di mangiare. Vuole che mangi! Pare sia così importante! Ma io mangio!
EM:
Beh, so che …
AK:
Vuole che mangi di più! Dice: mangia, mangia, mangia!
EM:
(---)
AK:
Beh, fuori stavo morendo di freddo. Immagino sia per questo che mi sono un po’ … perché poi sono stata meglio.
EM:
Hai il cappotto?
AK:
No, ho queste cose da indossare. Hanno preso i miei vestiti per analizzarli. Hanno i cappotti mio e di Raffaele. Hanno anche preso … È strano perché una delle persone che sembrava davvero volesse parlare con me, quello che mi ha detto “In bocca al lupo”…
CK:
Che significa?
AK:
Buona fortuna
EM:
Quindi perché …
AK:
(---). Mi stavano dicendo buona fortuna.
EM:
Ma perché ti parlavano?
AK:
Stavano prendendo la mia borsa e
EM:
Ok
AK:
Io ero lì che li guardavo che prendevano la mia borsa.
EM:
Cosa c’è nella tua borsa?
CK:
I libri di scuola.
AK:
I libri di scuola, il portafoglio, le gocce perché stavo male (---) Mi pare nient’altro. Hanno preso il mio portafoglio, hanno guardato i libri di scuola ma non li hanno presi, comunque me li ridaranno lunedì.
CK:
Mi pare che gli avvocati abbiano detto che si soffermeranno i libri di scuola perché devono esaminarli.
AK:
Ah,sì.
EM:
Hai scritto qualcosa di importante nei libri di scuola? Per esempio, che stai studiando italiano!
AK:
Ah, ah, ah.
EM:
Credo che insomma, stiano montando una gran storia dicendo che hanno delle cose invece adesso viene fuori che non ne hanno tante.
CK:
Dobbiamo pensare che c’è qualcuno là fuori … e loro stanno cercando di … insomma … di salvare l’immagine della città.
AK:
Salverebbero l’immagine della città prendendo il vero assassino.
CK:
Giusto!
AK:
Erano così emozionati quando … non so, tutti si baciavano, facevano i salti i gioia, e io dicevo: “Non so …”
EM:
Come hanno detto gli avvocati, possiamo difenderci facilmente.
AK:
Sì, infatti. Voglio dire, lì non ero assistita dal mio avvocato (---).
EM:
Ma tu hai chiesto un avvocato in quella situazione?
AK:
No. Perché non sapevo di essere sospettata. Mi facevano delle domande e io rispondevo alle domande. Poi mi hanno detto “No, sei una bugiarda!” ed io “ Cosa?”
EM:
Probabilmente in quel momento avresti dovuto chiedere un avvocato!
CK:
Eh, eh.
AK:
Poi una donna mi ha chiesto se volevo un avvocato. Io ho detto di sì e lei si è messa a ridere, perché volevo un avvocato lì. Ed io … “Ok”
EM:
Hai detto all’avvocato che tu avevi chiesto un avvocato in quell’occasione?
AK:
Sì.
EM:
Bene.
CK:
Quindi hai parlato a (---)?
EM:
Quindi domani probabilmente sarà dura.
AK:
Domani sarà tremendo.
EM:
Ma lunedì …
CK:
Luciano sarà qui lunedì.
EM:
Papà sarà qui martedì. L’altro avvocato …
AK:
Tu quando tornerai?
EM:
Probabilmente tra due settimane. Dianne ha detto che non è facile prenotare (---)
AK:
(---)
EM:
Sì.
AK:
Non ha il gelato??
EM:
Non si può comprare il gelato?
AK:
Perché no? Il gelato …
EM:
No, (---) ha detto niente prodotti (---)
AK:
Oh …
EM:
Quindi potrei avere … Chris ha detto che (---) e lei è la principale creatrice
AK:
Oh! Cattivo!
EM:
Quindi dovremmo portarla al lavoro, portarla da Dianne, sistemare tutto e si spera che alla fine (---).
CK:
(---)
AK:
Apprezzo davvero molto quello che state facendo. Aspetto sempre con ansia le vostre visite. Dormo nell’attesa di parlare con qualcuno. Parlo con voi, e non voglio parlare solo di avvocati. Sono stufa di sentire la mia compagna di stanza che si lamenta.
CK:
(---)
AK:
L’ I-pod? Non lo so.
CK:
Perché io ho qui il mio …
AK:
Sarebbe fantastico!
EM:
Oh, dovremmo chiedere questa cosa!
AK:
Io potrei ascoltare musica continuamente! Metto MTV e ascolto la stessa canzone di continuo e mi sento meglio. Perché non è come ascoltare le notizie, che dicono che ho un coltello e che ho ucciso Meredith.
CK:
Certo. Beh, posso portare il mio …
AK:
In effetti c’avevo pensato. La cosa che mi fa sentire meglio è quando mi fanno uscire fuori, in questo cortile che non è molto grande, e canto a pieni polmoni. Canto gridando perché sono stufa di tutta questa storia.
CK:
(---)
AK:
(---)
EM:
(---)
AK:
No. Continuo a chiedere di uscire al sole perché sono sempre rinchiusa in camera, dove c’è solo luce artificiale. Quindi quando vedo il sole sono così … Quando sono fuori e mi stanco di correre, mi fermo al sole.
CK:
(---)
AK:
Sì, la domenica.
CK:
(---)
EM:
(---) Loro stanno, letteralmente, aspettando qualsiasi (---)
AK:
Non so perché.
CK:
(---).
AK:
Bello.
CK:
Sono due loft, un loft una camera da letto …
EM:
L’appartamento?
CK:
Sì. E al piano più alto c’è …
EM:
Beh, io ho …
CK:
Lei ha un loft in cui dorme e c’è anche un piccolo soggiorno con un divano e un tavolino
AK:
Hala tv?
EM:
Quella è solo nella camera padronale.
AK:
C’è la camera padronale?
CK:
Vai in questo loft dove è lei e c’è un letto singolo
EM:
(---)
CK:
(---) e sotto c’è il bagno, è un bel bagno. Non capisco perché la doccia non ha la tenda, entri in quest’area quadrata e … (---) poi ci sono le scale, il parapetto, la cucina …
AK:
È un appartamento antico?
EM:
Sì, è uno degli otto (---)
CK:
è uno di quei posti in cui guardi su e vieni risucchiato da delle luci che sommergono tutto …
AK:
Wow
CK:
è un … dobbiamo capire quanto …
EM:
quanto possiamo stare là.
CK:
quanto possiamo stare là e se quando avrai gli arresti domiciliari potrai stare lì.
AK:
Ho parlato con il prete … ho detto al prete (---)
EM:
(---)
AK:
a quanto pare … si parla molto (---) abbiamo anche parlato di quanto mi manchi il mio appartamento. Hanno detto anche … i giornalisti hanno anche detto che nell’intervista con Raffaele lui abbia detto che vuole farmi causa
EM:
No, non c’è stata nessuna intervista.
CK:
No, no.
EM:
Ma gli avvocati di Raffaele stanno dicendo cose brutte su di te. I genitori di Raffaele anche non stanno parlando troppo bene di te perché …
AK:
(---)
EM:
Sì, infatti …
AK:
Saranno impauriti. Non possono pensare a me come alla causa per cui lui si trova in questo pasticcio, il che è vero ma allo stesso tempo non lo è perché io non …
CK:
Come ti ho già detto: non ascoltare niente di quello che dicono in tv.
EM:
E neanche leggere … se ti capita di sentire qualcosa ridici su e basta.
AK:
Volevo parlare con … quando ero là dissi: “Mi hanno detto della questione del coltello! e dissi che i miei avvocati sarebbero stati qui domani, ma poi non vennero e mi dissi che era strano (---)
CK:
Il punto è questo: quando lei sarà andata via, tutti i giorni parlerò con il ragazzo a Roma che parla inglese
AK:
CK:
Carlo e Luciano hanno detto che tutti i giorni (---), sono aggiornati su quanto accade.
EM:
Vogliono che tu sappia che stanno rispondendo a tutte queste bugie. P (---) è come un gioco, e ora stanno giocando la carta della stampa. Quindi non ascoltare …
EM:
E le loro istruzioni sono di non giocare a questo gioco. Quindi non parleremo con la stampa, non rilasceremo dichiarazioni. Hanno posto delle domande a me e io ho detto: “Amanda è innocente. E basta.”.
CK:
Fa un certo effetto vedere come siano tutti là fuori quelli della stampa. è abbastanza divertente. Esci e ci sono tutte queste persone in fila, alcuni che corrono verso di te e inizia un brbrbrrb (fa un verso per indicare il chiacchierio dei giornalisti, N.d.T.).
EM:
La mamma italiana si sta prendendo cura di noi. Ci fa la spesa, ci prepara le torte …
CK:
(---)
AK:
(---)
EM:
(---). Sono stanchi dei cameraman che ci seguono. Quindi urlano contro di loro, lo spingono via, dicono di andarsene.
AK:
Oh. Che carini!
EM:
Sì.
CK:
È venuto un altro cameraman e loro sono usciti e bububu! Ah ah!
EM:
Poi ci ha chiamato e in italiano … Via
AK:
Ah ah
EM:
Credo che abbiano fatto un bello spettacolo per la stampa, ma … chi se ne importa!
AK:
Onestamente, non importa! Quando ero in camera mia ero molto arrabbiata per quello che diceva la polizia, poi mi sono detta: calma un secondo (---) e non c’è niente che neanche il giudice può fare perché io non ho ucciso la mia amica, quindi …
CK:
Vogliamo solo assicurarci che mantieni la riservatezza quando rispondi alle lettere. Hai degli amici e puoi rispondere alle lettere ma non devi mai parlare del caso in alcun modo.
EM:
Perché fanno delle fotocopie.
CK:
Fanno le fotocopie, leggono tutto …
EM:
E poi estrapoleranno delle piccole parte e diranno: “Uh! Guarda cosa ha detto!” Quindi in realtà ha detto se ora come ora puoi evitare di scrivere.
AK:
Di scrivere … Sì. Non ho scritto molto ieri, ho scritto una lettera a D.J. nel mio diario, quindi non gliela manderò. Era solo per (---)
EM:
E ha pensato …
AK:
Chi dei miei amici mi ha scritto?
EM:
Non so, dovrei chiederlo a Chris. Non li conosco precisamente tutti … perché lui da lì … so che si incontrano ma non so di preciso. (---). Comunque lo scoprirò.
AK:
Puoi dirgli che solo pensandoli mi sento meglio. E il pensiero magari di essere con loro e avere il loro calore mi fa sentire molto meglio.
EM:
Certo.
CK:
Sì.
EM:
Quindi abbiamo forse un altro paio di settimane a (---)
CK:
(---)
AK:
Sì, assicuratevi che (---)
CK:
La prossima volta, di martedì vedrò (---)
EM:
È bello.
CK:
è il migliore (---)
AK:
Sì. Ieri ho chiesto un cappello e mi hanno detto che avrei dovuto chiederlo l’indomani quindi ho detto, ok quindi ho messo qualcosa intorno alla testa e rideva e mi ha detto “ Sembri una donna anziana!”, ed io: Ho freddo!
EM:
Non hai un cappello?
AK:
Gliel’ho chiesto. Quando sono arrivata qui hanno preso il mio cappello, ma non aveva niente di speciale, è solo un cappello normale da baseball, quello che si usa anche per lo snowboard. Ma loro mi hanno detto che non potevo tenere un cappello quindi ho pensato … ma quando poi ho attraversato la stanza ho visto una donna che indossava esattamente lo stesso cappello e mi sono detta: “ Questo non ha senso!”
EM:
Hai guardato nel catalogo se ce n’è uno che puoi comprare?
AK:
Ci sono solo abiti.
EM:
Possiamo provare noi magari. Compriamo un cappello e proviamo. Nella borsa oggi ci sono
CK:
Due asciugamani.
EM:
Due asciugamani. Vuoi gli asciugamani?
AK:
Sì, anche (---) mi ha portato un asciugamano. (---) erano un po’ …, io, no ok ma lei “Le serve un asciugamano!”. Le interessa tutto quello che posso avere. Io ho detto che potevo dormire con la felpa ma lei “ No, ti servono due pigiami, un (---), questo, questo e questo!”
EM:
Ti ho portato due paia di calzini (---). Abbiamo portato le pantofole, speriamo che stavolta le facciano passare e altra biancheria intima
CK:
delle magliette
EM:
E ti ho portato due t-shirt semplici, quella bianca che indossavo io e una marrone che avevo in borsa. Sono semplici t-shirt
CK:
E ci hai messo dentro anche la tua felpa?
AK:
E ci ho messo dentro anche una delle mie felpe quindi, … e ti porteremo altra cioccolata ma credo che tu la possa anche comprare.
CK:
Tutti nella stanza … scrivevano delle cose ma non avevamo la parola per cioccolata quindi …
EM:
Ah ah
CK:
Ah ah. (---)
EM:
Tutto bene comunque?
AK:
Sì, sì. So che nonè …
EM:
Sono stronzate!
AK:
Stavo parlando con quel signore che mi ha chiesto che cosa ne pensassi e gli ho detto che non ha alcun senso, perché io non ho mai portato nessun coltello da casa mia a casa di Raffaele e …
CK:
Quindi torniamo lì: non parlare a lui del caso.
AK:
Sì.
CK:
Se te ne parla tu dì semplicemente … sai …
EM:
E Raffaele (---)?
AK:
E anche D.J.
EM:
Ed hai mai (---) con Raffaele?
AK:
No.
EM:
Ok.
CK:
Quindi non parlargli di niente.
EM:
Christina … Ho parlato con Christina stamani. Christina e Brian (sic) erano a far visita a Deanne e mi hanno detto di dirti che ti vogliono bene e …
AK:
Mi chiedo di Brian ... Cosa ne pensa? Sa tutto quello che sta succedendo?
EM:
Sì. è solo preoccupato.
AK:
Voglio dire … io conosco Brian, si starà chiedendo cosa sta succedendo (-­-)
CK:
Sa tutto. Ci ha detto che crede che siano tutte stronzate …
EM:
L’ha detto a tutti.
CK:
(---) Credo che siano state le 4 del mattino quando mi ha mandato un sms, quindi credo che sia preoccupata.
AK:
(---) quindi non lo sa.
CK:
Adesso sa molto di più. All’inizio quando è uscita la notizia erano più … sai … aspettavano come un segnale … ma poi quando sono venuto gli ho spiegato cosa stava succedendo quindi …
AK:
Cosa pensano?
EM:
Stanno male per te e vogliono che tutto si chiarisca.
CK:
(---)
EM:
Sì, davvero. Pensano siano solo stronzate.
CK:
è così …
EM:
E anche la stampa negli USA sta cominciando a dire cose del tipo …
CK:
(---)
EM:
Sì, dicono cose ogni giorno (---)
AK:
Una volta ho visto … stavo seguendo questo programma tv per qualche attimo perché ero curiosa e continuavano a trasmettere immagini mie e di Raffaele a ripetizione e mi sono chiesta: “Cosa stanno cercando di fare? Cosa sta succedendo?”
EM:
(---) è solo una settimana e vedrai che (---)
AK:
Raffaele è fuori?
CK:
No.
AK:
Ah, ecco. Perché pensavo …
CK:
No, perché …
EM:
Nessuno … tutti saranno trattenuti finché non si chiarirà …
AK:
Vogliono che ci sai un incontro tra me e Raffaele nella stessa stanza …
CK:
Chi l’ha detto?
AK:
I miei avvocati hanno detto che gli avvocati di Raffaele vogliono portarmi in una stanza per incontrarmi e parlare con lui e il giudice e …
EM:
Se gli avvocati …
CK:
Assicuriamoci che l’abbiano detto i nostri avvocati.
AK:
Sì, sì. Ero in una stanza con lui e ha detto che probabilmente non vorranno più farlo …
CK:
In una stanza con chi?
AK:
Io e i miei avvocati, e i suoi avvocati …
CK:
Carlo e Luciano erano con te?
AK:
No, è stato Carlo a dirmelo.
EM:
Che vi sareste incontrati …
AK:
Per parlare della storia delle bugie …
EM:
Beh, tecnicamente quando entrambi (---) tornando alle storie originali, prima che iniziassero a picchiarvi e introdurre informazioni … voi due eravate a casa quindi …
AK:
Sì, è vero.
CK:
Ok.
AK:
(---), diceva che mi sarei fatta 30 anni e io non capivo cosa stesse succedendo …
EM:
Sì. Non ne abbiamo ancora parlato con Carlo ma, se anche Raffaele dice la verità, allora …
CK:
Sarebbe ok.
AK:
Sarebbe bello. Ma perché se ne è uscito con …
EM:
Probabilmente per la stessa ragione tua. Ma non cercare di sfogarti con nessuno, stai solo molto attenta a tutto quello che dici e che scrivi.
AK:
Mi sento che sto facendo bene per ora perché qualcuno mi ha fatto domande su quello e io ho detto quello che ho sempre detto, che ero con Raffaele a casa sua. E loro: “No, non è vero!” E io: Ok!
CK:
No dire altro.
EM:
Non dire altro. Hai detto cosa ne pensi?
CK:
Non lo fare, perché questo fa esattamente parte del loro stratagemma. Perché loro sanno che c’è la TV in camera tua.
EM:
Pensano che tu guardi la tv
AK:
Sì sì … no davvero, ma l’ho visto.
CK:
Sia tu che Raffaele avete la tv. Quindi loro stanno cercando di dare certo notizie per fare in modo che qualcuno …
EM:
Trasmettono cavolate per fare in modo che diciate qualcos’altro
AK:
(---)
CK:
(---)
AK:
(---) c’è una parola per dire avvocato , anche se penso sempre in italiano …
EM:
Avvocato?
AK:
Avvocato, sì.
EM:
Sembra avocado! Avvocati, frutti …
CK:
Avvocato è una verdura no?
EM:
No, si scrive diversamente. Ah ah
CK:
Ah ah. (---)
AK:
Continuo a pensare a tutte le cose che voglio fare quando sarò fuori e una di queste cose è mangiare una pizza perché la pizza qui è squisita. Non so se voi avete mangiato la pizza …
CK:
L’abbiamo provata una volta, era molto (---) era simile a quella americana.
AK:
Oh, no! Dovete andare in un pizzeria vera, dove fanno la vera pizza, dove ci si siede, vi portano il menu …
CK:
Ma non sapremmo leggere il menu!
AK:
Sì ma, sinceramente basta sceglierne una a caso e dire: voglio questa! Non importa perché sono tutte deliziose! Oh mio Dio, è così buona! E a me neanche piace la pizza negli USA, non la mangio mai perché è proprio cattiva, è unta e disgustosa, ma qui … Wow! Poi voglio una tazza di caffè. Sono qui e la mattina prendo il caffè con il latte ma non è come l’espresso. Sono dipendente dall’espresso!
CK:
Ieri ho comprato una coca-cola (---)
AK:
Mi sarebbe piaciuto portarvi un po’ in giro … Cosa succederà alla mia roba? È ancora a casa.
CK:
Ne abbiamo parlato. La …
EM:
Quando la polizia …
CK:
Quando la polizia ha messo i sigilli …
EM:
Quando hanno messo i sigilli
AK:
Capisco adesso, la polizia starà guardando tra la mia roba ma un giorno potrò tornare a prendere la mia roba.
EM:
No … Quelli dell’ambasciata hanno detto che una volta che avranno tolto i sigilli arriverà tutto qui, metteranno tutto in delle scatole e le spediscono.
AK:
E tutta la roba per la cucina che avevo potrebbero (---) Qui hanno delle cose dove si può preparare un espresso …
CK:
Ho visto preparare un espresso, hanno come una piccola teiera …
AK:
Sì, è come una piccola teiera. Ce ne sono di diverse dimensioni. Ha come un recipiente in basso dove si mette l’acqua, poi si mette la polvere
EM:
Sì, sì.
AK:
Ero così emozionata quando (---) … per me l’espresso era … Come hai fatto a farlo?! (---) È fantastico!
EM:
Meredith sapeva usarla
AK:
La prima volta che Meredith l’ha usata l’ha rotta perché non aveva messo l’acqua sotto, quindi era rimasta attaccata (---)
CK:
(---)
AK:
Diceva “Perché (---)?” Ah ah
EM:
Adesso la sua famiglia ha rilasciato una dichiarazione sul fatto che sono venute fuori delle foto (---) di Meredith e Amanda e (---)
AK:
Bene. Credevo che si sarebbero arrabbiati a sentire queste cose …
EM:
No, no.
CK:
Non possono prendersela per tutto.
EM:
All’inizio hanno detto delle cose brutte anche su Meredith.
AK:
Sì, infatti! Dicevano che era una facile … Ma no! Non è vero, usciva con gli amici poi tornava a casa e studiava. È una brava ragazza. Davvero, è una brava ragazza.
EM:
Quindi io credo che sappiano, i tuoi amici … che sono stronzate
CK:
Infatti.
EM:
La cosa principale che dicono gli avvocati è di stare calma, ignorare tutte queste stronzate, non parlare a nessuno, non scrivere a nessuno.
AK:
Sì, ho 12 lettere di fan
EM:
Oh Signore!
CK:
Lettere di fan?
AK:
Di persone che … di persone che sono in carcere in diversi posti. Loro sono … alcune sono strane, altre … sono tutte in italiano quindi posso leggere in italiano, è buono per fare pratica. Alcuni, cioè la maggior parte dicono di capire perfettamente come mi sento. Una inizia dicendo che è un mio fan perché sono in carcere, a quanto pare ho dei fan tra le persone in carcere. Dice: “Credo pienamente a quanto dici. Capisco perfettamente come ti senti. Devi solo essere coraggiosa”, praticamente le stesse cose che mi ripeto sempre … ma ce n’è una che dice: “Sei proprio bella!”
EM:
Ah ah
AK:
Nelle foto devo essere bella. Dice “un bacio sessuale”, che vuol dire “ very sexy kiss”. Naturalmente non ho risposto. Risponderò per ringraziare del sostegno quando tutto sarà finito
EM:
Esattamente
AK:
Non voglio farlo adesso.
EM:
Non scrivere niente adesso, non scrivere niente adesso. Ti serve il pigiama?
AK:
Mm…
EM:
Calze pesanti?
AK:
Le calze pesanti mi servirebbero
EM:
Le cercheremo …
AK:
Non serve che facciate tanti giri …
EM:
No, no. Non abbiamo altro da fare a parte aspettare i giorni delle visite …
AK:
Sì, anche io aspetto le vostre visite!
CK:
Calze pesanti, (---)
EM:
Hai una telefonata …
AK:
Ah, dimenticavo! Posso scrivervi delle lettere nel frattempo, qual è il vostro indirizzo?
EM:
Non so, te lo farò sapere. Anche se … attenta a quello che scrivi
AK:
Sarebbe solo: mi annoio!
EM:
Puoi avere una telefonata a settimana, puoi chiederla. Quindi ci metteremo d’accordo, e puoi anche chiamare negli USA.
AK:
Mi hanno detto una chiamata di 10 minuti.
EM:
Sì, una telefonata di 10 minuti a settimana. Quindi puoi chiamare a casa, me, papà (---)
CK:
Puoi chiamare un numero fisso, non un cellulare.
EM:
Sì, non i cellulari. (---)
AK:
Il consolato! Ah ah (---)
EM:
Se ci sono dei giorni in cui ti senti giù o … puoi chiedere. Non so se devi chiedere in anticipo di fare la telefonata
AK:
Credo che dovrò scrivere una domandina, che è una richiesta. Ma non so qual è la procedura, credo che quando vengono gli agenti, cioè le guardie, e chiedono “Come va?”, in realtà chiedono “A posto?”, che vuol dire se è tutto ok e io penso sempre “Mi sto congelando, stronzo!” … ok
EM:
Guanti? Possiamo portarti i guanti?
CK:
Possiamo portarti i guanti lunghi, che aderiscono come una calza (---)
AK:
Non so …
EM:
Quindi, cappelli, più pigiami, più calze.
AK:
Niente che abbia bottoni perché non riesco a dormirci
EM:
Ok.
CK:
Vedremo cosa possiamo fare per trovare qualcosa di … soffice non è la parola giusta ma (---)
AK:
Le calze sono la cosa più importante perché ho i piedi sempre congelati.
EM:
Andremo domani, altre calze.
CK:
(---) Lei non ha dormito senza calze, e anche io non ho dormito senza calze (---)
AK:
Qui è freddissimo, non hanno il riscaldamento. (---)
EM:
Hanno una lavanderia per fare il bucato?
AK:
Hanno una lavanderia ma in pratica la usano solo per le lenzuola. Devo lavare tutto il mio bucato al bagno oppure, in teoria potrei … la mia compagna di stanza mi ha detto che potrei darvi …
EM:
Beh, chiediglielo … noi potremmo
CK:
Possiamo farti il bucato.
AK:
È solo il bucato. Le asciugatrici qui, fanno schifo!
EM:
Non abbiamo l’asciugatrice!
AK:
Sono andata in una lavanderia dove ci sono anche le asciugatrici ma fanno schifo.
CK:
Davvero?
AK:
Sì, ho dovuto mettere la roba dentro due volte al massimo della potenza per “asciugare” i jeans e una volta a casa ho dovuto stenderli.
CK:
Abbiamo cercato di trovare una lavanderia ieri. Avevamo cercato con Eleonora, lei vive in uno degli appartamenti della villa e appena siamo arrivati mercoledì ci ha portato in giro con la macchina (---) ma non siamo riusciti a trovare una lavanderia.
EM:
Non c’era una lavanderia!
AK:
(---) quella che uso qui (---). Il capo mi ha chiesto se avevo fatto il bucato con qualcuno la mattina e io: “Cosa? Di cosa stai parlando?” (---)
CK:
Lo sta facendo, è il suo modo. Non fidarti di quell’uomo, no fidarti di lui. Non fidarti di nessuno qui perché quello che sono è … la tua compagna di stanza potrebbe essere un infiltrato quindi non parlarle.
AK:
Ma neanche voglio farlo, però lei continua a parlarne e io la ignoro e basta. Capisco la metà di quello che mi dice perché borbotta perché parla molto (---) e io la guardo e dico: “Cosa?” e allora ripete tutto molto velocemente. E io le dico: “Non dirmelo, davvero.” Io voglio solo stare tranquilla ma lei continua in modo petulante a parlare di qualcosa e io non capisco.
EM:
(---)
AK:
Sì, ho un asciugamano …
EM:
Con che frequenza puoi fare la doccia?
AK:
Posso farla ogni volta che voglio.
CK:
(---)
AK:
Ho il mio bagno e la mia doccia, non è affatto male. Appena arrivata mi sono detta, beh non è male.
CK:
(---)
AK:
No. C’è una porta che si chiude, ma è chiaro ... Siamo in carcere. Possono guardarti mentre fai la doccia se vogliono, solo perché devono poter controllare tutto.
CK:
(---) Stavo pensando … Ma sei separata dalle altre persone nella tua area?
AK:
Sì, non sono autorizzata a parlare con altre persone, a stare nei posti dove ci sono altre persone. Non so neanche perché, a parte la mia compagna di stanza ovviamente …
EM:
Perché tu, tecnicamente, non sei stata condannata per niente.
AK:
Sì, credo sia per questo. Mi hanno detto: “Forse è perché sei americana!” Ed io “No, credo perché in realtà non sono una di voi” (---)
EM:
Gli altri hanno avuto la sentenza mentre tu sei solo in custodia quindi …
CK:
Sì.
AK:
Qui è una vera palla. Non so neanche se può immaginare che palla che è qui dentro.
EM:
No.
CK:
Forse lo immaginano.
AK:
Non è affatto giusto, questo è il problema! Avessi fatto qualcosa di male, ok, potrei arrabbiarmi ma … così! Sono qui solo perché non hanno altro da fare e non sanno niente, ecco perché sono qui!
CK:
Beh, non so ma probabilmente martedì potrò farti visita. Luciano ti farà visita lunedì, io ti farò visita martedì, Carlo e uno dei suoi soci ti faranno visita …
AK:
Chi sono i soci?
CK:
Una di queste persone che stanno lavorando alla tua difesa e cose del genere …
AK:
Ok.
CK:
Loro ti faranno visita mercoledì e io li incontrerò … mercoledì quando avranno finito qui vedremo a che punto siamo
EM:
Quindi giovedì potresti chiedere di fare una telefonata e parlare con …
CK:
Ecco, in realtà … Fallo … giovedì
EM:
Dobbiamo ottenere il (---) del consolato … Hai letto quell’e-mail che ci hanno mandato?
CK:
Quale? Ne ho tipo quattro.
EM:
Sì, ma una dice che dobbiamo avere … il numero deve essere … Hanno avuto dei file dal consolato quindi io ho risposto loro (---) quindi ho aspettato che mi rispondessero e ho scritto a mia volta e hanno detto che una ci vorrà almeno una settimana (---)
CK:
Anche io tornerò sabato quindi potrò dirti cosa sta succedendo.
AK:
Chiama a qualsiasi ora. Non preoccuparti se è notte o giorno.
CK:
Sì. (---)
EM:
Forse riusciamo a vedere una luce alla fine del tunnel.
AK:
Spero perché, sono stata qui una settimana e oh …
CK:
Cerca di vederla come una lezione universitaria molto dura!
EM:
Ah ah.
AK:
Le lezioni universitarie non ci si avvicinano minimamente!
CK:
Ho detto una lezione molto dura!
AK:
Preferirei essere a una lezione di calcolo infinitesimale che qui
EM:
Cosa stai leggendo?
AK:
Al momento sto leggendo (---), è bello. (---) Me l’ha dato il signore del consolato. (---)
CK:
Ah ah
EM:
(---) hanno chiamato anche tutti gli altri.
AK:
Tutti gli altri? (---) Non so.
EM:
Sì.
AK:
Al momento voglio solo uscire. Ma poi penso a quando sarò uscita e voglio mangiare la pizza, prendere il caffè, stare con i miei amici, stare con la mia famiglia, continuo a pensare che dovrei tornare a casa (---) devo trovare un altro lavoro. Non so quando ricomincia la scuola, non so niente a riguardo ma penso che adesso ci sono molte persone che vorrebbero parlarmi (---)
EM:
(---) ha chiamato.
AK:
Chi?
EM:
(---), voleva parlarti.
AK:
Oh, gentile.
EM:
(---)
AK:
Ora non voglio parlare con nessuno.
CK:
Ah, ho visto una ragazza, che portava affettato, formaggio e cose del genere. Vuoi che te ne porti un po’?
AK:
Oh, sarebbe bello. Mi piacerebbe … Cioè, ho mangiato il formaggio l’altro giorno e … ci hanno portato il formaggio …
CK:
Quale formaggio?
AK:
Era formaggio … Mi piace il formaggio in generale! Il Brie … i miei preferiti sono il Brie, la mozzarella, quello che mangiavo a casa (---).
CK:
Non vuoi affettati, o carne?
AK:
Uhm, in realtà non mangio la carne perché sto cercando di essere vegetariana.
CK:
Quindi ti porterò tre corn on the cops (si tratta sia di una pietanza che di un modo di dire che significa “Arriva la polizia”, il padre sta quindi facendo un gioco di parole. N.d.T.). Ah ah
EM:
Sono così buoni!
CK:
Quindi vuoi dei formaggi?
AK:
Sì, mi piacerebbe.
CK:
Hanno detto che deve essere in un pacchetto chiaro.
AK:
Sì, e deve anche essere a pezzetti.
EM:
Sì, a fette.
AK:
Non possono essere troppo grandi.
CK:
Sì, lo taglieremo a fette piccole. Ok. Quindi: calze, felpe, pigiami.
EM:
E un cappello.
CK:
Facci sapere se hanno fatto passare le pantofole perché non riusciremo a scoprirlo quando usciamo
EM:
Sì, non ce lo dicono.
AK:
(---)
CK:
No, ce le hanno ridate.
EM:
Ce le hanno ridate.
AK:
Gesù!
CK:
Hai avuto tutta la roba che ti abbiamo portato?
AK:
Sì, ho avuto la biancheria intima, (---), me le hanno messe in una busta di plastica. La prima volta me le hanno date direttamente a mano ma ho dovuto incontrare le guardie e quindi … come mai?
EM:
Hai abbastanza cose da leggere?
AK:
Sarebbe bello avere altre cose da leggere perché, cioè … qui ho abbastanza cose in italiano perché c’è la biblioteca ed è tutto in italiano, ma mi piacerebbe avere qualcosa in tedesco ma non so …
EM:
Quale Harry Potter vuoi leggere in tedesco?
AK:
Ero al quinto libro.
EM:
E quanti libri sono?
AK:
Sette.
EM:
Posso chiedere (---) e farti avere il quinto, sesto e settimo libro in tedesco.
AK:
Sarebbe bello.
CK:
Il quinto, sesto e settimo o …?
AK:
Quello che volete. Ho già letto i primi due, riuscivo a leggerli in tedesco ma il terzo … sarebbe bello avere … ho il quarto in inglese quindi mi piacerebbe (---)
EM:
Ok, ci penso io.
AK:
In generale è buono per esercitarmi con il tedesco. Che triste, l’ultima volta non riuscivo a parlare a Ania (sic) molto bene.
CK:
Chi?
AK:
Ania, il mio cugino in Germania.
EM:
Perché?
AK:
Ha 3 anni e non capivo una parola. Non riconoscevo le parole che diceva, a differenza di quando ero in Germania ci dovevo riflettere perché adesso penso in italiano. Ed è strano perché a volte penso in inglese ma qui parlo solo in italiano quindi … è strano. I miei pensieri …
EM:
Ti tiene impegnata mantenere il livello dei tuoi studi e anche la lettura
AK:
Vabene …
CK:
Leggi anche riviste e cose del genere o solo libri?
AK:
La mia compagna di cella pensa che sia pazza perché non mi piacciono per niente le riviste quindi (---)
EM:
(---) quel libro divertente?
AK:
Sì, quello era proprio bello. La mia compagna di stanza voleva vederlo ma non sa una parola di inglese e ha detto merda!
CK:
(---)
AK:
Sì, stavo cantando in camera mia e lei diceva “Che significa? Che significa?” perché stavo cercando di cantare in italiano e quindi dicevo eglia (sic) in italiano ma non ci sono riuscita molto bene …
EM:
Stiamo guardando la tv italiana e …
CK:
Ieri facevano uh uh uh. Ah ah!
AK:
Sì, sono un po’ così
CK:
Oh, e Sponge Bob (sic) (---)
AK:
Oh, non ho mai visto Sponge Bob! Vedo i Simpsons tutti i giorni.
CK:
Oh, danno i Simpsons. Ah, qual è quel libro di numeri? Sakuda?
EM:
Sudoku
AK:
Io odio il sudoku.
CK:
Ok.
EM:
La mia mente ci si fissa!
AK:
La mia sta cercando di “fissarsi” con Mtv. La mia compagna di stanza odia Mtv. Ogni volta che fa il passeggio, ovvero esce per camminare fuori io metto su Mtv e lei non può cambiare, poi quando torna la vedo finché le dico “Ok, ora puoi cambiare”, perché tecnicamente sono stata io a guardare la tv per prima, quindi …
EM:
È prigioniera! Ah ah
CK:
(---) Ah ah
AK:
Cerco di vedere Mtv perché è l’unica cosa che davvero …
EM:
Oh, (---) ha chiesto dell’I-pod.
CK:
Ci stavo pensando perché l’unico modo per ricaricare l’I-pod americano è con la conversione elettrica, devi inserire l’altra cosa, devi inserire il cavo USB e penso che …
AK:
Posso usare le spine, perché posso usare l’asciugacapelli, voglio dire, ho una presa in camera che potrebbe … puoi provare.
EM:
Possiamo chiedere agli avvocati come farti avere un po’ di musica.
AK:
Sarebbe fantastico.
CK:
Oppure potremmo comprare un I-pod qui e caricartelo, ma non ho l’i-tunes e nessuna musica. Beh ho Mike (sic) e cose del genere. Devo solo capire come … se posso scaricare la musica del mio I-pod nel computer e caricarla in un altro italiano
AK:
Non hai i-tunes?
CK:
No, perché è nel computer del lavoro quindi dovrei scaricare tutto l’i-tunes.
AK:
E con il lavoro? Voglio dire, quando tornerai cosa gli dirai? Mia figlia è in prigione in Italia?
EM:
Oh no.
AK:
Davvero?
EM:
No, no. (---)
AK:
(---) Oh, è davvero una merda! (---) Proprio non mi piace, è così oh …
EM:
Quando tornerai tutto si sarà calmato.
AK:
(---) sarà gentile con me?
EM:
È stato così finora.
AK:
È bello sapere che c’è chi non mi considera un’assassina.
EM:
No, tu stai avendo moltissimo sostegno negli Stati Uniti, specialmente a Seattle. Le persone che ti conoscono, persone che sanno che qui si stanno inventando delle storie …
AK:
(---) sono delle tali stronzate! Non avrei mai fatto del male a niente! (---) Ti ho detto di quando ho fatto kick-boxing con Raffaele?
EM:
No.
AK:
Lui faceva kick-boxing e (---) una volta mi ha detto che avrei dovuto provare e io ho detto Ok, ma non ho mai preso a pugni niente! E lui: No no, si fa così. Stavo imparando come dare i pugni
CK:
Un sacco?
AK:
Sì, un sacco. Ma dopo l’istruttore. Ed è stato orribile quando l’istruttore è venuto a dirmi “Dai un pugno dritto qui” e io “Ok”, e sembrava proprio arrabbiato (---) e io “è carino guardare voi ragazzi, davvero carino ma non fa per me, non ci trovo nessun divertimento.”
CK:
C’è una ragazza che lavora per me che fa kick-boxing. È una ragazza di colore, alta forse quanto me e ha perso forse 100 libbre
AK:
Oh Signore!
CK:
Ed è ancora una ragazzona, è ancora forse 170 180 libbre.
EM:
Oh Signore!
CK:
Ha cominciato a fare kick-boxing, quindi la mattina entra in ufficio con i guantoni in borsa. Ha superato i vari livelli e adesso è un’istruttrice.
AK:
(---) 170 libbre!
CK:
Ora la battuta è “Non fate arrabbiare Christina!”, lei si chiama Christina.
AK:
Ah ah!
CK:
Devo chiamare Christina?
AK:
Ah ah
CK:
Passo!
EM:
(---)?
AK:
Sì … pensavo che avrei pianto un po’. Ma non è stata la cosa peggiore. La cosa peggiore è stata quanto la polizia mi urlava contro, mi stavano odiando e dicevano che ero una bugiarda. È stata la cosa peggiore della mia vita perché non sapevo cosa fare. Dicevo “Sto dicendo la verità”, ma loro mi davano della bugiarda. Mi davano della bugiarda e dicevano che sarei stata in galera 30 anni.
EM:
Di nuovo: sono solo stronzate! Basta che lo sai …
AK:
E io “Cosa?!”
EM:
Quindi stai attenta. Non fidarti di nessuno qui dentro.
CK:
Perché stanno tutti cercando di distorcere …
EM:
Di distorcere le cose …
AK:
Anche il prete?
EM:
Uhm
AK:
Il prete una volta mi ha chiesto … stavamo parlando e sembrava che volesse solo farmi convertire
EM:
Sì.
AK:
(---) Mi ha dato la Bibbia dei convertiti, che è la storia di Gesù secondo Marco. Ho letto nell’introduzione che questa è la Bibbia dei convertiti. Non è proprio la Bibbia (---), è un libro piccolo e io l’ho preso perché rispetto ma lui è davvero molto interessato a …
EM:
Gli hai detto di quello che hai studiato alla scuola superiore?
AK:
Sì, gli ho detto di quello e che non so molto della Madonna perché non sono religiosa e lui … uh!
EM:
Ah ah!
AK:
E lui mi ha detto di fargli sapere cosa ne pensavo.
EM:
È come se avessi una nuova ricerca scolastica!
AK:
Sì.
CK:
In effetti, c’è qualcosa di triste a proposito. Ti stai convertendo ad una religione …
AK:
Cosa? (---)
CK:
(---) Sono stupidaggini.
AK:
Non mi sto convertendo a nessuna religione. Li rispetto e li ascolto …
EM:
Assolutamente
AK:
Quando hanno lasciato delle cose nel mio appartamento le ho lette, le ho lette in italiano e in inglese. Ho sottolineato delle parti, messo dei punti interrogativi e delle faccine che sorridono. Queste sono le cose su cui voglio fare delle domande perché non approvo (---)
CK:
Che tipo di faccine sorridenti hai messo?
AK:
Ah ah! Non volevo … ho messo solo dei punti interrogativi stavolta!
EM:
Ok, solo non parlare. Cioè se vuole parlare di queste cose va bene ma, specialmente con l’altra persona (---), non parlare del caso perché potrebbe essere … Sii gentile, perché è importante adesso che guadagniamo fiducia.
CK:
Lui non persegue nient’altro. Ha mai fatto domande stupide o cose del genere?
AK:
Mi ha solo mostrato … è strano. Mi ha mostrato l’articolo perché voleva che lo sapessi, e mi ha chiesto che cosa ne pensassi.
CK:
No, sto parlando delle domande dirette …
AK:
Uhm, lui mi porta … ho ricevuto un plico di dieci lettere tutte insieme da questi …
EM:
Ammiratori
AK:
Ammiratori in prigione e lui mi prendeva in giro “ Ah, hai degli ammiratori!” ed io “ Non mi interessa!”
EM:
Stai attenta, con tutti. Finché non esci di qui devi …
AK:
Sembra che ci siano delle persone davvero interessate ad aiutarmi ed altre che vogliono solo farmi delle domande.
EM:
Sì.
AK:
Mi chiedono cose come: “Stai bene?”. E va bene così. Per esempio lo psicologo, ho parlato con diversi psicologi, mi hanno chiesto solo “Come stai, com’è la prigione?”. Beh, brutta! Ah ah
CK:
Ah ah.
AK:
(---). Sto bene.
EM:
Sei viva.
AK:
Sì.
EM:
Sei viva. (---)
AK:
Sì, è stata la prima cosa che ho pensato. Stavo parlando con Raffaele e pensando che queste cose succedono, Se non fossi stata con te, potevo essere morta a quest’ora! Avrei potuto essere in quella casa quando tutto è successo tutto questo.
EM:
E penso che (---), penso a Meredith e alla sua famiglia e penso: “Ok, poteva andare peggio. Amanda è viva”
AK:
(---)
EM:
Uscirà di qui, prima o poi, chi lo sa.
AK:
La mia amica è stata assassinata ed io sono rinchiusa in prigione. Continuo a pensare che la situazione sta peggiorando sempre di più, ma dimentico che deve andare molto male prima che le cose migliorino.
EM:
Beh, peggio di così non può andare. Questo è il massimo del male, c’è solo da vedere quanto durerà.
CK:
E i progressi sono per farti uscire.
AK:
Sì, esattamente.
CK:
(---)
EM:
Sei sulla strada per (---)
AK:
Spero di poter essere a casa per Natale. Questa è la mia speranza, non so …
EM:
Non so
CK:
Io direi …
EM:
Noi speriamo che sarai fuori di qui per Natale. E se tu sarai fuori di qui, io verrò qua e passerò il Natale qui.
AK:
Questo mi scoccia …
EM:
Perché?
AK:
Perché vuol dire che … sarebbe il peggior Natale
EM:
Il peggior (---)
CK:
(---)?
EM:
No no, è una vecchia storia.
AK:
Di un sacco di tempo fa
EM:
Beh, credo che quando tornerò Chris verrà con me così non sarò sola.
AK:
Quando è il giorno del ringraziamento?
CK:
Oggi è il 17 e il ringraziamento è il 22.
EM:
Questa settimana.
CK:
Quindi sarà …
EM:
Forse potrai chiamare giovedì, vedrò di capire dove saremo così potrai chiamare.
CK:
(---)
EM:
E far finta che “Ok, sono 10 minuti!”
AK:
La famiglia …
CK:
Festeggiano il ringraziamento qui?
EM:
No!
AK:
Ho cercato di spiegarlo alla mia compagna di stanza appena sono arrivata …
CK:
(---)
AK:
No, loro non fanno niente. Anche Halloween, è solo una scusa per i locali per festeggiare
EM:
Per fare qualcosa …
AK:
Sì, e poi c’è un collegio universitario, per stranieri … (---) e festeggiano Halloween (---), chiaramente Halloween va per la maggiore negli USA … Ho cercato di spiegare alla mia compagna di stanza cosa fa la gente. Ma tutta l’università, per Halloween (---) tutti ne vanno pazzi. È un gran divertimento. Non c’è altro di meglio da fare che (---) e vedere tutti che fanno bisboccia.
CK:
(---)
AK:
Ah ah. (---)
CK:
(---)
AK:
No, era andato con gli amici ed è venuto alla mia festa dopo. Davo una festa di Halloween a casa mia e sì, è stato divertente, davvero divertente.
CK:
Quella (---)
AK:
No, quella era un’altra.
EM:
(---)
AK:
Non sapevo cosa stava succedendo quando arrivò la polizia perché io ero nella camera di Stephanie a consolarla perché era orrendamente ubriaca e aveva appena rotto con il fidanzato dopo più o meno un anno insieme. Quindi era praticamente inconsolabile e imprecava contro il suo ex ragazzo e io ero in camera con lei a cercare di calmarla.
EM:
Ho spiegato agli avvocati ...
AK:
Lei era inconsolabile e io ero l’unica in casa sobria perché ero stata con lei per ore quindi hanno fatto parlare me con la polizia e …
CK:
Ti sei presa la multa.
AK:
Sì (---)
EM:
Mi hanno chiesto cos’era questa multa da 295 dollari e io ho spiegato che stavano facendo una festa perché tutti se ne andavano, come una festa di addio e hanno fatto una violazione per il rumore, facevano troppo rumore e lei ha detto: “Ah, ok”.
AK:
(---). Perché l’unica cosa che è successa è che Chiara (sic) l’altra ragazza che era alla festa … eravamo io e Chiara alla festa. Chiara era al piano di sotto (---), Stephanie era in camera sua a piangere e (---). Io ero l’unica disponibile, quindi fui io ad andare fuori a parlare con queste persone che cercavano di parlare con la polizia. Andai là io e dissi loro: “Ascoltatemi. Questa è casa mia, tornate dentro e state zitti!” Mi chiesero chi erano quelle persone e dissi che erano amici della mia amica che è qui. Dissi che erano amici della mia coinquilina e che li aveva invitati lei e io non li conoscevo ma che lei al momento non stava bene. Perché stava vomitando …
CK:
Aveva un’influenza di stomaco! Ah ah!
AK:
Poi mandammo via la gente. Dissi loro di andarsene perché ero arrabbiata perché la polizia mi aveva fatto la multa quindi dissi: “Tutti fuori di casa!”. I miei amici rimasero un po’ di più per aiutarmi a mandare via tutti gli altri e assicurarsi che … sistemai un po’ di sotto per le persone che erano troppo ubriache per andare a casa e poi …
CK:
(---)
AK:
Sì, esattamente.
CK:
(---) Ah ah.
AK:
Forse la situazione era peggiore …
EM:
Ti è permesso di fare la domanda per chiamare i tuoi avvocati? Fa parte dei 10 minuti?
AK:
Sì, hanno detto che … sì, rientra nella chiamata di 10 minuti. Cioè, se c’è un’emergenza posso fare una telefonata (---).


Entra la guardia per annunciare la fine del colloquio.


EM:
Ok. Non sembra che siamo arrivati un’ora fa. Ciao.
CK:
(---)
EM:
Potrai chiamarmi. Farò in modo di farti avere il permesso per chiamare una volta a settimana, ok? Ti voglio bene.
AK:
Ti voglio bene anche io. Ci vediamo tra due settimane.
EM:
Ok, ok.
CK:
(---) Sembra stia meglio che alla conversazione con Christina.
EM:
Sì, (---)
CK:
Sì. (---)
EM:
Non sappiamo come …
CK:
Dobbiamo trovare una scorciatoia o (---) Solomeo?
EM:
Solomeo, c’era un segnale. Non dobbiamo prendere la stessa strada. Da che parte eravamo rivolti quando abbiamo detto “Questa non è la prigione”?. Come siamo arrivati a quella strada?
CK:
Abbiamo girato a destra, quindi adesso dobbiamo andare a sinistra.
EM:
A sinistra.
CK:
(---)
EM:
Oh, quella era proprio la strada per Solomeo quindi ok …
CK:
(---)
EM:
Sì, ed era proprio sulla strada.
CK:
Ci hanno detto che lì c’era la prigione.
EM:
Ok.
CK:
(---)
EM:
(---)
CK:
(---)
EM:
Beh, penso che in effetti se sono tutti e due innocenti, possono andare insieme dal giudice e confermare la loro versione, quella originale. Sarebbe una cosa positiva.
CK:
Sì.
EM:
È tutta la verità, hanno detto la verità.
CK:
(---)
EM:
(---)
CK:
(---). Quindi calzini, (---), pantaloni della tuta.
EM:
Forse un cappello a maglia. Immagino che …
CK:
(---)
EM:
(---)
CK:
Sì.
EM:
Forse si sta ammalando perché sente freddo.
CK:
Forse possiamo dirlo a Daniela stasera. E Luciano ci parlerà lunedì e magari potrà riferire a Daniela della loro conversazione e …
EM:
Forse possiamo trovare la strada per arrivare a quell’altro negozio e una mappa delle lavanderie.
CK:
Sì, sarebbe buono.
EM:
Perché ci sono anche i negozi grandi.
CK:
Può scrivere l’indirizzo su un pezzo di carta.
EM:
Sì, ma da quale direzione, quale strada?
CK:
(---)
EM:
(---)

Serie di battute incomprensibili.

Entra la guardia per far uscire i genitori di Amanda.